Aeroporto Internazionale di Sharm el-Sheikh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Aeroporto Internazionale di Sharm el-Sheikh
Sharm el-Sheikh International Airport.jpg
IATA: SSH – ICAO: HESH
Descrizione
Nome impianto Aeroporto internazionale Sharm el-Sheikh
Tipo civile (precedentemente militare)
Esercente governo
Stato Egitto Egitto
Governatorato Governatorato del Sinai del Sud Governatorato del Sinai del Sud
Posizione a 12 km da Naama Bay
Altitudine AMSL 44 m
Coordinate 27°58′38″N 34°23′41″E / 27.977222°N 34.394722°E27.977222; 34.394722Coordinate: 27°58′38″N 34°23′41″E / 27.977222°N 34.394722°E27.977222; 34.394722
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Egitto
HESH
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
4L/22R 3 081 m asfalto
4R/22L 3 081 m asfalto
Statistiche (2007)
Passeggeri in transito 6 524 851

[senza fonte]

L'Aeroporto Internazionale Sharm el-Sheikh (IATA: SSHICAO: HESH) (in arabo: مطار شرم الشيخ الدولي, Maṭār Sharm al-Shaykh al-Duwaliyy), precedentemente noto come Ophira International Airport, è un aeroporto egiziano situato a circa 20 km a nord-est della città di Sharm el-Sheikh e a 12 km da Naama Bay.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Inaugurato il 14 maggio 1968, l'aeroporto è stato originariamente base di una forza aerea e anche del piccolo insediamento di Ofira.

Il 23 maggio 2007 è stato inaugurato il secondo terminal dell'aeroporto con una capacità di 8 milioni di passeggeri all'anno. Questo terminal (nominato terminal 1) è composto da due livelli di 43.000 metri quadri, con 40 banchi per il check-in ed è destinato a rispondere alle esigenze di un gran numero di voli internazionali e charter. Ha due gate per i voli nazionali e sei per quelli internazionali. Il terminal aeroportuale è costituito da tre componenti: due sale circolari, fuse insieme da una a forma di cuneo e uno spazio intermedio, chiamato barca, che serve come transito per i passeggeri, controllo passaporti, duty-free, aree VIP, caffè e ristoranti. Le sale, in netto contrasto con l'ammasso della barca, sono ariose e con i tetti ispirati alla cultura beduina.

Nel 2008, l'Egyptian Airports Holding Company ha annunciato i piani per costruire un terzo nuovo terminal all'aeroporto. La società si aspetta di ricevere offerte per la progettazione entro la fine di settembre 2008. Ibrahim Mannaa, il direttore di Airports Holding Company, ha dichiarato che si tratta di una mossa per soddisfare il notevole aumento del numero di passeggeri nell'aeroporto, che ha superato il 28% durante i primi 8 mesi del 2008.

Compagnie aeree e destinazioni[modifica | modifica sorgente]

Traffico[modifica | modifica sorgente]

Nel 2010, l'aeroporto ha servito 8.693.990 passeggeri (+17% rispetto al 2009). È il secondo aeroporto in Egitto e il terzo in Africa dietro all'aeroporto di Johannesburg e a quello de Il Cairo.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]