Acomys

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Acomys
Sinaistachelmaus.jpg
Acomys dimidiatus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Deomyinae
Genere Acomys
I.Geoffory, 1838
Sinonimi

Acanthomys, Acosminthus

Specie

Vedi testo

Acomys (I.Geoffory, 1838) è un genere di Roditori della famiglia dei Muridae.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Al genere Acomys appartengono roditori di piccole dimensioni, con lunghezza della testa e del corpo tra 74 e 128 mm, la lunghezza della coda tra 45 e 100 mm e un peso fino a 53 g.[1]
Il cranio presenta un'ampia scatola cranica, le creste sopra-orbitali robuste e un rostro relativamente lungo. I fori palatali sono lunghi, mentre la fossa mesopterigoidale è coperta dalle ossa palatali che si estendono ben oltre gli ultimi molari.
Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

I: \frac 1 1 ; C: \frac 0 0; Pm: \frac 0 0 ; M: \frac 3 3 \times 2 \,=\ 16

La pelliccia è densamente ricoperta di rigidi peli spinosi. Le orecchie sono grandi ed erette. I piedi sono allargati e corti, mentre le dita non sono particolarmente ridotte. La coda è solitamente più corta della testa e del corpo, appare praticamente priva di peli e ricoperta di evidenti scaglie. Tende a staccarsi facilmente quando è afferrata. Le femmine hanno 2-3 paia di mammelle inguinali.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Questo genere è diffuso nelle zone desertiche e semi-desertiche dell'Africa settentrionale e occidentale e del Vicino Oriente.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Il genere comprende 21 specie.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Novak, 1999, op. cit.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Acomys in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Ronald M. Novak, Walker's Mammals of the World, 6th edition, Johns Hopkins University Press, 1999. ISBN 9780801857898

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi