Agostino Ciampelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dipinto de"l'Annunciazione", custodito presso la Chiesa degli Ottimati a Reggio Calabria.

Agostino Ciampelli o Agostino Ciampelio Fiorentino (Firenze, 29 agosto 1565Roma, 22 aprile 1630) è stato un pittore italiano.

Fu allievo di Santi di Tito, uno degli artisti principali della Controriforma a Firenze e da lui imparò il modo conservatore e devozionale nel trattare i soggetti religiosi che in tal modo caratterizzano la riforma fiorentina. Ciampelli può infatti essere descritto come il vero erede artistico di Santi di Tito, il cui stile ha lasciato su di lui una profonda influenza per gran parte della sua carriera.

Fu ammesso all'Accademia del Disegno di Firenze nel 1585. I suoi primi lavori conosciuti sono i dipinti per un arco di trionfo provvisorio eretto in occasione dell'arrivo di Cristina di Lorena a Firenze nel 1589, parte di una serie di dipinti di Santi di Tito e dei suoi allievi. Tra il 1624 e il 1626 fu responsabile per la decorazione pittorica per gli affreschi nella chiesa di Santa Bibiana in Roma (affreschi affidati a Pietro da Cortona). A Fiumedinisi (Messina) è esposta la tela della Madonna del Rosario commessagli da Isabella Colonna Romano.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jane Turner (a cura di), The Dictionary of Art. 7, p. 297. New York, Grove, 1996. ISBN 1-884446-00-0

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]