Aeroporto Internazionale John F. Kennedy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto Internazionale John F. Kennedy
JFK Terminal 1.jpg
IATA: JFK – ICAO: KJFK – FAA LID: JFK – WMO: 74486
Descrizione
Nome impianto (EN) John F. Kennedy International Airport
Tipo Civile
Proprietario Città di New York
Esercente Port Authority of New York and New Jersey
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato New York New York
Città New York
Posizione Queens
Hub
Base
Costruzione 1948
Altitudine AMSL 4 m
Coordinate 40°38′23″N 73°46′44″W / 40.639722°N 73.778889°W40.639722; -73.778889Coordinate: 40°38′23″N 73°46′44″W / 40.639722°N 73.778889°W40.639722; -73.778889
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
KJFK
Sito web www.panynj.gov
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
4L/22R 3.460 m Asfalto
ILS-PAPI
4R/22L 2.560 m Asfalto
ILS-PAPI
13L/31R 3.048 m Asfalto
ILS-PAPI
13R/31L 4.423 m Calcestruzzo
ILS-PAPI
Statistiche (2013)
Passeggeri in transito 50.689.890
Movimenti aeromobili 430.143

www.aci-na.com

Fonte: Federal Aviation Administration

L'Aeroporto di New York, John Fitzgerald Kennedy (IATA: JFK, ICAO: KJFK) è un aeroporto internazionale situato sulla Long Island, a sud-est della città di New York a circa 19 km dal centro di Manhattan. Il nome viene spesso abbreviato in Aeroporto JFK, Aeroporto Kennedy o semplicemente JFK.

L'Aeroporto Internazionale John F. Kennedy, o semplicemente JFK, è una delle principali vie di accesso agli Stati Uniti[1] ed è anche il principale accesso di merci per valore di beni trasportati.

L'aeroporto è gestito dalla Port Authority of New York and New Jersey, che controlla anche gli altri due aeroporti dell'area metropolitana di New York: il Newark-Liberty e il La Guardia.

L'Aeroporto di New York-JFK è hub per American Airlines, Delta Air Lines e JetBlue Airways in ambito passeggeri ed Evergreen International Airlines e Kalitta Air in ambito cargo. È base per Caribbean Airlines, compagnia aerea di bandiera di Trinidad e Tobago e Polar Air Cargo, compagnia cargo statunitense. In totale 90 compagnie aeree operano dall'Aeroporto John F. Kennedy.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente il nome dell'impianto era "Idlewild Airport" e fu poi cambiato in "Major General Alexander E. Anderson Airport". Il Generale Anderson era un residente del Queens che comandò una unità della Guardia Nazionale negli Stati del Sud e che morì verso la fine del 1942.

In questo periodo i codici dell'aeroporto erano: IATA: IDL - ICAO: KIDL.

Nel 1948 l'aeroporto venne rinominato "New York International Airport" e cambiò nuovamente nome nel 1963 in onore del Presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy.[2]

La costruzione dell'aeroporto cominciò nel 1943 con modeste ambizioni: vennero spesi circa 60 milioni di Dollari per la costruzione, ma solo 400 ettari di terra vennero presi dal Percorso di golf di Idlewild. La vicinanza a questo campo da golf diede all'aeroporto il primo nome non ufficiale di Aeroporto Idlewild. L'autorità aeroportuale ha in concessione l'aeroporto dalla città di New York dal 1947. Il primo volo commerciale avvenne il 1 luglio 1948. L'"Aeroporto internazionale di New York" nacque il 31 luglio dello stesso anno, ma il nome "Idlewild" e il codice IATA "IDL" rimasero immutati[2]. Il "Worldport" della Pan Am, oggi Terminal 3, aprì nel 1962 e consiste in un grande tetto ellittico sospeso; questo tetto si estendeva oltre la zona da coprire raggiungendo anche l'area di imbarco dei passeggeri sugli aerei. È stato uno dei primi terminal a dotarsi di jetway che connettessero il terminal agli aerei parcheggiati e che potessero essere mosse al fine di ottenere semplici camminamenti per l'imbarco dei passeggeri.

Anche il "TWA Flight Center", oggi Terminal 5, aprì nel 1962. Disegnato da Eero Saarinen, raffigura una simbolo astratto del volo ed è considerato uno dei più bei Terminal del mondo. Con la chiusura della TWA il terminal rimase senza assegnazione: è nel 2005 che JetBlue e la Port Authority finanziarono la costruzione di un nuovo terminal dotato di 26 gate dietro l'edificio di Saarinen. La nuova struttura, la prima disegnata dopo gli Attentati dell'11 settembre 2001, prese il nome di T5 e aprì il 22 ottobre 2008. Il nuovo T5 è progettato per sopportare 20 milioni di passeggeri all'anno ed è connesso attraverso i tunnel originali all'edificio di Saarinen, dove si stanno svolgendo lavori di riqualificazione per farlo riaprire come ulteriore accesso al Terminal 5.

L'aeroporto ricevette la denominazione attuale nel 1963, un mese dopo l'assassinio del Presidente Kennedy a Dallas. Il nuovo codice aeroportuale IATA fu "KIA", abbreviazione di "Kennedy International Airport", ma il numero dei morti in Vietnam divenne un argomento serio per i cittadini statunitensi (KIA è anche l'abbreviazione di "Killed in action", "ucciso in combattimento) e il codice venne nuovamente cambiato nel 1968 in JFK, codice che è mantenuto ancora oggi.

Nel 1970 la National Airlines aprì il suo "Sundrome", disegnato da Pei Cobb Freed & Partners, divenuto Terminal 6 e oggi senza assegnazione dopo il trasferimento della JetBlue al Terminal 5.

Con il continuo incremento del traffico aereo da e per New York, i Terminal 3 e 5 vennero modificati negli anni settanta per accogliere i Boeing 747. Con l'avvento del supersonico civile Concorde venne offerto un servizio transatlantico da Londra, operato da British Airways, e da Parigi, operato da Air France dal 1977 al 2003, anno in cui il Concorde venne definitivamente ritirato dal servizio. L'aeroporto Kennedy aveva più movimenti annui del Concorde che ogni altro aeroporto al mondo.

Le operazioni cargo al JFK furono traviate nel 1978 da un furto alla Lufthansa (Lufthansa heist) e nel 1967 da uno all'Air France. Questi episodi hanno ispirato il romanzo di Nicholas Pileggi "Wiseguy" e il film di Martin Scorsese "Goodfellas". Il novellista Daniel Simone, in collaborazione con Henry Hill (deceduto nel 2012), produrrà un romanzo con il titolo "The Lufthansa Heist". La storia sarà una descrizione del furto alla Lufthansa organizzato dal famoso ladrone Henry Hill.

Le posizioni degli aeroporti di New York rispetto alla città:
1) John F. Kennedy International Airport (JFK)
2) LaGuardia Airport (LGA)
3) Newark Liberty International Airport (EWR)
☆) Floyd Bennett Field (1931–72)

Verso la metà degli anni ottanta l'aeroporto Kennedy superò quello di Newark (che al tempo si chiamava "Newark International Airport") diventando l'aeroporto più trafficato della città.

Nel 1998, per celebrare il 50º anniversario dell'aeroporto la Port Authority introdusse il nuovo slogan per l'aeroporto "JFK: where American greets the World" (inglese: "JFK: dove l'America saluta il mondo"). Più tardi nello stesso anno iniziò la costruzione dell'AirTrain JFK: completato nel dicembre 2003, il nuovo sistema ferroviario collega ogni terminal dell'aeroporto con la Metropolitana di New York e coi treni regionali dei pendolari a Howard Beach e Jamaica, nel Queens.

Dopo gli attentati dell'11 settembre 2001, il JFK fu uno dei primi aeroporti degli Stati Uniti a essere temporaneamente chiusi.

Il 19 marzo 2007 Il JFK fu il primo aeroporto degli USA a ricevere un Airbus A380 con passeggeri a bordo. Il volo, effettuato per provare la rotta e le funzioni dell'aeroplano, era operato congiuntamente da Lufthansa e Airbus, che fecero arrivare 500 passeggeri al Terminal 1.

Il 1 agosto 2008 è iniziato il primo servizio regolare verso gli Stati Uniti operato con Airbus A380. I voli, espletati da Emirates, coprono la rotta New York-Dubai e utilizzano il Terminal 4.[3] Nel 2011 i passeggeri sono saliti a 47.683.529 con 408.913 movimenti di aeromobili.

Terminal[modifica | modifica sorgente]

Il Terminal 1 ha 11 gate: dalla 1 alla 11. Il Terminal 2 ha 7 gate con passerella per l'accesso: 20-22, 26-29 e 17, solo per Delta Connection: 23A-H, 23J, 25K-N, 25P-S. Il Terminal 3 ha 16 gate con passerella per l'accesso: 1-10, 12, 14-18 con due gate (Gate 11) e un eliporto sulla pista di rullaggio KK. Il Terminal 4 ha 17 gate in due hall: A2-A7, B20, B22-B31. Il Terminal 5 ha 26 gate: 1-12, 14-27. Questo terminal, anche conosciuto come TWA Flight Center, era utilizzato dalla vecchia Trans World Airlines. Dal 2001 e dopo l'acquisto della TWA da parte dell'American Airlines il terminal rimase chiuso. Dal settembre 2008 fa parte del nuovo terminal della JetBlue Airways[4] e conterà ben 26 gates. Il Terminal 6 è chiuso. Aveva 14 gate ed era la vecchia casa di JetBlue Airways. Il Terminal 7 ha 12 gate: 1-12. Il Terminal 8 ha 29 gate: 12 nella hall B (1-8, 10, 12, 14, and 16) e 17 nella hall C (31-47)[5] Il Terminal 9 è in fase di costruzione.

