Ahmed Abdallah Mohamed Sambi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ahmed Abdallah Mohamed Sambi
Bandiera delle Comore

10º Presidente delle Comore

Sambialone17 07 08.jpg
Mandato Presidenziale: dal 26 maggio 2006 al 26 maggio 2011
Predecessore: Azali Assoumani
Successore: Ikililou Dhoinine
Data di Nascita: 5 giugno 1958
Luogo di Nascita: Mutsamudu, isola di Anjouan
Coniuge: ?
Professione: Politico
Partito politico: indipendente

Ahmed Abdallah Mohamed Sambi (Mutsamudu, 5 giugno 1958) è un politico comoriano, presidente dal 2006.

Capo islamico e politico, è conosciuto con il nome di 'Ayatollah'. Dopo aver vinto le elezioni presidenziali del 14 maggio 2006 con il 58,02% dei voti, Sambi si è insediato alla presidenza delle Comore il 26 maggio successivo. È il primo trasferimento pacifico di potere nella storia delle isole.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Sambi ha sette figli e possiede aziende che producono materassi, acqua in bottiglia e profumi, una dei principali prodotti esportati dalle Comore. Vive a Mutsamudu, capoluogo dell'isola di Anjouan. Ha fondato anche un canale televisivo chiamato Ulezi (istruzione).[1]

Ha studiato cultura islamica in Sudan, in Arabia Saudita e in Iran. Il titolo di 'Ayatollah' deriva dai suoi studi in Iran.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Partecipando come indipendente alle elezioni presidenziali primarie del 16 aprile 2006 sull'isola di Anjouan, Sambi si fu il più votato fra i 13 candidati, con il 23,70% dei voti.

Nelle elezioni del 14 maggio, Sambi fu dichiarato vincitore il 15 maggio da parte del Segretario di Stato per le elezioni Ali Abdallah, davanti all'ufficiale in pensione dell'aeronautica francese Mohamed Djaanfari ed all'esperto politico Ibrahim Halidi, la cui candidatura era supportata da Azali Assoumani, presidente uscente.[2]

Idee politiche[modifica | modifica wikitesto]

Vi sono citazioni che Sambi abbia detto che le Comore non sono pronte a diventare una repubblica islamica e che nessuno verrà costretto a portare il velo durante la sua presidenza. È anche il primo presidente proveniente dall'isola di Anjouan. Ha anche promesso di combattere la corruzione, di creare posti di lavoro e di costruire case per la maggioranza dei comoriani poveri.[1]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

immagine del nastrino non ancora presente Gran Maestro dell'Ordine della Stella di Anjouan
immagine del nastrino non ancora presente Gran Maestro dell'Ordine della Stella delle Comore

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Profile: The 'Ayatollah' of Comoros, BBC News, 16 maggio 2006. URL consultato il 23/7/2008.
  2. ^ Islamist elected Comoros leader, BBC News, 16 maggio 2006. URL consultato il 23/7/2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente delle Comore Successore Flag of the Comoros.svg
Azali Assoumani 2006- in carica