Acquaviva (San Marino)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acquaviva
castello
Acquaviva – Stemma Acquaviva – Bandiera
Acquaviva – Veduta
Localizzazione
Stato San Marino San Marino
Amministrazione
Capitano di Castello Lucia Tamagnini (lista civica) dal 20-3-2013
Data di istituzione 1925
Territorio
Coordinate 43°57′N 12°25′E / 43.95°N 12.416667°E43.95; 12.416667 (Acquaviva)Coordinate: 43°57′N 12°25′E / 43.95°N 12.416667°E43.95; 12.416667 (Acquaviva)
Altitudine 237 m s.l.m.
Superficie 4,86 km²
Abitanti 2 104[1] (31-03-2013)
Densità 432,92 ab./km²
Curazie Gualdicciolo, La Serra
Castelli confinanti Borgo Maggiore, Città di San Marino, San Leo (IT-RN), Verucchio (IT-RN)
Altre informazioni
Cod. postale RSM-47892
Prefisso dall'Italia e dal Vaticano: 0549, da tutti gli altri paesi: +378
Fuso orario UTC+1
ISO 3166-2 SM-01
Targa RSM
Nome abitanti acquavivesi
Patrono Sant'Andrea apostolo
Giorno festivo 30 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: San Marino
Acquaviva
Acquaviva – Mappa
Sito istituzionale

Acquaviva (Aquaviva[2] in romagnolo nella variante sammarinese) è un castello della Repubblica di San Marino di 2 104 abitanti e un'estensione di 4,86 k.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo deriva dalla fonte di Monte Cerreto, dove ai piedi del colle dove San Marino diacono battezzò i primi cristiani[3].

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio di Acquaviva si estende tra la valle del Rio San Marino e il Fosso del Re, dove alla confluenza nel rio si trova Gualdiccicolo. Il punto più elevato del castello è a 414 metri d'altezza. Confina con i castelli di Borgo Maggiore e Città di San Marino e con i comuni italiani di San Leo (IT-RN) e Verucchio (IT-RN).

Mappa del castello di Acquaviva con i castelli e i comuni confinanti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La leggenda vuole che la grotta della rupe della Baldesserona sia stato il primo rifugio di San Marino e San Leo. Deve il suo nome ad un'importante sorgente ai piedi del Monte Cerreto e su questo colle sorgeva anticamente la corte di Stirvano dove fu redatto nell'885 il Placito Feretrano, il più antico documento della repubblica di San marino. Il 19 dicembre 1243 Guido di Cerreto, figlio di Guidone Lambertizio, ven­dette ai sammarinesi ogni privilegio di riscuotere tributi, per il passaggio nelle corti dei castelli di Cerreto, di Ventoso e dello stesso territorio appartenente al castello e alla curia di San Marino.

Curazie[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

A valle di Acquaviva, presso il confine con l'Italia sorge la curazia (frazione) di Gualdicciolo sul Rio San Marino dove vengono prodotti i liquori di maggior parte della produzione nazionale sammarinese nel Liquorificio Cesarini, aperto nel 1968.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Nel suo territorio è presente una delle piste da moto-cross più rinomate al mondo, la Pista della Baldasserona.

La squadra di calcio del castello è la Virtus, vintrice di un Trofeo Federale nel 1988.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

La casa di Castello si trova in Piazza Castello Montecerreto-

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
13 dicembre 1998 7 giugno 2009 Silvano Semprini Lista civica Capitano di Castello
7 giugno 2009 21 febbraio 2013 Loretta Mary Grace Mazza Lista civica Capitano di Castello
20 marzo 2013 in carica Lucia Tamagnini Lista civica Capitano di Castello

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Popolazione residente per castello - UPECEDS
  2. ^ T. Capello, C. Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Pàtron ed., Bologna, 1981
  3. ^ Parrocchia Sant’Andrea Apostolo in Acquaviva

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]