Agallide

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Agallide (in greco antico Ἀγαλλίς, traslitterato in Agallìs; Corcira, ... – ...) è stata una grammatica greca antica, vissuta tra il III secolo e il II secolo a.C..

Della sua produzione sono rimasti pochi frammenti riportati da Ateneo[1] e da alcuni scolii all'Iliade.[2]

Possiamo dedurne che fosse contemporanea di Aristofane di Bisanzio e che avesse commentato Omero con osservazioni di carattere antiquario.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ateneo, Deipnosophistai, I, 14d.
  2. ^ Scolii T a Iliade, XVIII, 483-606 (Erbse, vol. IV, pp. 528-31)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti secondarie