Akim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Akim (disambigua).
Akim
fumetto
Lingua orig. italiano
Paese Italia
Testi Roberto Renzi
Disegni Augusto Pedrazza
Editore Tipografia M. Tomasina
1ª edizione 10 febbraio 1950 – 31 marzo 1967
Periodicità quindicinale
Albi 894 (completa)
Formato 16,7 × 7,9 cm
Pagine 32-40
Genere tarzanide
Akim
fumetto
Lingua orig. italiano
Paese Italia
Testi Roberto Renzi
Disegni
Editori
  • Altamira (1976 - 1980)
  • Quadrifoglio (1980 - 1983)
1ª edizione giugno 1976 – luglio 1983
Periodicità mensile
Albi 84 (completa)
Formato 16 × 21 cm
Pagine 96
Genere tarzanide

Akim è una serie a fumetti ideata da Roberto Renzi (autore dei testi) e Augusto Pedrazza (disegni), pubblicata in Italia (come albi a striscia) dal 1950 al 1967 e in Francia dal 1958 al 1991, ripresa in Italia (in formato bonellide) dal 1976 al 1983.

Appartenente al filone tematico dei tarzanidi (gli emuli di Tarzan), è uno dei fumetti più longevi e popolari di questo tipo, essendo stato pubblicato per oltre quarant'anni.

Ha per protagonista Akim, un uomo bianco cresciuto dalle scimmie nella giungla, che ha imparato la lingua degli animali e se ne serve nel corso della sua vita quotidiana quale "re della foresta". Gli animali parlano e ragionano come gli umani. Oltre a questo inedito antropomorfismo delle varie specie che si incontrano nelle storie, la serie è fortemente caratterizzata dalla sensibilità ecologica, con frequenti richiami a un rapporto più equilibrato tra uomo e Natura. Akim non vive solo avventure nella giungla, combattendo criminali anche comuni nel cosiddetto "mondo civile" dove indossa abiti normali in uso nelle grandi metropoli. Non da ultimo, in vari albi — accanto alle consuete avventure tra le tribù della giungla — compaiono temi fantascientifici e fantastici, rendendo estremamente varia e originale l'impostazione di questa serie.

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Roberto Renzi, co-ideatore di Akim.

Il personaggio fu ideato dal giornalista e sceneggiatore Roberto Renzi e dal disegnatore Augusto Pedrazza. Renzi aveva già sceneggiato in precedenza un personaggio tarzanide, Roal, il Tarzan del mare, pubblicato in Italia nel 1947 e 1948.

La serie fu inizialmente pubblicata in Italia dal 1950 al 1967 dalla Tipografia M. Tomasina (direttore responsabile Marino Tomasina),[1] a cadenza prevalentemente settimanale, per un totale di ben 894 numeri. Fu edita anche in Francia dal settembre 1958 al febbraio 1991, a cadenza quindicinale, per un totale di 756 numeri.

La pubblicazione italiana è suddivisa in due periodi: la prima serie comprende 99 numeri, dal 10 febbraio 1950 al 28 dicembre 1951, mentre la seconda 795 numeri, dal 3 gennaio 1952 al 31 marzo 1967.

Dal n. 362 diventa ALBO GIOIELLO - AKIM, e fino al n. 645, dopo di che ritorna ad essere AKIM.

Nell'ultima striscia, la n. 795 (La valle tremante), viene annunciato che la prosecuzione dell'episodio rimasto interrotto sarà inserita nel n. 1 della nuova serie AKIM GIGANTE (V edizione) del 1º aprile 1967, ma in questo albo riprende soltanto la ristampa delle strisce della II serie, a partire dalla n. 178 ("Battaglia fra i rami"), vedi in seguito.

Dal 1954 al 1968 le strisce vennero ristampate dalla Tipografia M. Tomasina in Akim Gigante, pubblicazione composta da cinque serie di albi comprendenti però anche storie inedite.

A partire dal 1976 la serie fu ripresa - con una storia inedita e storie realizzate per la Francia ritradotte in italiano[1] - dalle case editrici Altamira (attuale Sergio Bonelli Editore) fino al 1980, poi fino al 1983 dalla Quadrifoglio, per un totale di 84 numeri mensili più un albo speciale (Terrore sulle nevi, allegato al n.62).

La periodicità, inizialmente settimanale nel formato albo a striscia, passò a quindicinale con la seconda serie albo (1956), poi dopo 32 numeri decadale, quattordicinale nella quinta serie (1967), poi di nuovo decadale dopo 32 numeri, infine mensile nel formato bonellide (dal 1976).[1]

Nell'edizione italiana di Akim Gianni Bono ha curato per molti anni una rubrica regolare, I Tarzanidi, facendo la puntuale rassegna di tutti i personaggi dei fumetti ispirati all'uomo scimmia.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Le apparizioni di membri del clan di Akim variano da episodio a episodio: il nucleo è comunque più o meno costante, con il gorilla Kar e le dispettose e sfaticate scimmiette Zig e Ming. A loro si aggiungono spesso due personaggi umani: Rita, la compagna di Akim, e Jim, un ragazzo orfano adottato dal re della foresta. Ruoli minori sono occupati dai re delle varie specie animali: in particolare l'elefante Baroi e il leone Rag.

Albi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Albi di Akim.

Akim (1950-1967)[modifica | modifica wikitesto]

Prima serie[modifica | modifica wikitesto]

100 numeri, dal 6 giugno 1954 al 9 settembre 1956, 36 pagine in bianco e nero, periodicità settimanale. Presenta le ristampe delle strisce della I Serie e poi della II, in genere tre strisce per albo, fino al n. 150 ("Il mostro della palude"). Precisamente, gli albi dal n. 1 al n. 78 (nelle pagine centrali del n. 78 inizia la ristampa delle avventure di FULGOR) sono dedicati esclusivamente a tali ristampe. Quelli dal n. 79 al n. 98 ospitano delle storie inedite (ognuna delle quali si sviluppa su due numeri), ma continua anche, in un limitato numero di pagine, la ristampa delle strisce della II Serie. I numeri 99 e 100 sono ancora ristampe di strisce della II Serie ad albo intero.

Ecco l'elenco delle avventure inedite (il titolo appare solo sugli albi con numero pari):

  • 79/80 - L'incubo della jungla
  • 81/82 - Il prigioniero della grotta verde
  • 83/84 - Il terribile Karwel
  • 85/86 - La morte viene dal cielo
  • 87/88 - I selvaggi dell'inferno verde
  • 89/90 - Solo contro tutti
  • 91/92 - I diamanti della foresta
  • 93/94 - La tigre reale (questa storia venne pure riproposta in appendici di copertina)
  • 95/96 - Il gorilla ribelle
  • 97/98 - I banditi della grande baia

Seconda serie[modifica | modifica wikitesto]

(riproposta integralmente in versione anastatica dalla Editoriale Mercury)

121 numeri, dal 1º ottobre 1956 al 20 giugno 1960, 36 pagine (di colore rosa dal n. 1 al n. 61, indi in bianco e nero). Periodicità quattordicinale dal n. 1 al n. 32, successivamente decadale. Presenta le ristampe delle strisce della I Serie e poi della II fino al n. 264. Fino al n. 78 le copertine sono le stesse della serie precedente, dal n. 79 in poi sono inedite. Nel n. 121 l'editore annuncia l'intenzione di ricominciare da capo le ristampe in una III serie di albi giganti. Dal n. 1 al n. 68 vengono pubblicate in seconda e terza di copertina le avventure di KOCIS IL RE DEI PELLEROSSA (serie Tomasina di 54 strisce del 1953/1954). Dal n. 69 al n. 121 vengono pubblicate in seconda e terza di copertina le avventure di SCUGNIZZO (serie Tomasina di 21 albi del 1949/1950). Esse proseguono poi nel n. 1 della III serie di "Akim Gigante".

Terza serie[modifica | modifica wikitesto]

150 numeri, dal 1º luglio 1960 al 20 agosto 1964, 36 pagine in bianco e nero. Periodicità decadale (gli albi venivano regolarmente pubblicati i giorni 1, 10 e 20 di ogni mese), anche se nei primi fascicoli venne indicato "pubblicazione quindicinale". Presenta le ristampe delle strisce della I Serie e poi della II fino al n. 351. Fino al n. 121 le copertine sono le stesse della serie precedente, dal n. 122 in poi sono inedite.

