Adolf Kirchhoff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Johann Wilhelm Adolf Kirchhoff

Johann Wilhelm Adolf Kirchhoff (Berlino, 6 gennaio 182626 febbraio 1908) è stato un filologo ed epigrafista tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1865 divenne professore di filologia classica all'Università di Berlino. Gli studi scientifici di Kirchhoff si occuparono di linguistica, antichità ed epigrafi greche.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Die Homerische Odyssee (1859), una nuova teoria sulla scrittura dell'Odissea
  • edizione di Plotino (1856)
  • edizione di Euripide (1855 e 1877–1878), prima edizione critica basata sulla collazione accurata di tutti i manoscritti
  • edizione di Eschilo (1880)
  • Esiodo (Works and Days, 1881)
  • Senofonte, Respublica Atheniensium (On the Athenian Constitution; 3rd ed., 1889)
  • Über die Entstehungszeit des Herodotischen Geschichtswerkes (2nd ed., 1878)
  • Thukydides und sein Urkundenmaterial (1895).

Le seguenti opere sono il frutto dei suoi studi epigrafici e paleografici:

  • Die Umbrischen Sprachdenkmäler (1851)
  • Das Stadtrecht von Bantia (1853), Tabula Bantina scoperta nel 1790 ad Oppido vicino Banzi, contenenti una relazione relativa agli affari municipali dell'antica Bantia
  • Das Gotische Runenalphabet (1852)
  • Die Fränkischen Runen (1855)
  • Studien zur Geschichte des Griechischen Alphabets (4th ed., 1887).

La seconda parte del vol. iv. del Corpus Inscriptionum Graecarum (1859, contenente iscrizioni cristiane ) ed il vol. i. del Corpus Inscriptionum Atticarum (1873, contenenti iscrizioni anteriori al 403) con supplemento (vol. iv. pts. 13, 1877–1891) da egli stesso redatto. Dal 1860 al 1902 si occupò di Inscriptiones Graecae ed editò Hermes (1866–81).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 64119196 LCCN: nr96015351