Compagnie aeree e destinazioni
Compagnia Destinazione Terminal
Russia Aeroflot Mosca-Šeremet'evo 1
Messico Aeroméxico Città del Messico 1
Cina Air China Pechino-Capitale 1
Spagna Air Europa Madrid-Barajas 1
Francia Air France París-Charles de Gaulle 1
Italia Alitalia Milano-Malpensa, Roma-Fiumicino 1
Austria Austrian Airlines Vienna 1
Regno Unito Cayman Airways Gran Caimán 1
Cina China Airlines Osaka-Kansai, Taipei-Taoyuan 1
Cina China Eastern Airlines Shanghai-Pudong 1
Taiwan EVA Air Taipei-Taoyuan 1
Corea del Sud Korean Air Seoul-Incheon 1
Germania Lufthansa Francoforte, Monaco di Baviera 1
Italia Meridiana Fly Stagionale: Napoli-Capodichino, Palermo-Punta Raisi 1
Marocco Royal Air Maroc Casablanca 1
Arabia Saudita Saudi Arabian Airlines Riad, Yida 1
Turchia Turkish Airlines Istanbul-Atatürk 1
Stati Uniti Delta Connection (operato da Chautauqua Airlines) Baltimora, Buffalo, Burlington (VT), Charlotte, Cleveland, Columbus (OH), Norfolk, Pittsburgh, Raleigh/Durham, Richmond, Rochester (NY), Syracuse, Washington-Dulles 2
Stati Uniti Delta Connection (operato da Comair) Boston, Burlington (VT), Chicago-O'Hare, Cincinnati/Northern Kentucky, Houston-Hobby, Nashville, Pittsburgh, Richmond, St. Louis, Washington-National; Stagionale: Charlottetown, Nantucket 2
Stati Uniti Delta Connection (operato da Mesaba Airlines) Baltimora, Boston, Buffalo, Burlington (VT), Chicago-O'Hare, Dallas/Fort Worth, Detroit, Minneapolis/St. Paul, Pittsburgh, Richmond, Washington-National 2
Stati Uniti Delta Connection (operato da Pinnacle Airlines) Albany, Baltimora, Buffalo, Burlington (VT), Charlotte, Cleveland, Columbus (OH), Halifax, Hartford, Indianapolis, Jacksonville (FL), Kansas City (MO), Lewisburg (WV), Milwaukee, Montréal-Trudeau, New Orleans, Norfolk, Philadelphia, Pittsburgh, Richmond, Rochester (NY), Syracuse, Toronto-Pearson, Washington-Dulles, Washington-National; Stagionale: Martha's Vineyard 2
Stati Uniti Delta Air Lines Abuja, Accra, Amsterdam, Antigua, Aruba, Atene, Atlanta, Austin, Barcellona, Bogotá, Boston, Bruxelles, Dakar, Denver, Detroit, Dublino, Fort Lauderdale, Francoforte, Georgetown, Grand Cayman, Grenada, Istanbul-Atatürk, Las Vegas, Londra-Heathrow, Los Angeles, Madrid, Mexico City, Miami, Milano-Malpensa, Minneapolis/St. Paul, Montego Bay, Mosca-Sheremetyevo, Orlando, Parigi-Charles de Gaulle, Phoenix, Pittsburgh, Port-au-Prince, Portland (OR), Praga, Puerto Vallarta, Salt Lake City, San Antonio, San Diego, San Francisco, San Juan, Santiago de los Caballeros, Santo Domingo, São Paulo-Guarulhos, Seattle/Tacoma, St. Thomas, Tampa, Tel Aviv-Ben Gurion, Tokyo-Narita, Venezia-Marco Polo; Stagionale: Copenhagen, Málaga, Nizza, Pisa, Punta Cana, Reykjavík-Keflavík, Roma-Fiumicino, Shannon, Stoccolma-Arlanda, Valencia, Zurigo 2, 4
Irlanda Aer Lingus Dublino; Stagionale: Shannon 4
Ecuador AeroGal Guayaquil, Quito 4
Ucraina Aerosvit Airlines Kiev-Boryspil 4
India Air India Bombay, Delhi 4
Corea del Sud Asiana Airlines Seúl-Incheon 4
Colombia Avianca Bogotá, Cali, Medellín-Cordova 4
Trinidad e Tobago Caribbean Airlines Antigua, Grenada, Georgetown, Kingston, Montego Bay, Port of Spain, Tobago 4
Panamá Copa Airlines Ciudad de Panamá 4
Egitto EgyptAir El Cairo 4
Israele El Al Tel Aviv 4
Emirati Arabi Uniti Emirates Dubai, Milano-Malpensa 4
Emirati Arabi Uniti Etihad Airways Abu Dhabi 4
Paesi Bassi KLM Amsterdam 4
Kuwait Kuwait Airways Kuwait, Londra-Heathrow 4
Cile LAN Airlines Lima, Santiago de Chile 4
Ecuador LAN Ecuador Guayaquil 4
Polonia Polskie Linie Lotnicze LOT Varsavia 4
Pakistan Pakistan International Airlines Karachi, Lahore 4
Singapore Singapore Airlines Francoforte, Singapore 4
Sudafrica South African Airways Johannesburg 4
Stati Uniti Sun Country Airlines Minneápolis-St. Paul 4
Svizzera Swiss International Air Lines Ginevra, Zurigo 4
El Salvador TACA San Pedro Sula, San Salvador 4
Costa Rica Lacsa San José de Costa Rica 4
Brasile TAM Airlines Río de Janeiro-Galeão, São Paulo-Guarulhos 4
Russia Transaero Airlines Mosca-Domodedovo 4
Uzbekistan Uzbekistan Airways Riga, Taskent 4
Stati Uniti Virgin America Las Vegas, Los Angeles, San Francisco 4
Regno Unito Virgin Atlantic Londra-Heathrow 4
Stati Uniti JetBlue Airways Aguadilla, Aruba, Austin, Barbados, Bermuda, Boston, Buffalo, Burbank, Burlington (VT), Cancún, Charlotte, Chicago-O'Hare, Denver, Fort Lauderdale, Fort Myers, Houston-Hobby, Jacksonville (FL), Kingston, La Romana, Las Vegas, Liberia (Costa Rica),[58] Long Beach, Los Angeles, Montego Bay, Nassau, New Orleans, Oakland, Orlando, Phoenix, Pittsburgh, Ponce, Portland (ME), Portland (OR), Providenciales, Puerto Plata, Punta Cana, Raleigh/Durham, Rochester (NY), Sacramento, St. Lucia, St. Maarten, Salt Lake City, San Diego, San Francisco, San Jose (CA), San Juan, Santiago de los Caballeros, Santo Domingo, Sarasota, Seattle/Tacoma, Syracuse, Tampa, Washington-Dulles, West Palm Beach; Stagionale: Martha's Vineyard, Nantucket 5
Stati Uniti Hawaiian Airlines Honolulu 5
Giappone All Nippon Airways Tokio-Narita 7
Regno Unito British Airways Londra-City, Londra-Heathrow 7
Hong Kong Cathay Pacific Hong Kong, Vancouver 7
Spagna Iberia Airlines Madrid 7
Islanda Icelandair Reykjavik-Keflavík 7
Norvegia Norwegian Air Shuttle Oslo-Gardermoen [da maggio 2013], Stockholm-Arlanda [da maggio 2013] 7
Australia Qantas Sydney 7
Stati Uniti Sky King La Habana 7
Stati Uniti United Airlines Los Angeles, San Francisco 7
Stati Uniti United Express (operato da Atlantic Southeast Airlines) Washington-Dulles 7
Stati Uniti US Airways Charlotte, Phoenix 7
Germania Air Berlin Dusseldorf 8
Stati Uniti American Airlines Antigua, Aruba, Austin, Barbados, Barcellona, Bermuda, Boston, Bruxelles, Buenos Aires-Ezeiza, Cancún, Caracas, Chicago-O'Hare, Dallas/Fort Worth, Fort Lauderdale, Las Vegas, Londra-Heathrow, Los Angeles, Madrid, Manchester (UK), Miami, Milano-Malpensa, Orlando, Parigi-Charles de Gaulle, Port-au-Prince, Providenciales, Punta Cana, Rio de Janeiro-Galeão, St. Kitts, St. Maarten, St. Thomas, San Diego, San Francisco, San Juan, Santiago de los Caballeros, Santo Domingo, São Paulo-Guarulhos, Seattle/Tacoma, Tampa, Tokyo-Narita, Zurigo; Stagionale: Budapest, Eagle/Vail, Roma-Fiumicino, San José (CR), Tokyo-Haneda 8
Stati Uniti American Eagle Baltimore, Cincinnati/Northern Kentucky, Cleveland, Columbus (OH), Halifax, Indianapolis, Montréal-Trudeau, Nashville, Norfolk, Pittsburgh, Raleigh/Durham, Toronto-Pearson, Washington-National 8
Finlandia Finnair Helsinki 8
India Jet Airways Bruxelles, Chennai 8
Qatar Qatar Airways Doha 8
Giordania Royal Jordanian Amman 8

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bureau of Transportation Statistics, U.S. Department of Transportation, U.S. International Travel and Transportation Trends, BTS02-03 (PDF), 2006. URL consultato il 15 giugno 2008.
  2. ^ a b Major Airports Take Off, Newsday.
  3. ^ Emirates A380 Lands at JFK New York.
  4. ^ il Terminal 5 sul sito della JetBlue Airways
  5. ^ JFK Map

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]