Agia di Trezene

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ulisse e le sirene

Agia di Trezene (... – ...) è stato un poeta greco antico del VII secolo a.C..

Non si hanno notizie sulla sua vita mentre della sua opera i Nostoi, Νόστοι, un poema epico[1] in cinque volumi, ci sono pervenuti pochi frammenti.

I Nostoi, Ritorni, appartenenti al ciclo troiano narravano le vicende dei greci durante il loro ritorno in patria dopo la distruzione di Troia.

Anche l'attribuzione dei Nostoi non è certa, alcuni autori, infatti, l'attribuiscono allo stesso Omero[1].

È verosimile che Licofrone abbia conosciuto i Nostoi e ne abbia anche tratto elementi per la sua Alessandra.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Cantarella, op. cit., p. 83.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • J. P. Barron (e altri). Letteratura greca. Milano, Mondadori, 2007.
  • Luciano Canfora. Storia della letteratura greca. Roma-Bari, GLF-Laterza, 2001. ISBN 8842064289.
  • Raffaele Cantarella, La letteratura greca, Milano, UR, 2002. ISBN 88-17-11251-8. .
  • (EN) Jonathan S. Burgess, The Tradition of the Trojan War in Homer and the Epic Cycle, The Johns Hopkins University Press, Baltimore, 2001 ISBN 080187890X.
  • Calcidese Licofrone. Alessandra. Testo greco a fronte, Valeria Gigante Lanzara (a cura di). Milano, BUR, 2000. ISBN 978-88-17-17332-2.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie