Acqua di Seltz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bollicine dell'acqua di Seltz.
Sifone per acqua di Seltz, anni '20 del XX secolo.

Acqua di seltz, o anche semplicemente seltz, è una denominazione corrente in Italia per designare l'acqua fortemente gassata, ottenuta immettendo in un sifone ermetico il gas (anidride carbonica) sotto pressione di apposite bombolette.

Il suo nome deriva da quello di Selters, una località tedesca alle montagne Taunus da cui proviene un'acqua minerale ricca di anidride carbonica. In tedesco, infatti, quest'acqua viene denominata Selterswasser ("acqua di Selters"). In inglese anche viene chiamata seltzer.

Mentre come bevanda gassata si tende a preferire le acque minerali gassate industriali, il seltz viene di solito impiegato per la preparazione di cocktail.[1]

L'acqua di Seltz può contenere aromi e in più cloruro di sodio, citrato di sodio, bicarbonato di sodio, bicarbonato di potassio, solfato di potassio o fosfato disodico.

Distinzione tra acqua di seltz e soda water[modifica | modifica wikitesto]

Nelle categorie delle bevande analcoliche descritte nell'ambito della mescita (bar, ristoranti ecc.) bisogna distinguere l'acqua di seltz dalla soda water.

Di solito per soda water classifichiamo una bevanda venduta in bottiglia composta da: acqua, bicarbonato di sodio, anidride carbonica, dal sapore leggermente alcalino, cioè la comune acqua minerale gassata.

L'acqua di seltz è preparata al momento, aggiungendo all'acqua di fonte (magari senza cloro) dell'anidride carbonica (sifone portatile o da banco).

L'utilizzo delle due acque è praticamente lo stesso; in particolare per allungare distillati, aperitivi, long drink, ecc.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20080612092816AA4y8id

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina