Aksaray

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aksaray
comune
Aksaray – Veduta
Dati amministrativi
Stato Turchia Turchia
Regione Anatolia Centrale
Provincia Aksaray
Distretto Aksaray
Sindaco Nevzat Palta
Territorio
Coordinate 38°22′27″N 38°01′44″E / 38.374167°N 38.028889°E38.374167; 38.028889 (Aksaray)Coordinate: 38°22′27″N 38°01′44″E / 38.374167°N 38.028889°E38.374167; 38.028889 (Aksaray)
Altitudine 980 m s.l.m.
Abitanti 171 423 (2009)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+2
Targa 68
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Turchia
Aksaray

Aksaray è una città turca della Anatolia Centrale, capitale dell'omonima provincia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La città era anticamente un'importante tappa lungo la celebre rotta della via della seta e deriva dall'antico insediamento romano di Garsaura, ribattezzata Archelaïs da Archelao di Cappadocia. La città divenne un possedimento dei turchi Selgiuchidi a partire dal 1142 dopo la celebre battaglia di Manzikert, dando vita al Sultanato di Rum. Il celebre viaggiatore berbero del XIV secolo Ibn Battuta rimase notevolmente impressionato dallo splendore della città durante la sua epoca. Nel 1470 la città venne incorporata nell'Impero Ottomano per opera di Ishak Pasha e gran parte della popolazione venne ricollocata ad Istanbul, dove diedero vita al celebre quartiere cittadino.

Attualmente la città ha mantenuto le dimensioni di una cittadina media, soprattutto per l'elevato grado di emigrazione dei suoi abitanti in cerca di occupazione, soprattutto nel Regno Unito ed in Germania.

Luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Turchia Portale Turchia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Turchia