Aerith Gainsborough

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeris Gainsborough
Aerith in Crisis Core: Final Fantasy VII
Aerith in Crisis Core: Final Fantasy VII
Universo Final Fantasy VII
Lingua orig. Giapponese
Editore Square Enix
Voci orig.
  • Maaya Sakamoto (in giapponese)
  • Mandy Moore (in inglese, Kingdom Hearts)
  • Mena Suvari (in inglese, Kingdom Hearts II e Final Fantasy VII: Advent Children)
  • Andrea Bowen (in inglese, Crisis Core: Final Fantasy VII e Dissidia 012: Final Fantasy)
Specie Cetra (Ancient)
Sesso Femmina
Luogo di nascita Icicle Inn
Data di nascita 7 febbraio
Abilità Le sue limit curano gli alleati e li potenziano (fatta eccezione per la limit Seal Evil)
Parenti
  • Elmyra, madre adottiva
  • Dott. Gast, padre naturale
  • Ifalna, madre naturale

Aerith Gainsborough (エアリス Earisu?, tradotta anche come Aeris Gainsborough) è il personaggio femminile principale del videogioco della SquareSoft Final Fantasy VII.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nasce ad Icicle Inn come unica figlia di una degli ultimi Ancient esistenti, Ifalna, e del professor Gast Faremis, grande ricercatore della Shinra, coinvolto nel progetto Jenova. Quando il professor Hojo uccide Gast, rapisce Ifalna con la piccola Aerith in fasce e sottopone le due sopravvissute dei Cetra a numerosi esperimenti, sino alla disperata fuga di Ifalna, che nonostante venga gravemente ferita riesce a spingersi con la piccola sino ai bassifondi di Midgar dove, morente, incontra Elmyra Gainsborough alla stazione dei treni e le chiede di prendersi cura della bimba, crescendola come sua. La brava donna la cresce con affetto, senza però far a meno di notare la diversità della piccola, che le dice di poter parlare con sua madre scomparsa, con il pianeta stesso e sentire le persone che morendo tornano ad esso. Nonostante l'iniziale soggezione e preoccupazione, Elmyra si affeziona sin dall'inizio alla piccola Aerith, con il suo essere sempre allegra e solare, nonostante le tristi esperienze vissute e le avversità, trattandola sempre come figlia sua.

Col passare degli anni Aerith cresce avendo sempre su di sé l'ombra della Shinra che continua a braccarla anche dopo essere stata adottata da Elmyra: persino la squadra dei Turks la tiene sotto controllo, ma senza mai riuscire a catturarla. Il loro capo, Tseng, che sembra avere un pacato atteggiamento di riguardo per lei, cerca anche di persuaderla ad entrare di sua volontà alla Shinra. Nel frattempo Aerith continua a sentire le voci del pianeta parlarle, ed è proprio in questo periodo che, in una delle visite di Tseng, viene a sapere la sua identità di Ancient e dell'eredità di Cetra, ma è ancora molto giovane ed è riluttante ad accettarla. La sua storia come personaggio giocante in Final Fantasy VII, ha inizio quando si unisce a Cloud Strife nella lotta per la salvezza del pianeta.

Ha occhi verdi, lunghi capelli bruni che lega in una treccia chiusa da un fiocco rosa (prende questa pettinatura quando in Crisis Core Zack le regala il primo nastro, un po' diverso da quello che indosserà poi) dove custodisce la White Materia della madre Ifalna. Indossa una corta giacchetta rossa con due tasche frontali e un abito intero rosa antico con bretelle abbottonato frontalmente,lungo fino alle caviglie. Combatte con un'Asta di metallo, in cui posiziona le materie al centro. I suoi attacchi fisici sono relativamente deboli e funziona meglio come maga, soprattutto con magia bianca.

Ruolo all'interno del videogioco[modifica | modifica sorgente]

Aerith Gainsborough appare per la prima volta in game su Final Fantasy VII come piccola fioraia che chiede indicazioni a Cloud dopo la confusione causata "dall'incidente" eco-terrorista (causato da Barret e Cloud) al reattore Mako del Settore 1, ma entrerà nel party ufficialmente solo quando il biondo ex-Soldier, dopo l'attacco fallito al reattore Mako del settore 5, precipiterà letteralmente sul letto di fiori all'interno della chiesa dei bassifondi, chiamata affettuosamente "La chiesa di Aerith". Qui la giovane flowergirl, grazie al lifestream, faceva germogliare e crescere, in un piccolo miracolo, dei fiori, che non sarebbero mai dovuti esistere in una terra arida come quella di Midgar, inizialmente per il semplice piacere di farlo. Sarà poi in Crisis Core che Zack le consiglierà di venderli per colorare tutti i bassifondi, convincendola con l'affermazione decisamente più pratica "Midgar piena di fiori, portafoglio pieno di soldi". Aerith resterà quindi la Flowergirl fino a FFVII dove venderà ancora fiori per poter aiutare la madre Elmyra. Sembra essere incuriosita dalle materia e chiede a Cloud se lui le sappia utilizzare parlandogli di una materia particolare che però non è ancora in grado di usare (riferimento alla White Materia).

In passato Aerith ebbe una dolce ma breve storia adolescenziale con Zack Fair, amico e punto di riferimento venuto a mancare di Cloud. Pur rimanendo turbata al primo incontro con questi dalla straordinaria somiglianza di atteggiamenti che il ragazzo ha con Zack, si scoprirà in seguito innamorata di Cloud. Prima di abbandonare il gruppo per la sua missione nell'invocazione di Holy parlerà a Cloud in sogno, rassicurandolo che quando tutto fosse finito sarebbe tornata, probabilmente ancora non consapevole appieno del suo destino o semplicemente per non dar preoccupazioni alle persone che amava. Spiega al ragazzo che lei potrebbe essere l'unica speranza per salvare il mondo da Meteor, l'apocalittica fine scelta da Sephiroth per il mondo.

Quando il gruppo andrà a cercarla, la troverà nella città dei Cetra intenta ad iniziare l'attivazione di Holy. Aerith è completamente vulnerabile al mondo esterno durante la preghiera e Sephiroth cercherà inizialmente di farla uccidere da Cloud prendendone il controllo, ma non riesce a fargli compiere l'atto estremo, poiché il giovane ex Soldier dimostra una grande forza di volontà nel combatterlo, di norma mai mostrata in altri episodi di controllo mentale, ed infine, nel giro di un secondo sopraggiungerà il nero Soldier stesso brandendo la spada Masamune, che in una delle più famose scene di gioco, trafiggerà la dolce flowergirl sotto gli occhi impotenti del ragazzo, che viene assalito da un dolore straziante. Questo episodio in seguito spronerà Cloud nella lotta contro Sephiroth, verso cui ora nutre un grande desiderio di vendetta.

Nonostante il suo personaggio non sia più giocabile per la maggior parte della storia, Aeris viene spesso ricordata da Cloud e il gruppo durante le vicende nel gioco, diventa un po' la memoria, lo spirito guida e a volte la chiave per annullare le tante insicurezze che i vari personaggi hanno accomulato durante il loro avventuroso e a volte doloroso viaggio, soprattutto dopo la sua perdita. Torna anche nelle sequenze finali dove la flowergirl, che prende coscienza di sé nel lifestream, tende persino la mano a Cloud (scena poi ripresa in Final Fantasy Advent Children) facendolo destare da uno stato di incoscienza in cui era caduto mentre tutto intorno a lui si distruggeva e Tifa tentava disperatamente di chiamarlo. Al termine del gioco appare il suo viso sorridente per qualche istante,dopo che con il lifestream da lei guidato, riesce ad aiutare Holy a contrastare Meteor, evidenziando — anche se ormai facente parte del "flusso vitale" — la sua importanza nella salvezza del pianeta e nel cuore dei suoi compagni di viaggio.

La questione della traduzione e della pronuncia[modifica | modifica sorgente]

L'esatta traduzione occidentale è Aerith. Che sia l'adattamento più giusto lo conferma il fatto che, nei titoli di coda del nuovo film Square-Enix, esce chiaramente scritto AeriTH.

Nella versione americana del gioco e in Kingdom Hearts (USA e EU), Aerith è stato traslitterato in Aeris. Questo è dovuto al fatto che, in lingua inglese, la particella "th" dà come suono una "s" (in questo caso dentale sorda aspirata, cioè "s" pronunciata con la lingua fra i denti, mentre dovrebbe essere sibilante dentale, cioè "s" pronunciata come nella parola italiana "sole"). Inoltre i giapponesi hanno l'abitudine di tradurre la particella Su come Th.

I significati del nome di Aerith sono vari ma hanno tra loro una collocazione sensata e coerente con quello che è il personaggio. Se prendiamo semplicemente la versione in lingua inglese, Aerith ha un suo senso poiché, anagrammandolo, si ottiene I Earth e togliendo anche la "i", si ricava Earth (che significa Terra), richiamando l'idea della connessione di Aerith con il pianeta.

Se ne può trovare un'altra variante di origine dal Greco "Aer" o "Aèros", "aria" o "dell'aria", che la ricollega agli elementi della natura, all'atmosfera, al cielo che può esser visto anche come il collegamento che la lega a Cloud, il cui nome significa "Nuvola". Se invece ne facciamo un'analisi simbolica ne rispecchia la gioia di vivere, la purezza d'animo, sfuggevolezza ed "etereicità".

Sempre rimanendo in Grecia, una delle divinità minori dell'Olimpo è "Eris" la dea della discordia, il cui nome si avvicina foneticamente al nome tradotto in Europa come "Aeris" ma probabilmente è quello che si accosta di meno al personaggio a parte alcuni eventuali ragionamenti. Molti la vedono lanciare il seme della discordia quando si apre il tanto discusso triangolo che la vede protagonista con Cloud e Tifa. Oppure è un'altra cosa che la avvicina a Cloud: il cognome "Strife" è infatti uno dei sinonimi inglesi per dire "discordia, conflitto" ed Eris stessa ha come compito anche quello di svegliare dalla pigrizia e dall'apatia gli Uomini, accendendo in loro un sano spirito competitivo.

Nel codice dei file della versione PlayStation di Final Fantasy VII, i programmatori (giapponesi) del gioco si riferiscono ad Aeris come Earith, una variante di Aerith più simile alla traslitterazione dell'originale (Earisu), ma parzialmente errata, probabilmente per la differente lettura che c'è tra il katakana scritto e quello parlato. Un esempio chiaro può essere la parola Bahamut, che nel codice di gioco ha come riferimento Vahamut.

Infine il cognome "Gainsborough" potrebbe esser stato ripreso da quello del ritrattista settecentesco Thomas Gainsborough che come sfondo per i suoi ritratti e le sue raffigurazioni dal vero di scene quotidiane utilizzava moltissimo tagli paesaggistici con rigogliosi alberi e moltissimo verde.

Altre apparizioni[modifica | modifica sorgente]

Aerith è un personaggio giocabile in Dragon Quest & Final Fantasy in Itadaki Street Special. Inoltre fa apparizioni significative in tutta la Compilation of Final Fantasy VII (fatta esclusione per l'OAV Last Order: Final Fantasy VII) e in Final Fantasy Tactics al fianco di Cloud. Compare anche in tutti i videogiochi della serie Kingdom Hearts e come personaggio bonus in Dissidia 012 Final Fantasy.

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi