Aida (nome)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Aida è un nome proprio di persona italiano femminile.

Varianti[modifica | modifica sorgente]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica sorgente]

Origine e diffusione[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di un adattamento del nome arabo عائدة (Ayda)[2] che significa "che ritorna", "visitatrice"[1][3]. Analogamente al nome Radames, Aida deve la sua popolarità all'opera omonima di Giuseppe Verdi, l'Aida, grazie alla quale conobbe massiccia diffusione alla fine del 1800[2][3]. Si contano sporadici usi del nomi prima del 1871 (data della prima rappresentazione dell'Aida), che però erano probabilmente varianti di Ada[3].

Sono comunque diffuse svariate altre interpretazioni del nome: alcune fonti lo ricollegano all'egizio Eiti, di etimologia ignota[4], altre al nome turco di una città dell'Anatolia, Aydın[5], altre al greco aidès, "invisibile"[5], altre infine al nome Aidano[5] (di cui può, in ben rari casi, rappresentare un ipocoristico femminile).

Onomastico[modifica | modifica sorgente]

Il nome è adespota, cioè non è portato da alcuna santa, e l'onomastico ricade il 1º novembre, giorno di Ognissanti. Alcune fonti lo riportano il 31 agosto, in ricordo di sant'Aidano di Lindisfarne[4], nome che ha però origine diversa.

Persone[modifica | modifica sorgente]

Kpdf bookish.svg Voci presenti nell'enciclopedia su persone di nome "Aida..."

Variante Aída[modifica | modifica sorgente]

Kpdf bookish.svg Voci presenti nell'enciclopedia su persone di nome "Aída..."
Aída Yéspica

Variante Ayda[modifica | modifica sorgente]

Kpdf bookish.svg Voci presenti nell'enciclopedia su persone di nome "Ayda..."

Il nome nelle arti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Ayda, Behind the Name. URL consultato l'11 febbraio 2013.
  2. ^ a b (EN) Aida, Behind the Name. URL consultato l'11 febbraio 2013.
  3. ^ a b c K. M. Sheard, Llewellyn's Complete Book of Names, Llewellyn Publications, Pag. 39, ISBN 0-7387-2368-1.
  4. ^ a b Aida, Santi, beati e testimoni. URL consultato l'11 febbraio 2013.
  5. ^ a b c Alfonso Burgio, Dizionario dei nomi propri di persona, Roma, Hermes Edizioni, 1992, Pagg. 29-30, ISBN 88-7938-013-3.
antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi