Agénor de Gramont (1819-1880)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antoine Alfred Agénor de Gramont

Antoine Alfred Agénor de Gramont (Saint-Germain-en-Laye, 14 agosto 1819Parigi, 17 gennaio 1880) è stato un diplomatico e politico francese, ministro degli esteri sotto Napoleone III e responsabile dell'isolamento diplomatico del suo paese durante la guerra franco-prussiana[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Membro di una vecchia ed aristocratica famiglia, era figlio di Antoine IX (1789-1855), IX duca di Gramont, e della duchessa Ida d'Orsay. Allo scoppio della rivoluzione di Luglio prese la via dell'esilio, insieme ai parenti, alla volta di Londra.

Ritornato in Francia nel 1833, Agénor si buttò a capofitto nella vita mondana, divenendo l'amante di attrici e celebri cortigiane. Tra queste vi era Marie Duplessis, la celebre signora delle camelie, alla cui vicenda si ispirò Alexandre Dumas e lui stesso fu rappresentato nel romanzo sotto l'identità di Armando Duval. A seguito della scandalosa relazione, uno zio si adoperò per farlo ritornare a Londra e di lì a Vienna.

Nel 1848 sposò una scozzese, Emma Mac Kinnon, dalla quale ebbe quattro figli.

Gramont ricoprì vari incarichi diplomatici durante il secondo Impero francese. Sostenitore di un intervento militare del suo paese nella seconda guerra di indipendenza italiana quanto di un'alleanza con l'Impero austro-ungarico in funzione anti-prussiana, venne nominato ministro degli esteri nel maggio 1870.

La sua naturale avversione alla Prussia lo portò ad essere fermamente contrario ad una candidatura del principe Leopoldo di Hohenzollern-Sigmaringen alla corona spagnola. Il provocatorio telegramma inviato al re prussiano Guglielmo I il 12 luglio 1870, in cui si chiedeva di porre un veto alle intenzioni del principe, fu in gran parte prodotto dalla penna di Gramont (questo evento portò al dispaccio di Ems e alla guerra franco-prussiana). A meno di un mese dall'inizio delle ostilità con la Germania, Gramont si dimise dalla sua carica e si ritirò dalla vita politica. Nel 1872 pubblicò La France et la Prusse avant la guerre ("La Francia e la Prussia prima della guerra") in difesa delle sue azioni che sfociarono nel conflitto rivelatosi fallimentare per la Francia.

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

  • La France et la Prusse avant la guerre (1872)
  • Histoire et généalogie de la maison de Gramont (1874)
  • Passé et présent, étude d'histoire contemporaine (1875)[2]
  • L'Allemagne nouvelle. 1863-1867 (1879)
  • Jean-Étienne-Eugène de Jacob de La Cottière, membre de la Société des gens de lettres de France (1885)[2]
  • Souvenirs, 1848-1850 (1901) - prodotto per il duca di Lesparre

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Antoine-Agénor-Alfred, duke de Gramonte in britannica.com. URL consultato il 18 ago 2010.
  2. ^ a b Scritto con lo pseudonimo di "Memor"

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Ministro degli esteri francese Successore
Émile Ollivier maggio - agosto 1870 Henri de La Tour d'Auvergne

Controllo di autorità VIAF: 71488781 LCCN: n2004115533