Airfix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Airfix
Logo
Stato Regno Unito Regno Unito
Fondazione 1939
Fondata da Nicholas Kove
Settore modellismo
Prodotti modellismo statico e dinamico
Sito web www.airfix.com

Airfix è un produttore britannico di modelli in plastica di aeromobili, di proprietà della Hornby Railways.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Origini[modifica | modifica sorgente]

L'Airfix fu fondata nel 1939 dall'ungherese Nicholas Kove. Inizialmente produceva giocattoli gonfiabili in gomma. Il marchio Airfix fu scelto perché parte del processo di produzione consisteva nell'iniettare aria nei prodotti. Dopo l'interruzione causata dalla seconda guerra mondiale, la produzione riprese con pettini di plastica. L'Airfix fu il primo produttore inglese ad introdurre nella lavorazione della plastica una macchina per lo stampaggio ad iniezione.

Ingresso nel mercato del modellismo[modifica | modifica sorgente]

Modellino Airfix del 1957

Nel 1949 iniziò la produzione con un modellino di un trattore Massey Ferguson. Il modello era realizzato in acetato di cellulosa e assemblato a mano. Inizialmente destinato ai distributori della Ferguson, venne poi messo in vendita in kit di montaggio attraverso i negozi della F.W.Woolworth per incrementarne le vendite e riducendo così i costi di produzione.

Nel 1952 il responsabile commerciale della Woolworth, Jim Russon, suggerì alla Airfix di produrre un kit di montaggio della nave di Francis Drake, la Golden Hind. Il kit venne prodotto nel più stabile polistirene. La confezione venne realizzata, anziché nella tradizionale scatola di cartone, in un sacchetto di plastica chiuso da un foglio di carta che riportava anche le istruzioni per il montaggio. Fu un grande successo che porto la società a produrre numerosi altri modelli. Il primo modello di aereo fu quello del Supermarine Spitfire Mk. V prodotto nel 1953 in scala 1/72.

A partire dall'inizio degli anni sessanta l'Airfix fu attiva anche nel campo delle pubblicazioni relative al modellismo, pubblicando mensilmente la rivista Airfix Magazine dedicata ai vari aspetti del modellismo statico. Negli anni sessanta e settanta la ditta conobbe una grande espansione, così come l'hobby del modellismo. La gamma di prodotti della Airfix si espanse fino a comprendere automobili antiche e moderne, motociclette, treni e accessori, veicoli militari, navi, razzi, navi spaziali e soldatini (sempre in scala 1/72) da dipingere, accanto ad una sempre maggiore gamma di aerei. La maggior parte di questi kit veniva realizzata nella scala 1/72. Da metà degli anni settanta in poi vennero introdotti modelli di dimensioni maggiori, tra cui Spitfire, Hurricane-MK1 e Harrier, Stuka JU-87, P-51D Mustang, Messerschmitt Bf 109, Focke-Wulf 190-AS in scala 1/24. Nel 1977 venne prodotto il carro armato Lee-Tank in scala 1/32. Tutti i kit venivano prodotti con lo stampaggio ad iniezione di polistirene.

La crescita del mercato portò alla comparsa di numerosi concorrenti e l'inserimento nel mercato di produttori giapponesi e statunitensi. Nello stesso periodo crebbe anche la Humbrol, azienda che produceva vernici, colle e pennelli per la finitura dei modellini.

Declino[modifica | modifica sorgente]

Negli anni ottanta, l'hobby del montaggio di modelli di aerei conobbe un rapido declino dovuto a vari fattori, fra cui lo sviluppo dei videogiochi e l'introduzione di modelli già montati, che portò ad un drastico calo degli acquirenti interessati al montaggio manule dei modelli. Questo, unito alle perdite causate da altri prodotti, nel 1981 portò l'azienda alla bancarotta e ad essere venduta dapprima alla MPC poi, nel 1986, alla Humbrol. Ciò permise di realizzare delle sinergie, essendo le gamme di prodotti delle due ditte complementari.

Nel 2006 anche la Humbrol ha avuto difficoltà finanziarie e la Airfix assieme ad altre attività sono state cedute alla Hornby Hobbies, uno storico produttore britannico di materiale per fermodellismo. Sotto la proprietà della Hornby nel 2007 sono stati realizzati vari kit di montaggio fra i quali RNLI-Severn Class Lifeboat in scala 1/72, Spitfire Mk.I in scala 1/48, oltre a quattro diorami inerenti a un campo di volo. Per la fine del 2007-inizio del 2008 l'Airfix ha realizzato alcuni modelli di aerei quali l'Electric Canberra B(I)8 in scala 1/48 ed il Nimrod. Airfix produce modelli tuttora.

Prodotti[modifica | modifica sorgente]

Model railways[modifica | modifica sorgente]

Nel 1962 Airfix comprò da Rosebud Kitmaster Ltd il suo archivio prodotti nel ferromodellismo Kitmaster[1] Solo dieci locomtoive Kitmaster furono marchiate Airfix.

Dal 1975 al 1981, Airfix commercializzò modelli ferroviari in scala 00. Modelli di pregievole fattura dal punto di vista del dettaglio, superiori alla concorrente Hornby. Il modello della Great Western Railway (GWR) 0-4-2 autotank a vapore e GWR autocoach sono ancora oggi delle pietre migliari.

