Acqua distillata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aqua Distillata (Real Farmacia Madrid).

L'acqua distillata è un'acqua priva di sali minerali e gas disciolti che si ottiene tramite distillazione.

Tecniche di produzione[modifica | modifica sorgente]

Apparato utilizzato per distillare l'acqua in laboratorio.

In passato, per ottenere acqua completamente pura si ricorreva ad un processo di distillazione: l'acqua viene fatta bollire, facendo successivamente condensare per raffreddamento il vapore acqueo ottenuto. I sali contenuti nell'acqua non evaporano per cui dalla raccolta del condensato si ottiene acqua con un contenuto di sali estremamente basso.

Lo strumento utilizzato scientificamente è detto "tubo di Liebig" ed è composto da un primo serbatoio, dove l'acqua viene fatta bollire ("caldaia"), da un condensatore e da un secondo serbatoio dove viene raccolta l'acqua pura. L'acqua distillata è completamente priva di batteri e di residui calcarei.

Esistono tecniche alternative alla distillazione, scelte in base al grado di purezza desiderato e alle applicazioni a cui l'acqua è destinata. Si va dai dissalatori a resina a scambio ionico ai de-ionizzatori a osmosi inversa e ai desalinizzatori. L'acqua di grado analitico (di Tipo 1 secondo le norme UNI) viene ottenuta quasi esclusivamente mediante osmosi inversa.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

L'acqua distillata per rimanere tale deve essere isolata il più possibile dall'ambiente esterno. Infatti, a cause delle buone capacità solventi dell'acqua, se esposta all'aria ne scioglie rapidamente parte del diossido di carbonio presente, portando rapidamente il valore del pH a 5-6. Inoltre, essendo una sostanza estremamente avida di ioni, deve essere conservata in recipienti di materiale plastico (quali polietilene, polipropilene, Teflon), o in mancanza di quarzo. Il vetro, sebbene abbia una struttura simile al quarzo, non può essere impiegato in quanto è una sorgente di ioni metallici ed anioni.

L'acqua completamente deionizzata presenta una conduttività di 0,055 μS·cm-1 o una resistività di 18 ·cm in condizioni STP.

Usi[modifica | modifica sorgente]

Acqua distillata sterilizzata per usi in ambito medico.

L'acqua distillata è utilizzata in laboratorio per preparare soluzioni; in ambito domestico è usata per alimentare i ferri da stiro a vapore, che con il calcare potrebbero a lungo andare danneggiarsi.

In campo medico viene usata per le iniezioni e la somministrazione di farmaci per via parenterale (per esempio con l'utilizzo della flebloclisi), nonché per produrre la cosiddetta "soluzione fisiologica", che è una soluzione di 9 grammi per litro di cloruro di sodio in acqua distillata, a sua volta usata nella produzione di soluzioni iniettabili e colliri. Un ulteriore requisito fondamentale per l'acqua distillata destinata a questi scopi è la sterilità, cioè la totale assenza di organismi viventi (batteri, protozoi, virus, spore). Tale sterilità è spesso ottenuta per esposizione dell'acqua distillata ad una fonte di luce ultravioletta.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia