Acido gibberellico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acido gibberellico
Formula di struttura e modello dell'Acido Gibberellico
Nome IUPAC
acido (3S,3aS,4S,4aS,7S,9aR,9bR,12S)-7,12-diidrossi-3-metil-6-metilen-2-ossoperidro-4a,7-metan-9b,3-propenazulen[1,2-b]furan-4-carbossilico
Nomi alternativi
activol, berelex, brellin, cekugib, GA, GA3
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C19H22O6
Massa molecolare (u) 346.37 g/mol
Aspetto solido cristallino bianco-giallo pallido
Numero CAS [77-06-5]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) ---
Solubilità in acqua 5 g/l (20 °C)
Temperatura di fusione 234 °C (decomposizione)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante

attenzione

Frasi H 319
Consigli P 305+351+338 [1]

L'acido gibberellico (chiamato anche Gibberellina A3, GA3 o semplicemente GA ) è un composto terpenico (C19H22O6) classificato tra le gibberelline noto per le sue proprietà di fitormone. Si presenta, nella sua forma anidra, come cristallo bianco tendente al giallo pallido, poco solubile in acqua, ma con buona solubilità negli alcoli leggeri.

Proprietà ed usi[modifica | modifica sorgente]

  • stimolamento della germinazione (riduzione dei tempi)
  • promozione della formazione di germogli laterali
  • induzione della mitosi
  • catalisi dello sviluppo dell'apparato radicale e aereo
  • distanziamento acini in colture a grappolo serrato

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 04.01.2011

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia