Affliction Entertainment

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Affliction Entertainment
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Tipo privata
Fondazione 2008
Fondata da Affliction Clothing
Chiusura 24 luglio 2009
Sede principale Stati Uniti Los Angeles, Stati Uniti
Persone chiave
Settore Intrattenimento
Prodotti Arti marziali miste

La Affliction Entertainment fu un'organizzazione di arti marziali miste statunitense con sede a Los Angeles.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il progetto Affliction Entertainment venne creato nel 2008 per mano dell'azienda di abbigliamento Affliction Clothing, già sponsor dell'organizzazione UFC, e finanziato dal magnate Donald Trump.

L'obbiettivo era quello di creare una vera e propria promozione di arti marziali miste rivale dell'organizzazione leader UFC, disponendo quindi di un roster di lottatori di altissimo livello a sua volta allargato e reso più competitivo dalle partnership con altre organizzazioni come M-1 Global e Cage Warriors, cosa che l'UFC si rifiuta di fare per principio.

Nella sua breve vita l'Affliction è riuscita ad organizzare un totale di tre eventi in pay-per-view, dei quali solo due si sono svolti, proponendo incontri di livello molto elevato con lottatori tra i più forti del momento. Gli incontri si sono svolti tutti all'Honda Center di Anaheim, in California.

Affliction riuscì a far combattere ex campioni UFC e top 5 fighters del tempo come Andrei Arlovski e Tim Sylvia contro Fedor Emelianenko, considerato da molti il peso massimo più forte di sempre e che mai ha potuto confrontarsi con lottatori sotto contratto con l'UFC per il veto di quest'ultima di combattere al di fuori dell'organizzazione stessa; vennero finalmente messi a confronto i livelli di combattimento delle varie federazioni statunitensi, giapponesi ed europee e vennero sciolti eventuali dubbi, presenti per lo più in terra statunitense, sulle doti di Emelianenko, tanto che dopo la vittoria lampo su Sylvia Dana White cercò di ingaggiarlo.

Dal momento che l'Affliction Clothing avviò il suo progetto di promuovere incontri di MMA l'UFC per ripicca impedì ai propri lottatori di indossare tali capi di abbigliamento; quando l'Affliction Entertainment fallì il veto venne tolto e Affliction Clothing tornò ad essere tra gli sponsor ufficiali dell'UFC.

Una particolarità dell'Affliction era l'utilizzo del classico ring da pugilato sul modello della Pride in un'era dove la maggior parte delle organizzazioni di MMA utilizzava una gabbia.

Eventi[modifica | modifica sorgente]

Affliction: Banned[modifica | modifica sorgente]

L'evento Affliction: Banned fu il primo dell'Affliction Entertainment e si svolse il 19 luglio 2008 all'Honda Center di Anaheim, Stati Uniti.

L'evento vide anche la performance live della band thrash metal Megadeth.

Mentre l'evento in questione andò in onda su Fox Sports Net, Fight Network e in pay-per-view, l'UFC per sfida programmò alla stessa ora l'evento UFC: Silva vs Irvin trasmesso su Spike TV.

L'incontro principale tra Emelianenko e Sylvia decretò il campione della nuova cintura dei pesi massimi WAMMA, organizzazione che collaborò con Affliction Entertainment.

Antônio Rogério Nogueira doveva inizialmente affrontare Vernon White, ma quest'ultimo venne escluso e sostituito da Edwin Dewees perché trovato positivo all'utilizzo di sostanze dopanti. Paul Buentello doveva sfidare Aleksander Emelianenko ma quest'ultimo non passò le visite mediche e venne sostituito da Gary Goodridge. Saltò un ulteriore incontro tra Justin Levens e Ray Lazama.

Al termine dell'incontro tra Emelianenko e Sylvia l'ospite Randy Couture, al tempo campione dei Pesi Massimi UFC, salì sul ring per discutere con Emelianenko e quest'ultimo espresse il suo desiderio di confrontarsi con il campione statunitense.[1]

Incontri[modifica | modifica sorgente]

Card preliminare[modifica | modifica sorgente]
Pyle sconfisse Ambrose per sottomissione (strangolamento da dietro) a 2:55 del primo round.
Belfort sconfisse Martin per KO (pugni) a 3:12 del secondo round.
Nogueira sconfisse Dewees per KO Tecnico (colpi) a 4:06 del primo round.
Buentello sconfisse Goodridge per decisione unanime (30-27, 29-28, 30-27).
Card principale[modifica | modifica sorgente]
Hominick sconfisse Young per sottomissione (armbar) a 4:25 del secondo round.
Lindland sconfisse Nascimento per decisione unanime (30-27, 30-26, 30-27).
Sobral sconfisse Whitehead per decisione unanime (30-27, 30-27, 30-27).
Barnett sconfisse Rizzo per KO a 1:44 del secondo round.
Arlovski sconfisse Rothwell per KO a 1:13 del terzo round.
Emelianenko sconfisse Sylvia per sottomissione (strangolamento da dietro) a 0:36 del primo round.

Affliction: Day of Reckoning[modifica | modifica sorgente]

L'evento Affliction: Day of Reckoning si svolse il 24 gennaio 2009 all'Honda Center di Anaheim, Stati Uniti, benché inizialmente fosse stato programmato per l'11 ottobre 2008 al Thomas & Mack Center di Las Vegas.

L'incontro principale tra Emelianenko e Arlovski era valido per il titolo dei pesi massimi WAMMA, detenuto da Emelianenko.

Matt Linland doveva combattere un incontro catchweight contro Renato Sobral, ma la card venne cambiata e affrontò quindi Vitor Belfort. Gilbert Yvel venne messo sotto contratto come sostituto di Aleksander Emelianenko e ottenne la licenza di combattere all'evento all'ultimo momento. Dovevano combattere Mark Hominick e Chris Horodecki ma causa infortuni vennero entrambi esclusi.

Incontri[modifica | modifica sorgente]

Card preliminare[modifica | modifica sorgente]
Hieron sconfisse High per KO (pugni) a 1:04 del primo round.
  • Incontro categoria Pesi Welter: Stati Uniti Wes Gore contro Stati Uniti Patrick Speight
Gore sconfisse Speight per KO (pugni) a 4:39 del secondo round.
  • Incontro categoria Pesi Piuma: Stati Uniti Albert Rios contro Messico Antonio Duarte
Rios sconfisse Duarte per decisione unanime (29-28, 29-28, 29-28).
Davis sconfisse Quach per decisione unanime (29-28, 29-28, 29-28).
Nogueira sconfisse Matyushenko per KO Tecnico (colpi) a 4:26 del secondo round.
Card principale[modifica | modifica sorgente]
Lauzon sconfisse Green per sottomissione (strangolamento da dietro) a 4:55 del primo round.
Buentello sconfisse Sidelnikov per KO Tecnico (stop medico) a 4:18 del terzo round.
Sobral sconfisse Sokoudjou per sottomissione (strangolamento D'Arce) a 2:37 del secondo round.
Belfort sconfisse Lindland per KO (pugni) a 0:37 del primo round.
Barnett sconfisse Yvel per sottomissione (colpi) a 3:05 del terzo round.
Emelianenko sconfisse Arlovski per KO (pugno) a 3:14 del primo round.

Affliction: Trilogy[modifica | modifica sorgente]

L'evento Affliction: Trilogy avrebbe dovuto svolgersi il 1 agosto 2009 all'Honda Center di Anaheim, Stati Uniti.

L'evento saltò in quanto Josh Barnett venne trovato positivo all'utilizzo di sostanze dopanti e l'Affliction non riuscì a fare in tempo a trovare un sostituto valido. Successivamente la promozione stessa fallì per bancarotta.

Tim Sylvia venne escluso dalle card causa infortunio. Takanori Gomi doveva inizialmente affrontare Brett Cooper ma non si raggiunse un accordo sul peso per un incontro catchweight. Gegard Mousasi doveva inizialmente affrontare Vitor Belfort ma quest'ultimo, passato definitivamente ai pesi medi, si rifiutò di gareggiare per i mediomassimi; allo stesso modo Mousasi non volle gareggiare nei pesi medi.

Incontri[modifica | modifica sorgente]

Card preliminare[modifica | modifica sorgente]
Card principale[modifica | modifica sorgente]

Fallimento[modifica | modifica sorgente]

Il 24 luglio 2009 venne annunciato ufficialmente il fallimento della promozione per bancarotta.

Molti dei lottatori che erano sotto contratto con l'Affliction trovarono subito nuovi contratti con UFC, WEC o Strikeforce.

La ragione del flop dell'organizzazione è da addebitare in particolare alle eccessive spese per gli ingaggi dei lottatori, che pur essendo dei top fighter ottennero da Affliction stipendi di gran lunga superiori a quelli che percepivano anche da campioni della loro precedente organizzazione.

A fronte del grande affare fatto con Fedor Emelianenko, pagato solamente 300.000$ ad incontro, Affliction spese ben 3.000.000$ per le due gare di Andrei Arlovski e 800.000$ per i 36 secondi di Tim Sylvia.

Per il primo evento Affliction: Banned vennero spesi 3.321.000$ solo per i lottatori e l'incasso della biglietteria fu poco più di 2 milioni di dollari. Per il secondo evento Affliction: Day of Reckoning vennero spesi 3.318.660$ e l'incasso fu di 1.512.750$.

Note[modifica | modifica sorgente]