Quarta serie[modifica | modifica wikitesto]

92 numeri, dal 1º settembre 1960 al 20 marzo 1967, 36 pagine in bianco e nero ad eccezione del n. 1, periodicità decadale. Sostanzialmente identica alla serie precedente anche nelle copertine, presenta le ristampe delle strisce dalla n. 1 della I Serie fino alla n. 177 della II Serie. Il fascicolo n. 1 è di 52 pagine, in quanto nelle prime sedici si completa, con la ristampa della striscia n. 352 della II serie ("L'ultimo istante"), l'avventura rimasta interrotta nel n. 150 della serie precedente di "Akim Gigante".

Quinta serie[modifica | modifica wikitesto]

(riproposta integralmente in versione anastatica dalla Editoriale Mercury)

45 numeri, 68 pagine in bianco e nero, periodicità quattordicinale fino al n. 32, indi decadale, dal 1º aprile 1967 al 28 ottobre 1968. Riprende diverse copertine dalle serie precedenti, ma ne presenta anche di inedite. Nei primi 7 numeri prosegue le ristampe delle strisce della II Serie iniziata nella serie precedente degli albi giganti, cominciando quindi dalla n. 178 ("Battaglia fra i rami"), con l'effetto che questi albi hanno contenuto identico a quelli della III serie, dal n. 93 alle prime pagine del n. 107. La ristampa (6 strisce per albo) viene portata avanti fino alla conclusione della storia, ossia alla striscia n. 220 ("Riconquista dei diamanti").

Nell'albo n. 8 riprende invece improvvisamente la serie progressiva delle ristampe delle strisce della II serie sospesa nell'albo gigante n. 150 della III serie, ma la prima striscia che viene riproposta, a sorpresa, è la n. 370 ("L'ombra del mostro"), e non la n. 352 (come visto dianzi, questa era stata ripresentata però nel primo fascicolo della IV serie). Insomma, la ristampa delle strisce dalla n. 352 alla n. 369 fu dimenticata in questa V serie gigante. Quella delle strisce della II Serie andrà poi avanti fino alla ripresentazione della n. 558 nell'albo n. 45 (codesta striscia, intitolata "Esplosione nella grotta", venne in realtà tagliata alla pag. 29, mancano quindi quelle da 30 a 32, perché l'editore, firmandosi Marino de Muscin anziché Marino Tomasina, riservò l'ultima pagina dell'albo ad un avviso di cessazione non solo della collana ma dell'intera propria attività, dopo "23 anni consecutivi"). Dal n. 33 in avanti, le prime trentadue pagine dell'albo ripropongono otto delle dieci storie inedite apparse nella I serie degli albi giganti, più altre avventure pubblicate in diverse forme. Ecco il dettaglio.

  • 33 - L'incubo della jungla (dalla I serie di Akim Gigante)
  • 34 - La grande avventura di Akim (supplemento al n. 51 dell'Albo Gioiello, 1952, storia riproposta successivamente a puntate in appendici di copertina; per esempio in quarta di copertina della II serie di Akim Gigante, dal n. 1 al n. 34)
  • 35 - Il terribile Karwel (dalla I serie di Akim Gigante)
  • 36 - Akim va in città (supplemento al n. 68 di Akim Gigante II serie, 1959, storia riproposta successivamente a puntate in appendici di copertina)
  • 37 - La morte viene dal cielo (dalla I serie di Akim Gigante)
  • 38 - Il tesoro della jungla (storia apparsa precedentemente a puntate in appendici di copertina)
  • 39 - Le spie della jungla (supplemento al n. 66 di Akim Gigante II serie, 1958, storia riproposta successivamente a puntate in appendici di copertina)
  • 40 - Il carico d'oro (supplemento al n. 210 dell'Albo Gioiello, 1956, storia riproposta successivamente a puntate in appendici di copertina)
  • 41 - I banditi della grande baia (dalla I serie di Akim Gigante)
  • 42 - Il prigioniero della grotta verde (dalla I serie di Akim Gigante)
  • 43 - Solo contro tutti (dalla I serie di Akim Gigante)
  • 44 - I diamanti della foresta (dalla I serie di Akim Gigante)
  • 45 - Il gorilla ribelle (dalla I serie di Akim Gigante).

