Agroecologia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'agroecologia consiste nell'applicazione dei principi ecologici alla produzione di alimenti, carburante, fibre e farmaci nonché alla gestione di agrosistemi. Il termine comprende una vasta gamma di approcci e può significare «una scienza, un movimento [o] una pratica»[1].
Il prefisso agro- è un riferimento all'agricoltura.

La strategia ecologica[modifica | modifica sorgente]

Gli agroecologi studiano una varietà di agrosistemi, e il campo dell'agroecologia non è associato a un particolare metodo di coltivazione, sia che si tratti di agricoltura biologica, integrata o convenzionale, intensiva o estensiva. Inoltre, l'agroecologia non è definita da una specifica pratica gestionale, come l'uso della lotta biologica al posto degli insetticidi, o della policoltura in luogo della monocoltura.

D'altro canto, gli agroecologi non si oppongono unanimemente alla tecnologia o ad altri input in agricoltura, bensì valutano come, quando e se la tecnologia può essere utilizzata in combinazione con le risorse naturali, sociali e umane[2]. L'agroecologia costituisce un contesto, ovvero un particolare ambiente di studio, e come tale non fornisce una formula o ricetta universale per organizzare un agrosistema ideale.

Gli agroecologi, piuttosto, possono studiare le questioni relative a quattro caratteristiche degli agrosistemi: produttività, stabilità, sostenibilità ed equità[3]. Al contrario di discipline che si occupano solo di una o di alcune di tali proprietà, gli agroecologi le concepiscono interconnesse e parti integranti per un'evoluzione sostenibile di un agrosistema. Riconoscendo che queste caratteristiche si manifestano su diverse scale spaziali, gli agroecologi studiano gli agroecosistemi su differenti livelli: gene-organismo-popolazione-comunità-ecosistema-paesaggio-bioma, campo-fattoria-comunità-stato-regione-paese-continente-pianeta.

Inoltre, gli agroecologi studiano le suelencate proprietà mediante un approccio interdisciplinare, usando le scienze naturali per comprendere, ad esempio, le caratteristiche del suolo o le interazioni pianta-insetto — come pure le scienze sociali per descrivere gli effetti delle pratiche agricole sulle comunità rurali, per individuare i vincoli economici riguardanti lo sviluppo di nuovi metodi di produzione, oppure comprendere i fattori culturali che determinano le attività agricole.

Gli approcci[modifica | modifica sorgente]

Non tutti gli agroecologi concordano su quello che è la loro disciplina, o dovrebbe essere nel lungo periodo. Differenti definizioni di "agroecologia" possono essere fornite, a seconda dell'accezione che si attribuisce alla parola "ecologia" e alle connotazioni politiche associabili al termine. Pertanto, le varie definizioni di "agroecologia" si possono raggruppare in base al contesto in cui si può situare la parola "agricoltura".
L'agroecologia è definita dall'OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) come «lo studio del rapporto fra coltivazioni agricole e ambiente»[4]: è evidente il riferimento all'"-ecologia", presente in "agroecologia", ma ristretta all'ambiente naturale. Di conseguenza, un agroecologo studierebbe le relazioni dell'agricoltura con lo stato del suolo, la qualità dell'acqua e dell'aria, meso- e micro-fauna, flora circostante, tossine ambientali, ecc.

Un'altra definizione comune è stata data da Dalgaard et al., che associa l'agroecologia allo studio delle interazioni fra piante, animali, esseri umani, ambiente naturale e sistemi agricoli. Quindi l'agroecologia sarebbe intrinsecamente multidisciplinare, legata ad agronomia, ecologia, sociologia, economia e discipline orbitanti[5]. In questo caso, la porzione "-ecologia" è da concepire in senso più generale, includente pure il contesto sociale-culturale-economico.

Inoltre, l'agroecologia è variamente definita a seconda del luogo geografico. Nel sud del mondo questa parola ha sovente connotazioni politiche. Tali definizioni politiche di agroecologia di solito associano ad essa obiettivi di giustizia sociale ed economica; una particolare attenzione, in questo caso, è spesso dedicata alla conoscenza dell'agricoltura tradizionale delle popolazioni indigene[6]. In Nord America e in Europa, invece, si suole evitare l'uso apertamente politico del termine; di conseguenza, in tal caso, l'agroecologia è intesa come una disciplina scientifica, priva di specifici obiettivi sociali.

Pubblicazioni principali[7][modifica | modifica sorgente]

Anno Autori Titolo
1928 Klages Crop ecology and ecological crop geography in the agronomic curriculum
1939 Hanson Ecology in agriculture
1956 Azzi Agricultural ecology
1965 Tischler Agrarökologie
1973 Janzen Tropical agroecosystems
1974 Harper The need for a focus on agro-ecosystems
1976 Loucks Emergence of research on agroecosystems
1977 Hernanez Xolocotzi Agroecosistemas de Mexico
1978 Gliessman Agroecosistemas y tecnologia agricola tradicional
1979 Hart Agroecosistemas: conceptos básicos
1979 Cox & Atkins Agricultural ecology: an analysis of world food production systems
1980 Hart Agroecosistemas
1981 Gliessman, Garcia & Amador The ecological basis for the application of traditional agricultural technology in the management of tropical agroecosystems
1982 Montaldo Agroecologia del trópico americano
1983 Altieri Agroecology
1984 Lowrance, Stinner & House Agricultural ecosystems: unifying concepts
1985 Conway Agroecosystems analysis
1987 Altieri Agroecology: the scientific basis of alternative agriculture
1990 Allen, Dusen, Lundy & Gliessman Integrating social, environmental, and economic issues in sustainable agriculture
1990 Gliessman Agroecology: researching the ecological basis for sustainable agriculture
1990 Carroll, Vandermeer & Rosset Agroecology
1990 Altieri & Hecht Agroecology and small farm development
1991 Caporali Ecologia per l'agricoltura
1991 Bawden Systems thinking in agriculture
1993 Coscia Agricoltura sostenibile
1998 Gliessman Agroecology: ecological processes in sustainable agriculture
2001 Flora Interactions between agroecosystems and rural communities
2001 Gliessman Agroecosystem sustainability
2002 Dalgaard, Porter & Hutchings Agroecology, scaling, and interdisciplinarity
2003 Francis et al. Agroecology: The Ecology of Food Systems
2004 Clements, Shrestra New Dimension in Agroecology
2007 Bland and Bell A Holon Approach to Agroecology
2007 Gliessman Agroecology: The Ecology of Sustainable Food Systems
2007 Warner Agroecology in Action
2009 Wezel, Soldat A quantitative and qualitative historical analysis of the scientific discipline agroecology
2009 Wezel et al. Agroecology as a science, a movement or a practice. A review

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Alexander et al. Wezel, Agroecology as a science, a movement and a practice. A review in Agronomy for Sustainable Development, vol. 29, nº 4, 20 gennaio 2009, pp. 503-515. URL consultato il 23 luglio 2012. (archiviato)
  2. ^ (EN) Jules Pretty, Agricultural sustainability: concepts, principles and evidence in Philosophical Transactions of the Royal Society, vol. 363, nº 1491, 12 febbraio 2008, pp. 447-465. (archiviato)
  3. ^ (EN) Gordon R. Conway, Agroecosystem analysis in Agricultural Administration, vol. 20, nº 1, 1985, pp. 31-55.
  4. ^ (EN) "Agro-ecology", Glossary of Statistical Terms. URL consultato il 31 agosto 2012 (archiviato il ).
  5. ^ (EN) Tommy Dalgaard, Nicholas J. Hutchings e John R. Porter, Agroecology, scaling and interdisciplinarity (PDF) in Agriculture, ecosystems and environment, vol. 100, nº 1, novembre 2003, pp. 39-51. URL consultato il 31 agosto 2012. (archiviato)
  6. ^ Cfr. (EN) Agroecology.org. URL consultato il 31 agosto 2012 (archiviato il ).
  7. ^ Fonti: Francis et al., 2003; Wezel et al., 2009.

Altre letture[modifica | modifica sorgente]

In italiano[modifica | modifica sorgente]

  • Altieri, Miguel A., Agroecologia: prospettive scientifiche per una nuova agricoltura, Padova, Muzzio Editore, 1991, pp. 275. ISBN 8870215415
  • Caporali, Fabio, Campiglia, Enio e Mancinelli, Roberto, Agroecologia. Teoria e pratica degli agroecosistemi, Milano, CittàStudi, 2010, pp. 322. ISBN 9788825173529
  • Erba, Valeria, Di Marino, Mina e Agostini, Stella, Guida alla pianificazione territoriale sostenibile. Strumenti e tecniche di agroecologia, Santarcangelo di Romagna (RN), Maggioli Editore, 2010, pp. 280. ISBN 9788838754838

In inglese[modifica | modifica sorgente]

  • Altieri, Miguel A., Agroecology: the scientific basis of alternative agriculture, Boulder, Colorado, Westview Press, 1987.
  • Altieri, Miguel A., Agroecological foundations of alternative agriculture in California, Ecosystems and Environment 39 (1-2): 23-53, 1992.
  • Buttel, Friederick H. e Gertler, Michael E., Agricultural structure, agricultural policy and environmental quality: Some observations on the context of agricultural research in North America, Agriculture and Environment 7 (2): 101-119, 1982.
  • Carroll, Ronald C., Vandermeer, John H. e Rosset, Peter M., Agroecology, New York, McGraw Hill Publishing Company, 1990.
  • Paoletti, Maurizio G., Stinner, Ben R. e Lorenzoni, Giovanni G., Agricultural Ecology and Environment, New York, Elsevier Science Publisher B.V., 1989.
  • Robertson, Philip e Scott, Swinton M., Reconciling agricultural productivity and environmental integrity: a grand challenge for agriculture, Frontiers in Ecology and the Environment 3 (1): 38-46, 2005.
  • Savory, Allan e Butterfield, Jody, Holistic Management: A New Framework for Decision Making, 2ª ed., Washington, D.C., Island Press, 1998, pp. 644. ISBN 9781559634885
  • Vandermeer, John H., The ecological basis of alternative agriculture, Annual Review of Ecology, Evolution, and Systematics 26: 201-224, 1995.
  • Wojtkowski, Paul A., Agroecological perspectives in agronomy, forestry and agroforestry, Enfield, New Hampshire, Science Publishers Inc., 2002.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]