Aftermarket automobilistico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'aftermarket automobilistico è la parte dell'industria automobilistica che riguarda la produzione di componenti e ricambi, il riciclo, la distribuzione, la rivendita e l'installazione di tutte le parti dei veicoli, i prodotti chimici, le attrezzature, gli equipaggiamenti e gli accessori per le automobili, per i veicoli commerciali ed industriali. Questa parte si attiva dopo la vendita dell'automobile al consumatore da parte del costruttore.

Tale segmento economico è un grande comparto, che trova la maggiore espressione in Europa e Stati Uniti. Le dimensioni dei due principali mercati sono:

  • Mercato europeo: 44 miliardi di euro [1]
  • Mercato USA: 285,5 miliardi di dollari [2]

Più nello specifico l'Italia è un paese con una grande tradizione nell'aftermarket automobilistico.

L'aftermarket è un ecosistema multiforme, che permette di fornire agli automobilisti una vasta scelta di servizi, piani di manutenzione o personalizzazioni per le loro vetture.

Al suo interno è possibile reperire parti di ricambio meccaniche - elettroniche - meccatroniche - elettroidrauliche, pezzi della carrozzeria, accessori di utilizzo comune e per la modifica estetica o per l'incremento delle prestazioni (tuning).

L'aftermarket fornisce una larga varietà di parti di ricambio ed accessori di diversa qualità e prezzi per tutti le marche ed i modelli di veicoli generalmente presenti sulle strade.

Grazie a questo settore i consumatori finali hanno la possibilità di scegliere se far riparare la vettura presso gli autoriparatori professionali o intervenire autonomamente per le operazioni di tipo fai da te.

In precedenza il post vendita non era un settore di interesse per le case automobilistiche, ed il peso del segmento aftermarket IAV (Independent Aftermarket Vendor) era piuttosto rilevante; di recente tale quota si è erosa a favore del canale OES.

Questo processo si è innescato da quando la componente tecnologica sulle vetture è aumentata considerevolmente e in conseguenza è cresciuta la difficoltà di accesso alle informazioni tecniche necessarie alla manutenzione e riparazione dei veicoli da parte degli operatori del canale IAV.

In merito a questo argomento tante sono le dispute tra associazioni di categoria ed i costruttori di veicoli, che portano avanti dure battaglie per la salvaguardia del diritto alla riparazione.

I due temi fondamentali per i quali vi è attrito tra differenti canali (IAV OES) sono:

  • la possibilità di effettuare interventi di manutenzione durante il periodo di garanzia della vettura senza che avvenga il decadimento della stessa;
  • il libero accesso alle informazioni tecniche.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fonte: FIGIEFA
  2. ^ Fonte: AAIA
automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili