Aes Sedai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella serie di quattordici romanzi fantasy La Ruota del Tempo dello scrittore statunitense Robert Jordan, Aes Sedai è il titolo portato (sia collettivamente, che singolarmente) da un gruppo di donne capaci di incanalare la parte femminile dell'Unico Potere, saidar.

La storia delle Aes Sedai[modifica | modifica wikitesto]

Nella società utopica dell'Epoca Leggendaria (che precede di circa tremila quattrocento anni i fatti narrati nella saga), dunque prima della cosiddetta "Frattura del Mondo", il titolo di Aes Sedai (che significa letteralmente servitore di tutti), era attribuito a tutti gli incanalatori, quindi sia i maschi che le femmine, i quali mettevano a disposizione i loro grandi poteri per il progresso sociale e civile di tutta l'umanità.

In seguito però alla liberazione del Tenebroso scoppiò la Guerra dell'Ombra ed avvenne la contaminazione della parte maschile dell'Unico Potere, saidin, che infine determinò la Frattura del Mondo (nel corso della quale gli uomini capaci di incanalare, impazziti per la contaminazione, sconvolsero il mondo, cambiando letteralmente la faccia della Terra, per finire poi per autodistruggersi). Di conseguenza dopo la Frattura, solo alle donne incanalatrici restò il diritto di portare il titolo di Aes Sedai, mentre tutti gli uomini trovati capaci di incanalare saidin vennero catturati e domati, vale a dire tagliati fuori da ogni accesso all'Unico Potere (un processo che generalmente, in poco tempo, porta il soggetto alla morte per disperazione).

Nei secoli successivi alla Frattura, nella parte di continente che viene descritta principalmente nei romanzi, vari gruppi di Aes Sedai si riorganizzarono e, non senza conflitti, decisero alla fine di unirsi in un unico organismo socio-politico, fondando la celebre "Torre Bianca" sull'isola di Tar Valon, che divenne il centro del loro potere.

Le Aes Sedai si organizzarono sulla falsariga di quello che noi oggi descriveremmo come un ordine monastico femminile, infatti si chiamano tra di loro "sorelle", al loro capo si rivolgono con il termine di "madre" ed essa le chiama "figlie".

Questa loro organizzazione ha come compiti precisi: scovare ed eliminare la minaccia costituita da tutti gli uomini capaci di incanalare; ricercare tutte le donne capaci di incanalare, per farle diventare, dopo un severo addestramento, delle nuove Aes Sedai (o nel caso non si dimostrino adatte a tale ruolo, assicurarsi che non rechino danno a se' stesse o ad altri, attraverso l'uso improprio dell'Unico Potere); combattere il Tenebroso e tutti gli uomini e le creature malvagie (come Amici delle Tenebre o Progenie dell'Ombra); cercare di riportare l'umanità ai livelli di civiltà e di sviluppo dell' "Epoca Leggendaria".

Dalla Torre Bianca le Aes Sedai governano la città stato di Tar Valon ed i territori immediatamente circostanti (per molti secoli governarono anche un vero e proprio stato territoriale), ma in realtà la loro autorità e la loro influenza si estendono a quasi tutto il loro continente, anche in molte di quelle nazioni che apparentemente rifiutano la loro presenza (ad esempio quasi ogni governante ha una Aes Sedai tra i propri consiglieri più fidati). Perché, oltre ad essere in grado di incanalare l'Unico Potere, le Aes Sedai sono state capaci di estendere diffusamente e in maniera sottile la loro autorità, esercitando quindi su quasi tutti i popoli una potenza di tipo morale, diplomatica e politica, più che militare; un potere persuasivo, che è stato lentamente raffinato nel corso degli ultimi tremila anni dalla Frattura.

Organizzazione delle Aes Sedai[modifica | modifica wikitesto]

I gruppi che diedero vita all'organizzazione delle Aes Sedai alla Torre Bianca sono detti Ajah', nellEpoca Leggendaria queste Ajah erano associazioni solo temporanee di Aes Sedai, che si univano per risolvere dei casi specifici e poi si scioglievano; nell'epoca narrata nei romanzi sono invece associazioni permanenti e ben strutturate. Queste Ajah costituiscono in pratica delle società di Aes Sedai, che si diversificano l'una dall'altra per i principi ispiratori che stanno alla loro base; esse sono sette e vengono distinte per colore (Ajah Rossa, Verde, Grigia, Marrone, Gialla, Azzurra e Bianca); le Ajah eleggono ciascuna tre rappresentati (dette Adunanti) nel Consiglio della Torre Bianca, che è una sorta di organo legislativo-consultivo delle Aes Sedai, ma che può riservarsi ampi poteri nei confronti di una Amyrlin Seat che si dimostri debole o manovrabile.

La gerarchia[modifica | modifica wikitesto]

La governatrice e sovrana delle Aes Sedai è l'Amyrlin Seat, che viene eletta a vita dal Consiglio della Torre ed il cui potere è paragonabile a quello di un capo di stato. La seconda nella gerarchia è la Custode degli Annali, che ha il compito preciso di assistere l'Amyrlin in tutti i suoi atti e di controfirmare tutti i suoi decreti. In genere la Custode viene scelta nella stessa Ajah di provenienza dell'Amyrlin Seat. Una terza figura importante è la Maestra delle Novizie, la cui autorità in realtà si estende solo sulle Novizie e sulle Ammesse (oppure ha lo sgradevole incarico di punire più o meno severamente anche una Aes Sedai macchiatasi di qualche colpa o mancanza). Nell'ordine gerarchico vengono poi tutte le Adunanti ed all'interno di ciascuna Ajah, il suo capo, tenuto generalmente segreto alle Aes Sedai delle altre Ajah.

Bisogna sottolineare però che tutta la gerarchia delle Aes Sedai si basa anche e soprattutto sulla cosiddetta "forza" nell'incanalare saidar, la parte femminile dell'Unico Potere. Questa forza non consiste solo nel grado di potenza bruta che si ha nell'uso del potere, infatti maggiore forza in saidar comporta anche una specie di "maggiore intelligenza" nell'uso del potere stesso; questa "intelligenza" si traduce:

  • in una maggiore e più rapida capacità di apprendimento delle Tessiture (le donne più forti impiegano molti meno anni a studiare come Novizie e Ammesse, rispetto a quelle più deboli; inoltre ad alcuni degli incanalatori più potenti basta osservare una sola volta una tessitura per saperla memorizzare e riprodurre perfettamente; quelli più deboli devono al contrario studiare le tessiture per molti anni prima di riuscire a memorizzarle completamente e saperle riprodurre);
  • in una superiore capacità e precisione nell'intessere tra di loro i flussi di potere ed inoltre la capacità di manipolare molti più flussi contemporaneamente;
  • infine maggiore potenza comporta una maggiore probabilità di possedere un raro ed innato talento nell'uso del potere, ovvero intuire o scoprire nuovi o perduti talenti legati all’uso del potere stesso.

La conseguenza di questa gerarchia basata sulla "forza in Saidar" è che le Aes Sedai più deboli sono rigorosamente tenute ad essere deferenti nei confronti delle Aes Sedai più forti, o addirittura ad obbedire loro se la differenza nella potenza è parecchia, e questo indipendentemente dall'anzianità e dall'esperienza; perciò nei principali posti di comando (Amyrlin Seat, Adunanti, capi delle Ajah, ecc.) vengono quasi sempre elette proprio le Aes Sedai che fanno parte del ristretto gruppo delle più forti.

Le sorelle che dirigono la Torre Bianca sono circa un'ottantina (su quasi mille Aes Sedai) e si collocano tutte tra il livello di Verin (sufficiente ad aprire da soli un portale di viaggio), che può essere definito medio alto, e quello di Nynaeve che viene definito altissimo.

Questa è la fascia alta della gerarchia tra le Aes Sedai, in base alla sola forza in Saidar, come viene delineata con precisione nei libri (con anche gli aggettivi usati per descriverla):

  1. Fortissima: Nynaeve
  2. Egwene, Elayne
  3. Molto forte: Cadsuane
  4. Kerene, Meilyn
  5. Forza notevole: Romanda, Lelaine, Elaida, Moiraine, Siuan (prima della quietatura)
  6. Piuttosto forte: Sheriam, Bera, Cetalia, Kiruna, Kwamesa, Larelle, Leane (prima della quietatura), Merean, Merise, Pevara, Saerin, Theodrin, Yukiri
  7. Forte: Anaiya, Beonin, Carlinya, Coiren, Desandre, Faolain, Felaana, Galina, Joline, Katerine, Lemai, Maigan, Morvrin, Myrelle, Nesune, Sarene, Sashalle, Silviana, Talene, Teslyn
  8. Abbastanza forte: Delana, Doesine, Faeldrin, Gabrelle, Liandrin, Masuri, Narenwhin, Rafela, Seaine, Sumeko, Tarna, Toveine
  9. Di forza medio-alta: Alanna, Alviarin, Covarla, Duhara, Eldrith, Falion, Ispan, Meidani, Merana, Seonid, Verin

Più o meno tra il livello di Sheriam e quello Alanna, si collocano all'incirca la sessantina di altre sorelle non elencate, e di cui si conosce con approssimazione la notevole forza, e che ricoprono un ruolo dirigenziale nel corso della storia, infatti appartengono a questa fascia della gerarchia tutte le sorelle che vengono elette o nominate come: Custode degli Annali, Maestra delle Novizie, Adunante, Capo di un’Ajah o come guida di alcuni gruppi importanti (come prestigiose ambasciate ecc.).

Quando due Aes Sedai si trovano all'incirca allo stesso livello di forza in saidar, per stabilire chi tra di loro ha la precedenza, esse devono guardare a quanti anni hanno impiegato ad istruirsi come Novizie ed Ammesse, infatti minori anni impiegati nell'istruzione indicano una maggiore capacità di apprendimento e quindi una superiorità. Nel raro caso in cui due sorelle abbiano la stessa forza ed abbiano impiegato lo stesso numero di anni ad istruirsi, allora si considererà preminente quella più anziana.

Se però una autorità superiore, come l'Amyrlin Seat, il Capo di una Ajah, una Adunate o il Consiglio intero, pongono una Aes Sedai a capo di un gruppo, tutti i membri di questo gruppo devono dimostrarsi deferenti ed obbedienti nei confronti di chi è stato indicato, indipendentemente dalla sua forza in saidar (ad esempio nel corso del VI Libro il consiglio delle ribelli di Salidar indicò Merana Ambrey come capo dell'ambasceria al Drago Rinato a Caemlyn, pur essendo più debole di alcuni altri componenti della delegazione stessa. In seguito, quando fu evidente che la missione diplomatica era ormai fallita, le sorelle del gruppo smisero di obbedire o di seguire le indicazioni di Merana, ricominciando subito a seguire la gerarchia basata sulla forza; successivamente ancora, il Drago Rinato ha rimesso Merana a capo del gruppo di sorelle che gli hanno giurato fedeltà e di conseguenza le Aes Sedai coinvolte hanno ricominciato ad obbedirle automaticamente).

L'Amyrlin Seat[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Amyrlin Seat.

L'Amyrlin Seat viene eletta a vita all'unanimità dal Consiglio della Torre. Dopo la sua elezione essa, secondo la formula, non appartiene più a nessuna Ajah ed appartiene a tutte, questo per sottolineare il fatto che debba governare in maniera equanime, restando al di sopra delle parti. Il suo potere può essere paragonato a quello di un sovrano quasi assoluto, ma in realtà questo potere trova dei limiti nel consenso che riesce ad assicurarsi presso lo stesso Consiglio della Torre e presso le altre Aes Sedai; infatti i decreti dell'Amyrlin rischiano di restare lettera morta, se non riescono a trovare adeguato supporto presso le Adunanti e tra i capi delle varie Ajah. Di conseguenza, nella storia della Torre Bianca, ci sono state delle Amyrlin Seat che sono risultate poco più che dei fantocci in mano alle Adunanti del Consiglio della Torre, mentre in altri casi ci sono state invece delle Amyrlin molto influenti e potenti. Nell’ultimo millennio l’Ajah Azzurra è stata quella che è riuscita a fare eleggere il maggior numero di Amyrlin tra le proprie appartenenti (undici elette), seguita dall’Ajah Grigia (con nove); l'Ajah Rossa invece, pur essendo l'Ajah più grande, è stata quella che non è più riuscita a farne eleggere nessuna (a causa di due Amyrling Seat rosse che nel passato hanno portato la Torre sull'orlo della catastrofe). Tra le Amyrlin più recenti si possono ricordare Tamra Ospenya e Siuan Sanche (entrambe dell’Ajah Azzurra, la seconda deposta da un colpo di stato), Sierin Vayu (dell’Ajah Grigia), Elaida do Avriny a'Roihan (dell’Ajah Rossa, che però è stata riconosciuta solo da un terzo delle Aes Sedai) ed Egwene al'Vere (che è stata eletta dalle ribelli di Salidar che si oppongono ad Elaida).

Il Consiglio della Torre Bianca e le Adunanti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Il Consiglio della Torre Bianca e Adunanti.

Come detto il Consiglio della Torre è composto da tre Adunanti elette da ciascuna Ajah, quindi per un totale di ventuno membri (dopo la spaccatura della Torre Bianca si sono formati due Consigli, in quello fedele ad Elaida è stata abolita la rappresentanza dell’Ajah Azzurra, in quello delle ribelli fedeli ad Egwene al'Vere, il posto delle Rosse è stato simbolicamente mantenuto, pur non essendoci alcuna rappresentante, perciò ora entrambi i Consigli sono composti da diciotto membri).

Solitamente le Aes Sedai elette come Adunanti, oltre ad avere un certo grado di forza nel potere (cioè trovarsi in una posizione elevata nella gerarchia, così da non sfigurare nei confronti delle altre), devono avere alle spalle anche una certa esperienza, perciò molto raramente vengono elette sorelle che hanno ottenuto lo scialle da meno di un centinaio di anni. A questo proposito sia il Consiglio di Elaida, che quello di Egwene, rappresentano delle anomalie, poiché quasi la totalità dei nuovi membri eletti, non raggiunge il requisito dell’età.

Il grado di potere che il Consiglio è capace di riservarsi, nei confronti dell'Amyrlin Seat e delle Ajah, dipende da molti fattori, anzitutto dal grado di autorevolezza dell'Amyrlin, come accennato sopra, poi da quello delle Adunanti stesse; infatti se alcune possono risultare strettamente aderenti alle direttive ricevute dalla propria Ajah di appartenenza, ci possono essere altre Adunanti, molto più indipendenti ed autorevoli, capaci di influenzare ed indirizzare, secondo il proprio giudizio, le altre appartenenti al Consiglio; è questo il caso ad esempio di Lelaine e Romanda, presenti nel Consiglio delle ribelli, ciascuna delle due infatti controlla circa un quarto delle Adunanti.

Le Ajah[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ajah.

Le sette Ajah che animano la vita all'interno della Torre Bianca si distinguono in base ai loro diversi scopi fondanti, vale a dire i principi ed i propositi che stanno alla base della loro esistenza. Inoltre ciascuna Ajah ha degli statuti e dei costumi suoi propri, che possono differire di molto, rispetto a quelli di un'altra. Infine ogni Ajah è retta da un capo che esercita un potere direttivo più o meno autoritario, quasi come quello di una Amyrlin Seat all'interno dell'Ajah stessa (l'unica eccezione sembrerebbe l'Ajah Marrone, dove pare che il potere direttivo venga esercitato in maniera più collegiale).

Il processo per diventare Aes Sedai[modifica | modifica wikitesto]

Quando una donna capace di incanalare arriva alla Torre Bianca, viene iscritta nell'Albo delle Novizie, le viene fatto indossare un abito completamente bianco, per poi iniziare la sua istruzione (generalmente vengono però accettate solo giovani donne con meno di 20-25 anni); se il loro potere e la loro forza di carattere vengono ritenuti sufficienti per diventare Aes Sedai, la novizia proseguirà i suoi studi, al contrario, le donne ritenute troppo deboli o incapaci o incostanti, vengono rimandate a casa (non prima però di essersi assicurati che non possano creare danni, con l'uso improprio del potere). A quelle che proseguono negli studi, dopo una serie di duri anni di istruzione nell'uso del potere (anni che variano a seconda delle capacità di ciascun individuo), e che quindi sono ritenute meritevoli, viene offerta la possibilità di venire testate come Ammesse. Il test avviene all'interno di un ter'angreal, un macchinario a tre archi che utilizza l'Unico Potere e dove la donna sperimenta visioni tentatrici sul suo passato, sul suo presente e sul suo futuro, le quali mettono alla prova la sua volontà di diventare realmente una Aes Sedai. Se la donna supera il test, come segno di riconoscimento le viene donato l'anello del Gran Serpente, un anello d'oro con la forma di un serpente che si morde la coda, uno dei segni distintivi delle Aes Sedai.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Novizie delle Aes Sedai.

L'Ammessa rispetto alla Novizia ha una serie di libertà maggiori e soprattutto ha la possibilità di scegliere il suo campo di studi. Le Ammesse inoltre vestono ancora un abito bianco, ma esso, sulle maniche e sugli altri bordi è ornato da strisce con i colori delle sette Ajah. Dopo altri anni di duro studio (sempre in numero variabile a seconda degli individui), anche alle Ammesse ritenute meritevoli viene offerta finalmente la possibilità di essere testate per diventare Aes Sedai a tutti gli effetti. La maggior parte delle donne impiega circa una decina di anni di istruzione, ma quelle più forti, come Elaida, Siuan e Moiraine hanno impiegato solo sei anni (tre anni come Novizie e tre come Ammesse), al contrario alcune debolissime come Daigian hanno impiegato più di venti anni.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ammesse.

Il ter'angreal per il test definitivo per ottenere lo scialle, è un ovale dentro il quale la donna deve entrare e dimostrare, tra innumerevoli e spesso atroci difficoltà, di sapere intrecciare cento tessiture dell'Unico Potere, mantenendo una concentrazione costante. Se la donna riesce a superare questa prova, potrà chiedere l'ammissione all'Ajah preferita e quindi ottenere finalmente lo scialle; lo scialle è il segno distintivo di una Aes Sedai, infatti per loro l'espressione: ottenere lo scialle ha lo stesso significato di essere diventata Aes Sedai; esso solitamente presenta dei disegni a viticci con posta nel centro la bianca fiamma di Tar Valon, il colore delle lunghe frange dello scialle corrisponde a quello dell'Ajah di appartenenza. Prima di indossare lo scialle però, ognuna deve partecipare ad una cerimonia, durante la quale dovrà pronunciare tre solenni e vincolanti giuramenti sulla Verga dei Giuramenti, un altro ter'angreal che utilizza l'Unico Potere.

"I tre giuramenti" sono:

  • Mai pronunciare parola che non sia vera
  • Mai fabbricare armi utilizzabili dagli uomini per uccidere altri uomini
  • Mai adoperare l'Unico Potere come arma, se non per combattere contro la Progenie dell'Ombra o per estrema difesa della propria vita, di quella del proprio Custode o di quella di una Sorella.

Il potere della Verga dei Giuramenti viene impresso sul corpo stesso di una Aes Sedai, infatti al pronunciamento di ogni giuramento alla donna si stira letteralmente la pelle, donandole un caratteristico aspetto senza età, tipico di ogni Aes Sedai. Lo scioglimento da uno o più giuramenti (poche, anche tra le Aes Sedai, sanno che è possibile sciogliersi da essi, sempre tramite la Verga dei Giuramenti) causa atroci dolori. La Verga rende oggettivamente impossibile per un'Aes Sedai infrangere i tre voti, ma come molti hanno imparato a loro spese, questi lasciano comunque un ampio margine per essere aggirati. Un noto detto afferma: una Aes Sedai non mente mai, ma la verità che ti racconta non è mai quella che tu credi di ascoltare. Infatti l'arte di dire una cosa e darne ad intendere un'altra è stata portata alla massima espressione dalle Aes Sedai.

Il classico esempio è quello Moiraine Sedai, infatti quando le chiedono come si chiama, ma lei non vuole rivelare la sua vera identità, lei suggerisce: Chiamami Alys oppure Puoi chiamarmi Lady Alys, anziché dire Il mio nome è Lady Alys; infatti non può pronunciare l'ultima frase, in quanto sarebbe una affermazione palesemente falsa, ma il risultato è lo stesso (bisogna inoltre tener conto che il voto di non mentire mai, si applica solo alle bugie "coscienti": ovvero, è impossibile per un'Aes Sedai mentire consapevolmente, ma le è possibile dire una cosa non vera, se lei è convinta che invece corrisponda a verità. Solo nel momento in cui la Aes Sedai prende coscienza del fatto che quanto vuole dire non è vero, le diventa impossibile dirlo. Per cui non tutto ciò che un'Aes Sedai dice, anche nel caso improbabile che lo dica senza giri di parole, è automaticamente vero, semplicemente è convinta di dire una verità in buona fede).

Un altro esempio di come le Aes Sedai sappiano aggirare i giuramenti, è quello di usare l'Unico Potere come arma: ad una Aes Sedai è sufficiente mettersi in una situazione in cui senta che la sua vita (o quella del suo Custode) è in pericolo, per potere disporre del potere non solo come difesa, ma anche in maniera offensiva.

Una delle conseguenze più importanti del primo giuramento implica anche che, se una Aes Sedai giura di obbedire fedelmente agli ordini di qualcuno, essa è costretta a farlo senza potersi ribellare, persino se le ordinassero atti autolesionisti come il gettarsi in mezzo al fuoco o da una rupe; finora una trentina di sorelle ha giurato fedeltà a Rand al'Thor, mentre nove hanno fatto altrettanto nei confronti di Egwene al'Vere.

L'età delle Aes Sedai e la Verga dei Giuramenti[modifica | modifica wikitesto]

Pur essendo l'età delle Aes Sedai un argomento da evitare, secondo la rigida etichetta che regola la vita interna della Torre Bianca, nel corso della saga si viene a conoscenza che l'età media raggiungibile, si aggira attorno ai duecentocinquanta anni, con alcuni casi ancor più longevi, come Romanda Cassin, che si aggira attorno ai duecento ottanta anni e come Cadsuane che sfiora addirittura i trecento anni di età.

Nel VII libro si viene però a scoprire che esistono delle incanalatrici dalla vita ancora più longeva, come alcune donne della Famiglia (ad esempio Reanne Corly, di 411 anni, o un'altra che sfiora i seicento anni). Un altro esempio viene dal volume VIII, con l'ex damane Seanchan Alivia, che ha superato i quattrocento anni (si suppone invece che altre incanalatrici, come le sapienti Aiel o le Cercavento del Popolo del Mare, forse non raggiungano una età così avanzata, dato che vivono in ambienti molto ostili). Inoltre si inizia a sospettare che la longevità aumenti ancor di più, per gli incanalatori forti nel potere.

Dopo la scoperta di queste incanalatrici così longeve, le tre protagoniste Egwene, Nynaeve ed Elayne deducono che la Verga dei Giuramenti non solo stiri la pelle mentre vincola a quanto giurato, ma abbia come altro effetto, quello di ridurre di circa la metà l'aspettativa di vita dell'incanalatore. Ed infatti, dai commenti di alcuni Reietti, si viene a sapere che nell'Epoca Leggendaria questo tipo di verghe veniva utilizzato per costringere gli incanalatori criminali a non delinquere più. Dopo la scoperta degli effetti deleteri della Verga, la giovane Amyrlin Egwene al'Vere aveva cominciato a pensare di sciogliere le sue Aes Sedai dai giuramenti; in seguito però Siuan Sanche l'ha convinta che i Tre Giuramenti sono ciò che distinguono una Aes Sedai da tutti gli altri incanalatori, essi sono un sacrificio da compiere per essere una Aes Sedai, perciò Egwene sta studiando la possibilità, per le sorelle anziane che vogliono ritirarsi, di sciogliersi dai giuramenti e di entrare a far parte della Famiglia come organizzazione collaterale alla Torre Bianca.

Numero di Aes Sedai e loro distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La Torre Bianca era stata costruita per ospitare 3.000 sorelle, ma al tempo della Guerra Aiel le Aes Sedai presenti nella Torre Bianca erano solo 423 (delle quali 47 Azzurre), con un numero doppio di sorelle sparse per il mondo, per un totale quindi di poco superiore alle 1.250 sorelle (numeri descritti nel prequel Nuova Primavera capitolo 3).

Venti anni dopo, al momento dei fatti raccontati nei primi sei romanzi, il loro numero si è ancor più ridotto, poiché risultavano in vita poco meno di 1.000 Aes Sedai (Libro VI, capitolo 37); questa riduzione nel numero dei membri è da attribuire alla progressiva incapacità delle Aes Sedai di reclutare nuove sorelle, infatti negli ultimi libri la giovane Amyrlin, Egwene al'Vere, aprendo il Libro delle Novizie anche alle potenziali incanalatrici con più di venticinque anni, raccoglie circa un migliaio di nuove Novizie solo nella zona compresa tra il Murandy e il confine andorano. Inoltre la riduzione nel numero delle sorelle può anche essere attribuito ad un momento di crisi nella società delle Aes Sedai con diverse Amyrlin Seat che governano in successione per un breve periodo, il caso di domature illegali da parte dell'Ajah Rossa (con conseguente punizione ed esilio di alcune Adunanti) e inoltre numerose sorelle che vengono assassinate di nascosto dall'Ajah Nera.

In base a quanto narrato nei libri e dai dati forniti dalla Guida, si conosce che a circa metà della saga, le Rosse erano quasi un quinto del totale delle Aes Sedai, che le Verdi erano poche di meno rispetto alle Rosse e soprattutto che le differenze di numero tra i membri delle altre Ajah risultavano essere esigue (secondo quanto affermato dall'autore stesso), quindi la consistenza di ciascuna Ajah risulta così distribuita: Ajah Rossa circa 20% del totale (poco meno di 200 sorelle), Ajah Verde 18-19% (vale a dire tra le 175 e le 190 esponenti), Ajah Grigia 15% (poco meno di 150 esponenti), Ajah Marrone 14% (cioè circa 135-140 esponenti), Ajah Gialla 12% (poco meno di 120 sorelle), Ajah Azzurra 11-12% (poco meno di 115 esponenti, infatti la differenza tra Azzurra e Gialla risulta molto esigua), Ajah Bianca 10-11% (attorno ad un centinaio di esponenti).

Tra le quasi mille Aes Sedai esistenti al momento del colpo di Stato che ha portato alla deposizione di Siuan Sanche (quindi dopo i fatti narrati nei primi quattro libri), circa un terzo (poche meno di 300) è poi rimasto alla Torre Bianca, riconoscendo come Amyrlin Seat Elaida (e tra queste si sa che vi sono quasi tutte le duecento sorelle Rosse e all'incirca 32 Bianche cioè 1/3 dell'intera Ajah Bianca); all'incirca un altro terzo delle Aes Sedai (poche più di 330) si è invece raggruppato attorno alle ribelli di Salidar (e tra queste quasi tutte le sorelle dell'Ajah Azzurra), le quali hanno dato vita alla cosiddetta Torre in esilio ed eletto Egwene al'Vere come loro Amyrlin; infine, tra quelle del restante terzo, la maggior parte sono rimaste neutrali o in disparte, in attesa dell'evolversi degli eventi (tra queste va anche contato il consistente numero di sorelle anziane che si sono ritirate a vita privata, per trascorrere serenamente gli ultimi anni, in attesa della morte), anche se un cospicuo numero di esse si sono radunate attorno a Cadsuane Sedai (nel libro decimo Elayne arriva addirittura a sospettare che quasi tutto questo terzo di Aes Sedai, sia in qualche modo in contatto con Cadsuane), mentre infine numerose altre sono in seguito diventate delle fedeli o delle assistenti del Drago Rinato (spontaneamente o forzatamente, attraverso la Compulsione esercitata su di loro da Verin Sedai o dagli Asha'man che le hanno catturate; in totale, alla fine del libro undicesimo, le associate al Drago Rinato sono circa un'ottantina).

In seguito agli eventi successi tra il VI e l'XI libro, il numero delle Aes Sedai rimaste dentro alla Torre Bianca (erano 294 nel capitolo 7 del libro VI) si è ancor di più assottigliato, attestandosi attorno a poco meno di 200 sorelle: questa riduzione è stata causata in particolare dalle disastrose spedizioni di Elaida, che hanno comportato la cattura di più di una settantina di sorelle, tra la battaglia dei Pozzi di Dumai (con 23 sorelle catturate e 4 rimaste uccise) e il tentativo di distruggere la Torre Nera (con 50 sorelle catturate), mentre una dozzina di fedeli di Elaida sono riuscite a rifugiarsi nel villaggio di Dorlan, in attesa di ordini. Come già detto, mentre questi eventi coinvolgevano le sorelle della Torre, alle ribelli di Salidar (che erano poche più di trecento) si era invece aggiunto un enorme numero di Novizie (circa mille) grazie all'apertura dell'Albo alle potenziali incanalatrici più anziane di venticinque anni, deciso dall'Amyrlin Seat Egwene al'Vere.

Dopo la riunificazione della Torre Bianca nel Libro XII, ad opera di Egwene, e poi in seguito al raid dei Seanchan ed alla purga che ha eliminato circa 70 Sorelle Nere o ne ha fatte fuggire circa 140, risultano rimaste in carica appena poco più di 700 Aes Sedai, anche se nel frattempo il numero delle Novizie e delle Ammesse ha ormai superato le 1.400. Nel Libro XIII viene esplicitamente affermato da Egwene che molte delle Ammesse sono già quasi pronte per essere testate a diventare Aes Sedai e lei vorrebbe elevarle allo scialle prima dello scoppio dell'Ultima Battaglia.

Nel corso del Libro XIV, la quasi totalità delle sorelle dell'Ajah Gialla, con le Novizie e le Ammesse, si rifugiano per sicurezza a Mayene, dove viene installato un enorme ospedale per curare i feriti, trasportati lì dai vari fronti. Le Aes Sedai che partecipano e combattono durante le varie fasi dell'Ultima Battaglia sono all'incirca 500, delle quali oltre la metà cade nel corso del conflitto, ciò significa che dopo Tarmon Gai'don, sono rimaste in vita appena tra le 450 e le 500 Sorelle, vale a dire la metà di quelle presenti all'inizio della saga.

Limitazioni delle Aes Sedai[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso dei millenni, le Aes Sedai hanno sviluppato tutta una loro serie di insegnamenti per le Tessiture nell'Unico Potere, da fare apprendere alle Novizie ed alle Ammesse. Se da un lato questo sistema è molto valido ed è volto soprattutto ad assicurarsi che le incanalatrici non corrano alcun pericolo nel corso del loro apprendimento, dall'altro lato esso ha dimostrato tutta una serie di limiti, se confrontato con quelli di altri gruppi di incanalatrici. Infatti nell'intrecciare i flussi le Aes Sedai hanno sviluppato tutta una serie di gestualità, tanto particolari e singolari, che addirittura si può risalire a quale Sorella sia stata l'insegnante. Al contrario le Sapienti Aiel hanno mostrato che in molti casi, riescono ad intrecciare le tessiture senza quasi compiere alcun gesto con le mani. Tutto questo ha come conseguenza principale che quando si apprende a creare una tessitura in un modo particolare, poi è molto difficile riuscire a variare ed adattarsi a ricreare la stessa tessitura in altre maniere, magari apportandovi delle migliorie.

In questa maniera infatti c'è la tendenza a creare una serie di blocchi mentali, che inducono a riprodurre le cose sempre allo stesso modo e perciò le Aes Sedai appaiono molto conservatrici, con la tendenza a non sperimentare delle novità con l'Unico Potere. Al contrario Nynaeve, Egwene ed Elayne, nel periodo di apprendistato hanno vissuto parecchio tempo lontano dalla Torre, perciò oltre ad essere molto forti (e quindi avere il vantaggio di poter creare più flussi in contemporanea ed essere anche molto più agili) hanno conosciuto altri gruppi di incanalatrici e soprattutto hanno potuto sperimentare la creazione di Tessiture al di fuori dei canoni tradizionali delle Aes Sedai e senza la supervisione costante di una Sorella, perciò non hanno sviluppato blocchi di questo tipo ed hanno potuto così creare nuove e più efficaci tessiture. Lo stesso si può dire di alcune donne della Famiglia, che allontanate dalla Torre per avere fallito nei loro test, hanno potuto sperimentare al di là dei metodi tradizionali e creare nuove tessiture più efficaci; questo è il caso ad esempio di Sumeko Karistovan, molto efficace e dotata nelle Tessiture di Guarigione.

Nel corso del Libro XIII la nuova Amyrlin Seat Egwene al'Vere si dimostra ben consapevole di queste limitazioni. Ad esempio riconosce che se le tessiture delle Aes Sedai (pur con le loro gestualità) sono nella maggior parte dei casi più efficaci di quelle di altre incanalatrici, le Sapienti Aiel sono migliori nel collaborare tra di loro o nella leadership; o anche che le cercavento sono migliori in certi tipi particolari di tessiture legate agli eventi atmosferici o al mare. Di conseguenza invita con successo questi altri gruppi di incanalatrici a collaborare con le Aes Sedai e reciprocamente tra di loro, scambiandosi ad esempio delle giovani che possano studiare ed apprendere le caratteristiche delle altre.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Fonti bibliografiche[modifica | modifica wikitesto]

Jordan, R. L'occhio del mondo. ISBN 0-312-85009-3
Jordan, R. La grande caccia. ISBN 0-312-85140-5
Jordan, R. Il Drago Rinato. ISBN 0-312-85248-7
Jordan, R. L'ascesa dell'Ombra. ISBN 0-312-85431-5
Jordan, R. I fuochi del cielo. ISBN 0-312-85427-7
Jordan, R. Il signore del caos. ISBN 0-312-85428-5
Jordan, R. La corona di spade. ISBN 0-312-85767-5
Jordan, R. Il sentiero dei pugnali. ISBN 0-312-85769-1
Jordan, R. Il cuore dell'inverno. ISBN 0-312-86425-6
Jordan, R. Crocevia del crepuscolo. ISBN 0-312-86459-0
Jordan, R. Nuova Primavera. ISBN 0-7653-0629-8
Jordan, R. La lama dei sogni. ISBN 0-312-87307-7
Jordan, R. Sanderson, B. Presagi di tempesta. ISBN 978-1-84149-165-3
Jordan, R. Sanderson, B. Le Torri di Mezzanotte. ISBN 978-88-347-1834-6