Adolf Pinner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Adolf Pinner (Wronki, 31 agosto 1842Berlino, 21 maggio 1909) è stato un chimico tedesco.

Pinner ha studiato presso il seminario di teologia ebraica di breslau e presso l'università di Berlino, dove ha conseguito il dottorato nel 1867. Nel 1871 è divenuto Privatdozent all'università di Berlino. nel 1873 è diventato assistente di chimica nella stessa università e nel 1874 doocente di chimica presso la scuola di veterinaria di Belrlino. Nel 1884 è stato designato membro dell'ufficio brevetti tedesco e, l'anno seguente, della divisione tecnica del Dipartimento di Commercio prussiano. Ha ricevuto il titolo di Geheimer Regierungsrath.

Pinner è noto per la scoperta di una reazione di addizione nucleofila che porta il suo nome, la reazione di Pinner.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Pinner è stato autore di numerosi saggi presso riviste specialistiche, tra i quali spiccano:

  • Darstellung und Untersuchung des Butylchlorals, su Annalen der Chemie, CLXXIX., e su Berichte der Deutschen Chemischen Gesellschaft, 1870-77;
  • Ueber Imidoäther su Annalen, CCXCVII. and CCXCVIII., anche su Berichte, 1877-97
    (saggi che ha poi raccolto in un libro, intitolato Ueber Imidoäther und Dessen Derivate);
  • Die Condensation des Acetons, su Berichte, 1881-83;
  • Ueber Hydantoïe und Urazine, su Berichte, 1887-89;
  • Ueber Nicotin, su Berichte, 1891-95, e su Archiv der Pharmazie, CCXXXI., CCXXXIII.;
  • Ueber Pilocarpin, su Berichte, 1900-3.

Pinner è anche l'autore di Gesetze der Naturerscheinungen e di Repetitorium der Chemie, in 2 volumi, rispettivamente sulla chimica organica ed inorganica (11 ed., Berlino, 1902).

Gli ultimi lavori sono ben conosciuti dagli studenti tedeschi, e sono stati tradotti anche in inglese, russo e giapponese.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G. Kraemer, Adolf Pinner in Berichte der deutschen chemischen Gesellschaft, vol. 42, nº 4, 1909, pp. 4989–5000, DOI:10.1002/cber.190904204120.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 30281153