Agilulfo di Colonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sant'Agilulfo
Statua del vescovo Agilulfo sulla Torre civica di Colonia
Statua del vescovo Agilulfo sulla Torre civica di Colonia

Abate e vescovo

Nascita  ?
Morte 751
Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 31 marzo
Attributi abito e paramenti vescovili; libro, spada e falcone

Agilulfo di Colonia (... – 751) fu un monaco tedesco che divenne abate e vescovo.

Vi è una certa confusione su questo santo. Secondo una Passio del secolo XII Agilulfo, vescovo di Colonia e consigliere di Carlo Martello, sarebbe stato assassinato nel 716. Secondo un'altra Passio coeva invece, Agilulfo sarebbe stato vescovo di Colonia ed Abate di Stablo e di Malmedy ma alcuni dati storici sembrano affermare che l'abate di Stablo e Malmedy e l'omonimo vescovo di Colonia siano due persone diverse.[1]

Fu lodato da papa Zaccaria per la sua Professio fidei del 747.

Dal Martirologio Romano: «A Colonia in Austrasia, ora in Germania, sant’Agilolfo, vescovo, illustre per la santità di vita e la predicazione».

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Santi, beati e testimoni - sant'Agilulfo

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Successioni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Abate di Stablo e di Malmedy Successore Prepozyt.png
Anglino
727746
746751 Alberico
751779
Predecessore Vescovo di Colonia Successore BishopCoA PioM.svg
Reginfrido
743743/745
746/747 - 751 Hildegaro
753

Controllo di autorità VIAF: 64396105