Aeromys thomasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Scoiattolo volante di Thomas[1]
Immagine di Aeromys thomasi mancante
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[2]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Rodentia
Sottordine Sciuromorpha
Famiglia Sciuridae
Sottofamiglia Sciurinae
Tribù Pteromyini
Genere Aeromys
Specie A. thomasi
Nomenclatura binomiale
Aeromys thomasi
(Hose, 1900)

Lo scoiattolo volante di Thomas (Aeromys thomasi Hose, 1900) è uno scoiattolo volante originario del Sud-est asiatico. Deve il nome al celebre zoologo Oldfield Thomas.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lo scoiattolo volante di Thomas misura 83 cm di lunghezza e pesa circa 1500 g. Le regioni superiori sono di un bel colore marrone-rossastro acceso, mentre quelle inferiori sono più chiare. La coda, lunga, sottile e cilindrica, è generalmente dello stesso colore del dorso. Le guance sono prive di vibrisse, le orecchie hanno medie dimensioni e il patagio, oltre a essere collegato ai piedi, continua fino a raggiungere gli avambracci, il collo, le zampe posteriori e la coda.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Lo scoiattolo volante di Thomas vive solamente nel Borneo, a eccezione delle regioni sud-orientali dell'isola.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Lo scoiattolo volante di Thomas vive nelle foreste di pianura e in quelle di collina. È una specie notturna che si nutre soprattutto di frutta.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Le notizie inerenti questa specie sono così poche che la IUCN la inserisce tra quelle a status indeterminato.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Aeromys thomasi in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005. ISBN 0-8018-8221-4.
  2. ^ (EN) Ruedas, L., Duckworth, J.W., Lee, B. & Tizard, R.J. 2008, Aeromys thomasi in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi