Aeroporto di Lanzarote

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Lanzarote
Vista dell'aeroporto
Vista dell'aeroporto
IATA: ACE – ICAO: GCRR
Descrizione
Nome impianto Aeroporto di Lanzarote
Tipo Civile
Stato Spagna Spagna
Comunità autonoma Isole Canarie
Posizione a 5 km da Arrecife
Altitudine AMSL 14 m
Coordinate 28°56′44″N 13°36′19″W / 28.945556°N 13.605278°W28.945556; -13.605278Coordinate: 28°56′44″N 13°36′19″W / 28.945556°N 13.605278°W28.945556; -13.605278
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Isole Canarie
GCRR
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
03/21 2 400 asfalto
Statistiche
Passeggeri in transito 4 701 480 (2009)

[senza fonte]

L'Aeroporto di Lanzarote (IATA: ACE, ICAO: GCRR) (in spagnolo: Aeropuerto de Lanzarote) è un aeroporto situato a 5 km da Arrecife, presso l'isola di Lanzarote in Spagna. Gestisce principalmente voli verso numerosi aeroporti europei, muovendo centinaia di migliaia di turisti ogni anno; opera anche voli interni alla Spagna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni trenta divenne evidente la necessità di un aeroporto sull'isola per collegarla con le altre isole e con la parte continentale della Spagna. Successivamente venne costruito un campo di volo a Llanos de Gaucimeta e il primo aereo che atterrò all'aeroporto fu un Junkers Ju 52 EC-DAM: era il 24 luglio 1941. La Spanish Air Force capì subito che era necessario un aeroporto fisso per compiti difensivi e questo fu costruito ad Arrecife. Nel 1946 l'aeroporto accettò momentaneamente anche voli civili e furono aumentati i servizi per i passeggeri, compreso un allungamento della pista e una rampa in più.

Di seguito venne costruito un nuovo terminal con un centro di controllo e il 3 marzo 1970 iniziarono a partire e ad atterrare voli internazionali e nazionali. L'aumento di traffico nell'aeroporto rese necessario l'inserimento di alcuni nuovi strumenti per il volo: vennero quindi installati Distance Measuring Equipment (DME), Instrument Landing System (ILS) e VHF Omnidirectional Range (VOR) sulla pista 03/21. Inoltre venne rinnovata l'illuminazione della pista e fu anche costruita una stazione dei pompieri.
Nel 1999 venne costruito un nuovo terminal (Terminal 1) con una capacità di 6 milioni di passeggeri all'anno. Da allora, il vecchio terminal è stato ristrutturato ed è stato riconvertito in Terminal 2, dedicato ai voli fra le isole e per la Spagna continentale.

Oggi l'aeroporto è dotato di un considerevole numero (oltre una trentina) di desk per il check-in. All'interno dell'area imbarchi, è presente una sala VIP e numerosi negozi duty free. Mentre nella sala bagagli, all'arrivo, è presente solo una rivendita di sigarette.

Museo dell'Aviazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002, in risposta ad un crescente interesse da parte dei passeggeri e degli abitanti dell'isola circa la storia dell'aviazione di Lanzarote, Aena decise di utilizzare il terminal di Guacimeta come museo dell'aviazione. Il museo fornisce una semplice e dettagliata panoramica sulla storia dell'aviazione sull'isola. Ci sono numerose presentazioni audio-visive. È aperto dalle 10 alle 14 ogni giorno, tranne il lunedì, ed è disponibile un tour.

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 31 ottobre 2008, un aereo della Air Europa proveniente da Glasgow, superò la pista. Non ci furono feriti fra i 74 passeggeri e i membri dell'equipaggio.[1]

Compagnie aeree e destinazioni[2][modifica | modifica wikitesto]

  • Irlanda Aer Lingus (Belfast-International, Cork, Dublino)
  • Germania Air Berlin (Berlino-Tegel, Colonia/Bonn, Dresda, Düsseldorf, Fuerteventura, Amburgo, Hannover, Lipsia/Halle, Münster/Osnabrück, Paderborn/Lippstadt, Zurigo, Stoccarda [stagionale])
  • Spagna Air Europa (Asturias, Barcellona, Bilbao, Madrid, Malaga, Santiago de Compostela, Saragozza, Siviglia)
  • Austria Austrian Airlines operato da Lauda Air (Vienna)
  • Spagna Binter Canarias & Naysa (Gran Canaria, Tenerife-North)
  • Regno Unito British Airways (Londra-Gatwick)
  • Germania Condor (Amburgo, Berlino-Schonefeld, Düsseldorf, Francoforte, Monaco, Paderborn-Lippstadt, Stoccarda)
  • Regno Unito EasyJet (Liverpool, Londra-Gatwick)
  • Svizzera Edelweiss Air (Zurigo)
  • Spagna Iberia (Madrid)
  • Spagna Iberia operato da Air Nostrum (Siviglia, Valencia)
  • Spagna Iberia Express (Madrid)
  • Spagna Islas Airways (Gran Canaria, Tenerife-Norte)
  • Belgio Jetairfly (Bruxelles)
  • Regno Unito Jet2 (Blackpool, East Midlands, Leeds/Bradford, Manchester, Newcastle)
  • Lussemburgo Luxair (Lussemburgo [stagionale])
  • Regno Unito Monarch (Birmingham, Cork [charter], Londra-Gatwick, Londra-Luton, Manchester)
  • Italia Neos Air (Milano-Malpensa [charter])
  • Austria Niki (Vienna)
  • Spagna Orbest Orizon Airlines (Asturias, Barcellona, Bilbao, Santiago de Compostela, Siviglia, Shannon, Vigo, Saragozza, Alicante [stagionale], Malaga [stagionale])
  • Irlanda Ryanair (Barcellona, Birmingham, Bologna, Bournmouth, Bristol, Bruxelles-Charleroi, Cork, Dublino, Dusseldorf, East Midlands, Edimburgo, Eindhoven, Glasgow-Prestwick, Karlsruhe/Baden-Baden, Knock, Leeds/Bradford, Liverpool, Londra-Luton, Londra-Stansted, Madrid, Bergamo-Orio al Serio, Santander, Santiago de Compostela, Saragozza, Siviglia, Shannon, Valladolid)
  • Regno Unito Thomas Cook Airlines (Belfast-International, Birmingham, Bristol, Cardiff, East Midlands, Glasgow-International, Leeds/Bradford, Londra-Gatwick, Londra-Stansted, Manchester, Newcastle)
  • Regno Unito Thomson Airways (Belfast-International, Birmingham, Bristol, Cardiff, Cork, Doncaster/Sheffield, Dublino, East Midlands, Exeter, Glasgow-International, Londra-Gatwick, Londra-Luton, London-Stansted, Manchester, Newcastle, Shannon, Bournemouth [stagionale])
  • Paesi Bassi Transavia (Amsterdam)
  • Germania TUIfly (Düsseldorf, Francoforte, Hannover, Monaco, Stoccarda, Amburgo [stagionale])
  • Spagna Vueling (Barcellona, Bilbao)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Graham Keeley, Flight from Glasgow comes off runway in Lanzarote (Londra), Times Online, 1º novembre 2008. URL consultato il 31 ottobre 2008.
  2. ^ Airport Destinations, Aena. URL consultato il 18 giugno 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]