Agente 007 - L'uomo dalla pistola d'oro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Agente 007 - L'uomo dalla pistola d'oro
TheManWithTheGoldenGun.JPG
Una scena del film
Titolo originale The Man with the Golden Gun
Paese di produzione Gran Bretagna
Anno 1974
Durata 125 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,66:1
Genere spionaggio
Regia Guy Hamilton
Soggetto Ian Fleming
Sceneggiatura Richard Maibaum, Tom Mankiewicz
Fotografia Ted Moore
Montaggio Raymond Poulton
Effetti speciali John Stears
Musiche John Barry
Tema musicale The Man with the Golden Gun - Lulu
(John Barry, Don Black)
Scenografia John Graysmark
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Agente 007 - L'uomo dalla pistola d'oro (The Man with the Golden Gun) è un film del 1974, diretto da Guy Hamilton. Roger Moore torna nel ruolo di James Bond, affiancato da Christopher Lee e Maud Adams. Il soggetto è liberamente tratto dal romanzo L'uomo dalla pistola d'oro di Ian Fleming.

Trama[modifica | modifica sorgente]

James Bond si ritrova invischiato in una faccenda alquanto personale: uno spietato killer di nome Francisco Paco "Pistola" Scaramanga vuole uccidere proprio 007. All'apparenza sembrerebbe uno dei tanti pazzi che uccidono per piacere, ma questo Scaramanga colpisce le proprie vittime con pallottole d'oro, e anche la pistola che usa è completamente d'oro. Il suo fornitore è un certo Lasar. Essendo un killer professionista, Scaramanga non uccide gratis: il prezzo? 1.000.000 $ a vittima, e sono proprio questi soldi che gli permettono, insieme al suo maggiordomo Nick Nack, di passare una vita felice e tranquilla.
Alla fine arriva il duello tra 007 e Scaramanga; Bond grazie alla sua grande furbizia riesce ad uccidere Scaramanga e, non prima di un colpo di coda di Nick Nack, a tornare in Inghilterra con la sua "aiutante" Miss Goodnight.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Il motivo conduttore del film The man with the golden gun, composto da John Barry con parole di Don Black, è cantato dalla cantante scozzese Lulu.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

L'isolotto di Tapù (Thailandia) e una AMC Javelin SST L'isolotto di Tapù (Thailandia) e una AMC Javelin SST
L'isolotto di Tapù (Thailandia) e una AMC Javelin SST

In questo film si possono notare marchingegni molto sofisticati come l'auto volante di Scaramanga, senza dimenticare la famosa Walther PPK.

Christopher Lee, interprete del killer Scaramanga, è nella realtà il cugino di Ian Fleming e nel suo primo film, Il mistero degli specchi (1948), aveva lavorato con Lois Maxwell, la celebre Miss Moneypenny, ed era stato diretto da Terence Young, regista dei primi film della serie di 007.

L'auto usata da Bond è una Pony Car AMC (American Motor Corporation) Javelin SST del 1970. Il salto carpiato con l'auto tra le sponde del canale è stato realmente eseguito da un gruppo di stuntman, che per calcolare la traiettoria si è avvalso di un computer.

Il finale del film è stato girato nell'isola di Phuket, divenuta anche tristemente famosa per lo tsunami del 26 dicembre 2004.

Nella scena di lotta nel camerino della ballerina a Beirut, Bond, a causa della colluttazione, sposta uno specchio, nel quale per diversi istanti si può vedere il riflesso della telecamera e della troupe.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]