Acinos alpinus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Acino alpino
Acinos Alpinus ENBLA01.jpg
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Lamiales
Famiglia Lamiaceae
Genere Acinos
Specie A. alpinus
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Eudicots
(clade) Asterids
(clade) Euasterids I
Ordine Lamiales
Famiglia Lamiaceae
Nomenclatura binomiale
Acinos alpinus
(L.) Moench
Sinonimi

Calamintha alpina (L.) Lam.
Thymus alpinus (L.)
Satureja alpina (L.)

Nomi comuni

Santoreggia alpina

L'acino alpino (Acinos alpinus (L.) Moench) è una pianta perenne della famiglia delle Lamiaceae.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Sottospecie:

  • A. alpinus meridionalis presenta fiori più piccoli
  • A. alpinus majoranifolius vegeta a quote inferiori.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

In latino il nome del genere significa "erba odorosa".

Morfologia[modifica | modifica sorgente]

È una pianta alta fino a 40-50 cm (minimo 5 cm) con fiori ermafroditi e a portamento più o meno) prostrato (strisciante). La sua forma biologica viene definita camefita suffruticosa.

Fusto[modifica | modifica sorgente]

Alla base il fusto ha carattere legnoso, in parte pubescente (ricoperto da peluria). La sezione trasversale del fusto presenta spigoli accentuati (forma tetragonale).

Foglie[modifica | modifica sorgente]

Foglie di Acinos alpinus.

Le foglie sono a simmetria opposta rispetto al fusto; leggermente picciolate. La forma può essere da ovoidale a lanceolata (da 5 a 15 mm) con il margine della lamina fogliare dentellato e a volte revoluto, cioè ripiegato verso l’interno-basso della foglia.

Fiori[modifica | modifica sorgente]

Infiorescenza verticillare di Acinos alpinus.

L’infiorescenza è di tipo verticillastro, è cioè costituita da un insieme di più fiori che si sviluppano contemporaneamente da un dato livello del fusto o da un nodo, a 3-8 fiori.

Particolare del fiore di Acinos Alpinus .

Il calice del fiore è del tipo gamosepalo ed è a simmetria raggiata (detto anche attinomorfo) ed è irto di densi peli. La corolla è a simmetria bilaterale (detta anche zigomorfa) e gamopetala . La forma del fiore è labiata per una lunghezza di circa 15-20 mm.
Il colore è in genere violetto con tubo interno peloso. Dei due labbri, quello superiore è bilobo, quello inferiore è trilobo. Gli stami sono visibili; mentre il pistillo è dimezzato.

Fiorisce nel periodo che va da maggio ad agosto (dipende dall’altitudine).

Frutti[modifica | modifica sorgente]

Il frutto è del tipo a schizocarpo tetrachenio (frutto che si separa in 4 elementi alla maturità).

Radici[modifica | modifica sorgente]

La radice principale dell'apparato radicale (fittone) è mediamente sottile, in compenso le radici secondarie sono molto sviluppate.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

È originaria dell’Europa meridionale montagnosa.

In Italia è presente nella maggior parte delle regioni sopra i 900 m s.l.m. e fino a circa 2600 m s.l.m. Si trova nei campi, nelle fessure delle rocce e in zone poco fertili e sassose delle praterie alpine. Predilige substrati calcarei e ambienti privi di vegetazione dove altre specie hanno difficoltà a sopravvivere.

Usi[modifica | modifica sorgente]

Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Farmacia[modifica | modifica sorgente]

Ha proprietà diaforetiche e febbrifughe.

Cucina[modifica | modifica sorgente]

Le foglie si usano come il te.

Galleria di foto[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • T.G. Tutin, V.H. Heywood et alii, Flora Europea, Cambridge University Press, 1976, ISBN 0-521-08489-X.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica