Acido rosmarinico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acido rosmarinico
Struttura dell'acido rosmarinico
Nome IUPAC
(E,R)-acido a-((3-(3,4-diidrossifenil)-1-

osso-2-propenil)ossi)-3,4-diidrossi-benzenpropanoico

Nomi alternativi
acido rosmarinico
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C18H16O8
Massa molecolare (u) 360,31
Aspetto solido giallo-arancio
Numero CAS [537-15-5]
PubChem 5315615
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 0,91
Temperatura di fusione 171 °C (444 K)
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P --- [1]

L'acido rosmarinico è un acido polifenolico presente in molte piante appartenenti alla famiglia delle Lamiaceae come il rosmarino, la salvia, l'origano, il timo, la menta piperita e la melissa.[2]

Chimicamente è l'estere tra l'acido caffeico e il gruppo alcolico in posizione α dell'acido 3,4-diidrossifenillattico. È poco solubile in acqua mentre si scioglie bene in solventi apolari.

Presenta attività antiossidante in sinergia con l'α-tocoferolo.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 24.05.2012
  2. ^ M.N. Clifford, Chlorogenic acids and other cinnamates. Nature, occurrence and dietary burden in J. Sci. Food. Agric., vol. 79, 1999, pp. 362-372.
  3. ^ C. Jayasinghe, Gotoh N., Aoki T., Wada S., Phenolics Composition and Antioxidant Activity of Sweet Basil (Ocimum basilicum L.) in J. Agric. Food Chem., vol. 51, 2003, pp. 4442-4449.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia