Acuto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati di Acuto, vedi Acuto (disambigua).
Acuto
comune
Acuto – Stemma
Panoramica di Acuto
Panoramica di Acuto
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Provincia Provincia di Frosinone-Stemma.png Frosinone
Amministrazione
Sindaco Augusto Agostini (lista civica) dal 9/06/2009
Territorio
Coordinate 41°47′00″N 13°11′00″E / 41.783333°N 13.183333°E41.783333; 13.183333 (Acuto)Coordinate: 41°47′00″N 13°11′00″E / 41.783333°N 13.183333°E41.783333; 13.183333 (Acuto)
Altitudine 724 m s.l.m.
Superficie 13,40 km²
Abitanti 1 910[1] (31.12.2011)
Densità 142,54 ab./km²
Comuni confinanti Anagni, Ferentino, Fiuggi, Piglio
Altre informazioni
Cod. postale 03010
Prefisso 0775
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 060002
Cod. catastale A054
Targa FR
Cl. sismica zona 2B (sismicità media)
Cl. climatica zona E, 2 519 GG[2]
Nome abitanti acutini
Patrono san Maurizio
Giorno festivo 22 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Acuto
Posizione del comune di Acuto nella provincia di Frosinone
Posizione del comune di Acuto nella provincia di Frosinone
Sito istituzionale

Acuto (Aùto in dialetto ciociaro[3]) è un comune italiano di 1 914 abitanti della provincia di Frosinone nel Lazio.

Centro cittadino

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Acuto sorge a 724 metri di altezza sul livello del mare, su un costone dei monti Ernici. In posizione dominante sulla sottostante Valle del Sacco. Nel territorio comunale cadono le cime del Monte Carmine (1.050 m s.l.m.) e del Colle Madama (920 m s.l.m.).

Clima[modifica | modifica sorgente]

Acuto ha un clima piuttosto rigido e ventoso d'inverno, con nevicate abbastanza frequenti, ma secco e tollerabile, mentre nelle stagioni primaverile e autunnale offre temperature miti e gradevoli. Frequenti piogge autunnali. L'estate è invece calda, ma resa gradevole da frequenti brezze serali, tali da rendere i mesi di luglio e agosto molto ricercati per la villeggiatura.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Acuto venne fondata nel V secolo da abitanti di Anagni fuggiti da un'invasione, ma dei ritrovamenti hanno dimostrato che esisteva già un piccolo centro abitato prima della fondazione. Le prime fonti più accurate provengono dal 1051, dove si parla di una roccaforte situata nei pressi di Anagni, il Castrum Acuti. La rocca fu dominata da vari signorotti locali e dai vescovi di Anagni in alternanza, fino alla fine del XIV secolo, quando tornò in mano ai vescovi. Dal XV secolo in poi, Acuto si legò sempre di più ad Anagni (infatti agli abitanti di Acuto venne data anche la cittadinanza di Anagni nel 1478) e di conseguenza al papato.

Nel 1557 la Spagna dichiarò guerra al Papa, e così Anagni (come del resto la zona Ciociaria) fu attaccata da Marcantonio Colonna, a capo di un esercito di soldati spagnoli, che distrusse Frosinone. Gli abitanti, durante l'assedio, si trasferirono a Paliano, un'altra roccaforte che venne distrutta dai soldati comandati da Marcantonio Colonna. La guerra si concluse con la vittoria della Spagna, ma Acuto non ne fu devastata, come invece accadde alle altre città vicine. In seguito, avendo un ruolo predominante sulle altre città, Acuto si scontrò più volte nel corso dei secoli con Anagni, che tentava di riacquistare la supremazia perduta. Dopo molte lotte, gli scontri fra Anagni e Acuto finirono nel 1806, anno in cui per Acuto cominciò un declino.

Dal 1809 al 1814 Acuto fu sotto il dominio francese. Il comune poi ritornò in mano dei vescovi, ma dal 1815 al 1825 fu tormentata dal brigantaggio.

Nel 1870 il comune passò al Regno d'Italia.

Acuto è il luogo di fondazione della congregazione delle Suore Adoratrici del Sangue di Cristo.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Architetture religiose[modifica | modifica sorgente]

  • Chiesa di Santa Maria Assunta;
  • Chiesa di San Pietro;
  • Chiesa di San Sebastiano;
  • Chiesa di Santa Maria Maddalena;
  • Chiesa Madonna di Mezzo Monte;

Aree naturali[modifica | modifica sorgente]

  • Lago Volubro Suso, è una dolina poco distante dal paese.[4]

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[5]


Cultura[modifica | modifica sorgente]

Cucina[modifica | modifica sorgente]

Persone legate ad Acuto[modifica | modifica sorgente]

  • Maria de Mattias (1805-1886), santa, fondò l'ordine delle Adoratrici del Sangue di Cristo ad Acuto;
  • Federico Iadicicco (1974) politico ex consigliere alla Provincia di Roma, dirigente nazionale di Fratelli d'Italia;
  • Luigi Iadicicco (1934), scrittore e giornalista, autore di "Paese di Ciociaria, memorie di un bambino di dieci anni";
  • Nazzareno Pilozzi (1969) politico deputato della Repubblica.

Trasporti e infrastrutture[modifica | modifica sorgente]

Strade[modifica | modifica sorgente]

Il territori comunale è attraversato dalla strada regionale 155 di Fiuggi, ex strada statale, la via di comunicazione che collega Frosinone a Latina.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Nel 1927, a seguito del riordino delle Circoscrizioni Provinciali stabilito dal regio decreto N°1 del 2 gennaio 1927, per volontà del governo fascista, quando venne istituita la provincia di Frosinone, Acuto passò dalla provincia di Roma a quella di Frosinone.

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ ISTAT data warehouse
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 7.
  4. ^ La dolina su Escursioni in Ciociaria
  5. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]