Akim (1976-1983)[modifica | modifica wikitesto]

Editrice Altamira (1976-1980)[modifica | modifica wikitesto]

  • 01 — Akim
  • 02 — La scimmia bianca
  • 03 — La città d'oro
  • 04 — L'isola senza tempo
  • 05 — Gli uomini falco
  • 06 — Morte nella laguna
  • 07 — I vikinghi
  • 08 — Appuntamento con la morte
  • 09 — La fonte dell'eternità
  • 10 — Il sole nero
  • 11 — Il terrore viene con la pioggia
  • 12 — I giganti della montagna
  • 13 — Il tesoro del lago
  • 14 — I mercenari
  • 15 — La furia di Kar
  • 16 — La principessa scomparsa
  • 17 — Gli adoratori del fuoco
  • 18 — Nel regno dei Tunga
  • 19 — Gli uomini di ferro
  • 20 — Il grande duello
  • 21 — Sfida al re della giungla
  • 22 — Si salvi chi può!
  • 23 — La vendetta dello stregone
  • 24 — Il sicario
  • 25 — Il muro di fiamme
  • 26 — I cavalieri della morte
  • 27 — Gli alberi vampiro
  • 28 — La freccia avvelenata
  • 29 — La fossa degli scheletri
  • 30 — Il falso messaggio
  • 31 — Il popolo delle scogliere
  • 32 — L'ultimatum
  • 33 — Le folgori rosse
  • 34 — La tela del ragno
  • 35 — Il signore delle tenebre
  • 36 — La bomba azzurra
  • 37 — Kobra!
  • 38 — Il diamante lunare
  • 39 — Base spaziale
  • 40 — Il cimitero degli elefanti
  • 41 — Il nemico sconosciuto
  • 42 — Il serpente rosso
  • 43 — Le pietre sacre
  • 44 — La regina della galassia
  • 45 — Le spade di ghiaccio
  • 46 — Caccia al tesoro
  • 47 — La terra delle iguane giganti
  • 48 — Il tiranno dell'isola

Editrice Quadrifoglio (1980-1983)[modifica | modifica wikitesto]

  • 49 — La città sommersa
  • 50 — Genius e i super robot
  • 51 — L'isola del dott. Xor
  • 52 — L'uomo invisibile
  • 53 — L'idolo dagli occhi di luce
  • 54 — Falcon
  • 55 — Genius colpisce ancora
  • 56 — L'uomo venuto dallo spazio
  • 57 — Spettri neri
  • 58 — Il fiume delle nebbie
  • 59 — Operazione Luna-Gold
  • 60 — Diabolica congiura
  • 61 — L'idolo robot
  • 62 — Makron
  • 63 — Gli uomini rettile
  • 64 — L'agguato
  • 65 — Doppio gioco
  • 66 — Al di fuori del tempo
  • 67 — Nel regno della magia
  • 68 — Il mistero della maschera bianca
  • 69 — La foresta dei funghi giganti
  • 70 — Il fabbricante di morte
  • 71 — La valle segreta
  • 72 — Rivolta nella giungla
  • 73 — Il risveglio dei giganti
  • 74 — Gli insetti invadono il mondo
  • 75 — I sopravvissuti
  • 76 — Il sosia
  • 77 — Il pozzo della morte
  • 78 — Axor, il pianeta dei diamanti
  • 79 — La maledizione del faraone
  • 80 — La palude nera
  • 81 — Gli alberoidi
  • 82 — L'inferno di sale
  • 83 — La montagna della paura
  • 84 — L'incredibile Terror
  • Numero speciale — Terrore sulle nevi (allegato al n.62)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Akim nel Catalogo del fumetto italiano, Fondazione Franco Fossati - Museo del fumetto e della comunicazione

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]