Air-Independent Propulsion

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Per sistemi AIP (Air Independent Propulsion sigla in inglese) si intendono una serie relativamente recente dei sistemi di propulsione per sottomarini, in grado di operare a lungo senza l'utilizzo di aria esterna, permettendo al sottomarino di navigare più a lungo sott'acqua (diversi giorni contro decine di ore per una propulsione sottomarina classica) e di conseguenza aumentando la loro autonomia.

I sistemi AIP sono relativamente recenti (sono utilizzati da circa vent'anni, dalla metà degli anni '90, anche se alcuni sistemi furono sperimentati dai giapponesi verso il 1935, senza successo, dai tedeschi verso il 1944, e con la classe Quebec sovietica negli anni '50), e vanno dal semplice uso delle riserve di ossigeno liquido alle più recenti tecnologie come le celle a combustibile dei sottomarini diesel-elettrici.

L'utilizzazione di questi sistemi è un indubbio vantaggio per le marine militari che non fanno ricorso alla propulsione nucleare.

Le limitazioni dei sommergibili convenzionali a propulsione diesel-elettrica sono notevoli, in quanto i battelli durante le immersioni utilizzano un motore elettrico alimentato da batterie che hanno bisogno di ricarica utilizzando un motore diesel accoppiato ad un alternatore. Il motore diesel a sua volta necessita di ossigeno e il sottomarino è costretto a fornire l'aria esterna al motore diesel navigando in superficie o a quota periscopica o ricevendo l'aria necessaria attraverso lo snorkel, rischiando di essere rilevato dal radar (rilevazione del periscopio e dello snorkel), dai sensori a infrarossi o chimici (rilevamento dei gas di scarico) o dal sonar passivo (rumore dei motori diesel) delle unità di superficie nemiche ed inoltre l'autonomia delle batterie è limitata.

Per superare questi limiti sono stati progettati sistemi di propulsione più efficienti, che permettano di rimanere sott'acqua più a lungo. Un tentativo fu la Propulsione Walter, un motore chimico a combustione che funzionava a Perossido di idrogeno[1][2] e alimentava una turbina la quale forniva sufficiente potenza per alimentare tutto il sottomarino. Durante la seconda guerra mondiale sono stati progettati con questo sistema di propulsione i sommergibili tedeschi Tipo XXIV e Tipo XXVI, ma non sono stati completati. Tali progetti erano stati ripresi dai sovietici nel dopoguerra, ma sono stati presto abbandonati in favore della propulsione nucleare, in quanto la Classe Quebec[3], in cui tale sistema di propulsione venne sperimentato, era molto inaffidabile e soggetta ad esplosioni ed incendi[3]. Per questo motivo i sommergibili di questa classe erano chiamati ironicamente "accendini", in quanto l'ossigeno liquido è stato fonte di frequenti incendi.

Sistemi di propulsione AIP[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Propulsione Walter, sonar-ev.de. URL consultato il 10 aprile 2009.
  2. ^ Spiegel, Geheimprotokolle Inchiesto dello Spiegel sulla Propulsione Walter, spiegel.de. URL consultato il 10 aprile 2009.
  3. ^ a b Project 615 Quebec class, URL consultato il 08 maggio 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]