Ahmad ibn Muhammad al-Tha'labi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Abū Isḥāq Aḥmad ibn Muḥammad ibn Ibrāhīm ibn al-Nīsābūrī al-Thaʿlabī (in arabo: أبو إسحاق أحمد ﺑﻦ ﻣﺤﻤﺪ ﺑﻦ ﺍﺑﺮﺍﻫﻴﻢ ﺑﻦ ﺍﻟﻨﻴﺴﺎﺑﻮﺭﻱ ﺍﻟثَعلَبﻲ); ... – novembre 1035) è stato uno scrittore arabo di tafsīr e di racconti coranici (qiṣaṣ).

Di Ahmad ibn Muhammad al-Tha'labi sono sopravvissute due opere:

  1. l'esegesi coranica, intitolata Kashf wa l-bayān ʿan tafsīr al-Qurʾān (di cui è stata pubblicata, a cura di I. Goldfeld, solo l'Introduzione bibliografica (Quranic commentary in the Eastern Islamic tradition of the first four centuries of the hijra: an annotated edition of the preface to Thaʿlabī's "Kitāb al-kashf wa l-bayān ʿan tafsīr al-Qurʾān", Acri, 1984), ricca di notizie su antichi commentatori non considerati appieno affidabili dalla cultura religiosa islamica, come Muqātil b. Sulaymān o Muḥammad b. al-Sāʾib al-Kalbī), che sarebbero stati poi sinteticamente incorporati nel tafsīr del secolo successivo, elaborato da al-Bayḍāwī (Maʿālim al-tanzīl).
  2. Le sue storie relativi ai profeti, intitolate Qiṣaṣ al-anbiyāʾ ʿarāʾis al-majālis

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Aḥmad ibn Muḥammad ibn Ibrāhīm al-Thaʿlabī, Qiṣaṣ al-anbiyāʾ, Cairo, Dār Iḥyāʾ al-Kutub al-ʿArabiyya, 1928. L'opera è stata tradotta e commentata da William M. Brinner ( = Series Studies in Arabic literature vol. 24). Leiden – Boston, Brill, 2002).
  • Tilman Nagel, Die Qiṣaṣ al-anbiyāʾ. Ein Beitrag zur arabischen Literaturgeschichte, Selbstverlag des orientalischen Seminars der Universitat Bonn, Bonn 1967, pp. 80–102.
  • Lemma «al-Thaʿlabī» (A. Rippin), su The Encyclopaedia of Islam.
  • Roberto Tottoli, Profeti biblici nella tradizione islamica, Brescia, Paideia, 1999 (trad. ingl. Biblical Prophets in the Qurʾān and Muslim Literature, Richmond, Curzon, 2002).