L'etichetta divenne Great Model Railways (GMR) nel 1979. Airfix lasciò il ferromodellismo nel 1981, venduta la divisione alla Palitoy con la serie Mainline Model Railways. Anche dopo la cessione, il mensile Model Trains, pubblicato dal gennaio 1980, proseguì per alcuni anni dopo il 1981. Da Model Trains si passò a Scale Trains nell'aprile 1982, poi Scale Model Trains nel 1984. Scale Model Trains venne pubblicato fino al giugno 1995. Poi il nuovo editore lanciò Model Trains International.[2]

Airfix Motor Racing[modifica | modifica sorgente]

Nel 1963 viene introdotto Airfix Motor Racing, slot car racing. con modelli in scala 1/32, Ford Zodiac, Sunbeam Rapier. Il primo set fu con Ferrari e Cooper. Sulla scia di Scalextric, Airfix tentò lo sviluppo di Model Road Racing Company (MRRC), ma senza successo.

Video game[modifica | modifica sorgente]

Nel 2000 la EON Digital Entertainment rilascia Airfix Dogfighter per Microsoft Windows. La rappresentazione di battaglie aere durante la seconda guerra mondiale, con Me-262 e F6F Hellcat. I modelli possono essere realizzati virtualmente dai giocatori, così come navi, sottomarini, carri armati etc.

Model kit[modifica | modifica sorgente]

T34/T85 in scala 1:76

Negli anni:

Velivoli
1:24, 1:48, 1:72, 1:144 e 1:300 scale, i più noti kit della Airfix. Il set di due è chiamato "Dogfight".
Razzi e navicelle spaziali
1:72 e 1:144 scale. Moduli lunari e Vostok, Saturn IB, Saturn V. Fantasy Eagle Transporter della serie TV Space: 1999, Angel Interceptor dela serie Captain Scarlet and the Mysterons.
Imbarcazioni
1:72 E-Boat, Vosper MTB e RAF Rescue Launch.
Navi militari
1:400, 1:600 e 1:1200 scale. "Bismarck chase"
Navi civili
1:600. Mauretania, Queen Elizabeth, QE2, QM2, Canberra, France, Free Enterprise II
Navi storiche
scala 1:600 e 1:96 to 1:180.
Auto
1:12, 1:24, 1:25, 1:32 e 1:43 scale. Bentley Blower, Monkeemobile, Toyota 2000GT, You Only Live Twice - Airfix also kitted the Wallis WA-116 autogyro from the same film.
Motociclette
1:8, 1:12, 1:16 e 1:24 scale.
Treni e accessori
1:76 scala. Kitmaster.
Veicoli militari
1:32, 1:35, 1:72 e 1:76 scale. Airfix fu la prima a realizzare nel 1960 in ascala 1:72 con il Bristol Bloodhound.

"RAF Refuelling Set", "RAF Recovery Vehicle Set", "Airfield Fire Rescue Set" per diorama.

Diorama
H0/00 scale "Battlefront History", "Rampaging Scorpion" e "Colossal Mantis".
Figure
1:76, 1:72 e 1:32 scale. Soldatini 14/30 per scatola 1:32, 30/50 per scatola 1:72 in polietilene.[3]
Multipose Figures
1:32 scale. in polistirene assemblabili.
Collector Series
54 mm.
Historical Figures
1:12 scale. Elizabeth I, Anne Boleyn, Edward, the Black Prince, Henry VIII,[4] Giulio Cesare, Oliver Cromwell, Bengal Lancer, Princess Anne, James Bond e Oddjob.
Wildlife Series
1:1 scale. British garden birds in a diorama.
Dinosauri
Tyrannosaurus Rex.
Museum Series
Motore a vapore, Paddle Engine, locomotiva Richard Trevithick e motore quattro cilindri.
Robogear
science fiction.
Doctor Who
Doctor Who TV series, TARDIS.[5]

Box art[modifica | modifica sorgente]

Artisti come Roy Cross hanno disegnato le scatole comercializzate.[6]

Cultura popolare[modifica | modifica sorgente]

La storia di Airfix è presente nel mondo anglosassone in particolare.[7] Nel 2008 una pubblicità televisiva della Grupo Santander riproduceva una auto di Formula 1 di Lewis Hamilton.[8][9]

Un modello a grandezza naturale del Supermarine Spitfire è stato fatto per l aserie BBC TV James May's Toy Stories nel 2009. Nel drama della BBC Call the Midwife terza serie, episodio 6, Timothy Turner chiede alla matrigna "can I show Colin my Airfix Supermarine Spitfire?"

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.airfixrailways.co.uk/History.htm.
  2. ^ http://www.modeltrainsinternational.co.uk/
  3. ^ http://www.miniatures.de/plastic-corrosion-airfix-01723-paratroops.html.
  4. ^ The Airfix Kit Range, Pws.prserv.net. URL consultato il 2009-11-05.
  5. ^ Scale Plastic Model Kits by Airfix, Airfix.com. URL consultato il 2009-11-05 (archiviato dall'url originale il ).
  6. ^ Roy Cross artwork in Collecting Airfix Kits. URL consultato il 3 September 2010.
  7. ^ Airfix: kit, model or toy?, Open2.net. URL consultato il 2009-11-05 (archiviato dall'url originale il ).
  8. ^ Digital Arts, Digitalartsonline.co.uk. URL consultato il 2009-11-05.
  9. ^ Andy Darley, Airfix Lewis Hamilton kit coming soon in www.britsonpole.com, 3 November 2008. URL consultato il 24 December 2009.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]