Agaricus bisporus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Champignon
Champignons Agaricus.jpg
Agaricus bisporus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Sottodivisione Agaricomycotina
Classe Agaricomycetes
Sottoclasse Agaricomycetidae
Ordine Agaricales
Famiglia Agaricaceae
Genere Agaricus
Specie A. bisporus
Nomenclatura binomiale
Agaricus bisporus
J.E. Lange) Imbach, 1946
Nomi comuni

champignon

Caratteristiche morfologiche
Agaricus bisporus
Cappello ovoideo disegno.png
Cappello ovoideo
Gills icon.png
Imenio lamelle
Free gills icon2.svg
Lamelle libere
Brown spore print icon.png
Sporata marrone
Ring stipe icon.png
Velo anello
Virante icona.svg
Carne virante
Saprotrophic ecology icon.png
Saprofita
Foodlogo.svg
Commestibile

L'Agaricus bisporus (J.E. Lange) Imbach, 1946, meglio conosciuto con il nome francese di champignon, è un fungo basidiomicete della famiglia delle Agaricaceae molto apprezzato e largamente commercializzato in tutto il mondo.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Dal latino bisporus = con due spore, per via dei basidi che possiedono solo due spore invece di quattro.

Descrizione della specie[modifica | modifica wikitesto]

Dettagli morfologici

Cappello[modifica | modifica wikitesto]

Largo fino a 12 cm, a volte anche oltre, prima ovoideo, poi emisferico, infine convesso; molto carnoso e di color bianco, spesso presenta squame brunastre; margine frequentemente fioccoso.

Lamelle[modifica | modifica wikitesto]

Color rosa candido, diventano color cioccolato in breve tempo ed infine marrone scuro; libere e piuttosto fitte.

Gambo[modifica | modifica wikitesto]

3-5 x 1,5-2 cm, sodo, pieno, corto, tozzo e cilindrico, ingrossato alla base; di colore bianco.

Anello[modifica | modifica wikitesto]

Fioccoso, bianco, membranaceo, facilmente asportabile.

Carne[modifica | modifica wikitesto]

Di color bianco, leggermente virante al rosso se esposta all'aria.

  • Odore: gradevole, come di muschio o di erba stropicciata.
  • Sapore: grato, dolce. Più forte negli esemplari più maturi e per questo alcuni preferiscono consumare solo carpofori giovani.

Caratteri microscopici[modifica | modifica wikitesto]

Spore
color cacao in massa, ovoidali, lisce, 6-9 × 4-6,5 μm.
Basidi
solo con due spore anziché quattro.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Campi concimati, letamai, giardini, nei prati ai margini dei boschi; gregario.
Cresce tutto l'anno in cattività.

Commestibilità[modifica | modifica wikitesto]

Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico. L'uso di Wikipedia è a proprio rischio: leggi le avvertenze.

Ottima. Facilmente reperibile in qualsiasi mercato. Numerose le ricette con cui può essere apprezzata questa specie.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Sinonimi e binomi obsoleti[modifica | modifica wikitesto]

  • Agaricus bisporus var. albidus (J.E. Lange) Singer,: 30 (1961)
  • Agaricus bisporus var. avellaneus (J.E. Lange) Singer,: 29 (1961)
  • Agaricus bisporus (J.E. Lange) Pilát, Sborn. Nár. Mus. v Praze, Rada B, Prír. Vedy 7(1): 46 (1951) var. bisporus
  • Agaricus brunnescens Peck, Bull. Torrey bot. Club 27: 16 (1900)
  • Agaricus campestris sensu Cooke [Ill. Brit. Fung. 527 Vol. 4 (1885)]; fide Checklist of Basidiomycota of Great Britain and Ireland (2005)
  • Agaricus campestris var. bisporus Kligman, Am. J. Bot. 3: 746 (1943)
  • Agaricus campestris var. hortensis Cooke [as 'campester'], Handbook of British Fungi: 138 (1871)
  • Agaricus cookeanus Bon [as 'cookeianus'], Docums Mycol. 16(no. 61): 16 (1985)
  • Agaricus hortensis (Cooke) Pilát, Sb. nár. Mus. Praze 7B(1): 37 (1951)
  • Agaricus hortensis (Cooke) S. Imai, J. Fac. agric., Hokkaido Univ. 43: 258 (1938)
  • Agaricus subfloccosus var. bisporus (J.E. Lange) Hlaváček, Mykologický Sborník 28(4-6): 68 (1951)
  • Psalliota bispora (J.E. Lange) F.H. Møller & Jul. Schäff., Annales Mycologici 36(1): 69 (1938)
  • Psalliota bispora f. albida (J.E. Lange) Treschew, Dansk bot. Ark. 11: 19 (1944)
  • Psalliota bispora f. avellanea (J.E. Lange) Treschew, Dansk bot. Ark. 11: 19 (1944)
  • Psalliota campestris var. hortensis (Cooke) Lloyd, (1899)
  • Psalliota hortensis (Cooke) J.E. Lange, Dansk bot. Ark. 4(12): 8 (1926)
  • Psalliota hortensis f. albida J.E. Lange, (1939)
  • Psalliota hortensis f. avellanea J.E. Lange, (1939)
  • Psalliota hortensis var. bispora J.E. Lange, Dansk bot. Ark. 4(12): 8 (1926)

Specie simili[modifica | modifica wikitesto]

  • Altre specie del suo genere (evitare agarici che odorano di inchiostro o di fenolo).
  • Prestare attenzione a possibili confusioni con specie mortali del genere Amanita di colore bianco (che però possiedono la volva).
Champignon in salsa
A. bisporus di grosse dimensioni

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia