Adelia (opera)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adelia
Lingua originale italiano
Genere melodramma serio
Musica Gaetano Donizetti
Libretto Felice Romani e Girolamo Maria Marini
(libretto online)
Atti tre
Epoca di composizione ottobre-novembre 1840
Prima rappr. 11 febbraio 1841
Teatro Roma, Teatro Apollo
Personaggi
Autografo archivio Ricordi Milano

Adelia è un'opera seria di Gaetano Donizetti.

La prima rappresentazione ebbe luogo al Teatro Apollo di Roma l'11 febbraio del 1841.

Il libretto è tratto da La figlia dell'arciere, opera in tre atti di Carlo Coccia su testo di Felice Romani, da cui Girolamo Maria Marini modificò il terzo atto. Il testo del Romani è a sua volta tratto da un dramma francese non conosciuto.

Introduzione[modifica | modifica sorgente]

Il libretto, pensato per strutture musicali ormai invecchiate, non piaceva a Donizetti, che riuscì comunque a scrivere «un buon numero di pagine splendidamente orchestrate»[1]. Ashbrook giudica la musica della parte centrale del primo atto «coerente e sintetica», mentre trova meno brillanti l'inizio e soprattutto la conclusione; il secondo atto viene giudicato complessivamente migliore; del terzo apprezza le arie ma giudica «superfluo» il coro iniziale.

La prima rappresentazione fece scalpore, infatti l'opera venne più volte interrotta dal baccano della folla rimasta fuori dal teatro e che era in possesso del biglietto; l'impresario, al termine dell'opera, venne arrestato per aver venduto un numero di biglietti superiore ai posti del teatro.[2]

Nonostante l'entusiasmo iniziale, Adelia cadde ben presto nell'oblio, per venir ripresa solo nel settembre del 1997 al Teatro Donizetti di Bergamo, con Daniela Longhi (Adelia), Sergio Bologna (Carlo), Diego d'Auria (Oliviero), Alessandro Svab (Arnoldo) e la direzione di Gustav Kuhn.[3] Particolarmente interessante la ripresa effettuata nel gennaio del 1998 al Teatro Carlo Felice di Genova (basata sull'allestimento di Bergamo), con Mariella Devia (Adelia), Stefano Antonucci (Carlo), Octavio Arévalo (Oliviero), Boris Martinovic (Arnoldo) sotto la direzione di John Neschling.[2] Le registrazioni effettuate durante gli spettacoli di Genova vennero in seguito pubblicate in CD.[4] Nel recensire lo spettacolo genovese, Roberto Iovino, scrisse che «la musica quasi mai riesce ad elevarsi drammaticamente o liricamente ai livelli degni di un Donizetti».[5]

Cast della prima assoluta[modifica | modifica sorgente]

Ruolo Registro vocale Interprete[6][7]
Carlo baritono Filippo Valentini
Oliviero tenore Lorenzo Salvi
Arnoldo basso Ignazio Marini
Adelia soprano Giuseppina Strepponi
Comino tenore Pietro Gasperini
Odetta mezzosoprano Clementina Baroni
Uno scudiero basso Luigi Fossi

Trama[modifica | modifica sorgente]

«L'intrigo si sviluppa in Perona, residenza del duca di Borgogna nel XIV secolo»

Atto I[modifica | modifica sorgente]

Arnoldo vuole vendicarsi del giovane conte Oliviero che si era introdotto furtivamente nella camera di sua figlia Adelia, e denuncia l'accaduto al duca Carlo di Borgogna, visto che una legge vieta ai nobile le relazioni sentimentali con il volgo, pena la morte. Vedendo però la disperazione dei due giovani e la loro intenzione di sposarsi, Arnoldo cerca di intercedere presso il duca, il quale finge di accordare il suo perdono.

Atto II[modifica | modifica sorgente]

Il duca pensa, in realtà, di giustiziare il conte Oliviero durante la celebrazione, ma Adelia, avvertita da Comino delle intenzioni del duca Carlo di Borgogna decide di differire le nozze che, dopo le invettitive di Oliviero e di suo padre, perde i sensi.

Atto III[modifica | modifica sorgente]

Le nozze non vengono svolte e Adelia è impazzita al pensiero che Oliviero possa essere condannato a morte per causa sua, ma ritorna in sé dopo aver saputo che suo padre ha ricevuto un titolo nobiliare. A questo punto Adelia e Oliviero possono convolare a nozze nel tripudio generale.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Anno Cast
(Carlo, Oliviero, Arnoldo, Adelia)
Direttore,
Coro e Orchestra
Etichetta[8]
1998 Stefano Antonucci,
Octavio Arévalo,
Boris Martinovic,
Mariella Devia
John Neschling
Orchestra e Coro del Teatro Comunale dell'Opera di Genova
(Registrazione dal vivo al Carlo Felice di Genova, gennaio/febbraio)
Audio CD: BMG Ricordi (Agorá)
Cat: RFCD 2029
2006 Giulio Mastrototaro,
David Sotgiu,
Andrea Silvestrelli,
Michela Sburlati
Gustav Kuhn
Orchestra e Coro Haydn di Bolzano e Trento
(Registrato in concerto all'Auditorium di Bolzano, 11-16 dicembre)
Audio CD: RCA «Red Seal»
Cat: 88697 10813 2

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ashbrook, p. 208
  2. ^ a b Roberto Iovino: «Adelia», Stasera omaggio a Donizetti, La Stampa, 20 gennaio 1998, pagina 42
  3. ^ Maria Teresa Muraro, Maria Ida Biggi: Opera '98, EDT, Torino, 1998, ISBN 8870633756 p. 15
  4. ^ Sandro Cappelletto: Adelia di Donizetti amore e belcanto, Tuttolibri (La Stampa), 11 settembre 1999, pagina 11
  5. ^ Roberto Iovino: «Adelia»: il nulla va in scena, La Stampa, 22 gennaio 1998, pagina 38
  6. ^ Ahbrook, p. 327
  7. ^ Dal libretto per la prima assoluta
  8. ^ Registrazioni su operadis-opera-discography.org.uk

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • William Ashbrook, Donizetti. Le opere, prima edizione in lingua inglese: Donizetti and his Operas, Cambridge University Press, 1982, trad. it. di Luigi Della Croce, EDT, Torino 1987, pp. 208–215, 327 - ISBN 88-7063-047-1

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica