Acido vanilmandelico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acido vanilmandelico
Vanilmandelic acid.svg
Nome IUPAC
acido idrossi(4-idrossi-3-metossi-fenil)etanoico
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C9H10O5
Massa molecolare (u) 198,173
Numero CAS [55-10-7]
PubChem 1245
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante

attenzione

Frasi H 315 - 319 - 335
Consigli P [1]

L'acido vanilmandelico è un prodotto di degradazione delle catecolammine; nelle urine di soggetti sani rappresenta il 50% circa dei prodotti di degradazione delle catecolammine presenti, insieme al 40% di metanefrina.

Esame dell'acido vanilmandelico urinario[modifica | modifica wikitesto]

L'esame dell'acido vanilmandelico urinario è di fondamentale importanza nella diagnosi di feocromocitoma; poiché il feocromocitoma è un tumore che colpisce la zona del surrene, da cui deriva una ipersintesi di catecolamine, la presenza dell'acido vanilmandelico in questi soggetti risulta superiore ad una quota urinaria del 50%.

L'esame è condotto sulle urine raccolte nell'arco delle 24 ore, e queste ultime vanno acidificate con acido cloridrico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 01.12.2011