Agostino Cornacchini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monumento equestre di Carlo Magno, Agostino Cornacchini (1725), basilica di San Pietro in Vaticano, Italia

Agostino Cornacchini (Pescia, 26 agosto 1686Roma, 1754) è stato uno scultore e pittore italiano, molto attivo a Roma.

Nel 1697 si trasferì a Firenze, dove fu allievo di Giovanni Battista Foggini. Nel 1712 si trasferì a Roma e lavorò alla basilica di San Pietro in Vaticano, dove realizzò la statua equestre di Carlo Magno (1720-1725) e, per la serie dei Santi Fondatori, la statua del profeta Elia (1727). Altre sue opere presso il Duomo di Orvieto, ad Ancona, Pistoia e nella Basilica di Superga a Torino. Pure suoi sono i busti marmorei dei cardinali Ferdinando D'Adda e Luigi Omodei conservati nella sagrestia della basilica dei Santi Ambrogio e Carlo al Corso.

A lui il cardinale ungherese Michele Federico Althann commissionò la scultura di San Giovanni Nepomuceno oggi sul Ponte Milvio, a Roma.

Nella sua città natale, gli è attribuita la scalinata della chiesa dei Santi Stefano e Niccolao.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Jane Turner (a cura di), The Dictionary of Art. 7, pp. 860-861. New York, Grove, 1996. ISBN 1-884446-00-0

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 4867933 LCCN: nr2002033456