Adelchi Negri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adelchi Negri

Adelchi Negri (Perugia, 16 luglio 1876Pavia, 19 febbraio 1912) è stato uno scienziato e patologo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La tomba di Adelchi Negri nel cimitero di Pavia

Studiò medicina e chirurgia all'Università di Pavia, dove fu allievo di Camillo Golgi e ne divenne in seguito assistente.

Nel 1905 Negri divenne assistente di patologia generale e quattro anni dopo fu nominato professore di batteriologia all'università di Pavia.

Il suo nome è legato alla scoperta, avvenuta nel 1903, dei corpuscoli della rabbia, detti corpi di Negri, contenuti in alcune cellule del sistema nervoso degli animali ammalati.

Morì nel 1912 di tubercolosi all'età di 35 anni.

Scritti[modifica | modifica wikitesto]

  • (1909) Sulla morfologia e sul ciclo del parassita della rabbia, Tipografia della R. Accademia dei Lincei, Roma

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alfredo Margreth, «Adelchi Negri and Schools of General Pathology in Italy between the end of the nineteenth and beginning of the twentieth century». Rendiconti Lincei 14(4):251-262 (2003) DOI: 10.1007/BF02904485
  • Camillo Golgi, L'opera scientifica di Adelchi Negri, Pavia : Tipografia Cooperativa, 1912
  • Emilio Veratti, Adelchi Negri : la vita e l'opera scientifica, Milano : Tipografia Mozzati, 1949

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • La città di Pavia gli ha dedicato una via che costeggia un lato dell'ospedale Policlinico San Matteo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 84822877