Acido 3-idrossi-3-metil-butirrico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acido 3-idrossi-3-metil-butirrico
Hydroxymethylbutyric acid.png
Nome IUPAC
acido 3-idrossi-3-metilbutanoico
Nomi alternativi
HMB
acido β-idrossi-β-metilbutirrico
acido β-idrossiisovalerico
acido 3-idrossiisovalerico
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C5H10O3
Massa molecolare (u) 118.131 g/mol
Numero CAS [625-08-1]
PubChem 69362
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 0.938 g/mL
Temperatura di fusione 80
Temperatura di ebollizione 88 °C a 1 mmHg
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante

attenzione

Frasi H 315 - 319 - 335
Consigli P 261 - 305+351+338 [1]

L'acido beta-idrossi-beta-metil-butirrico (o β-idrossi-β-metilbutirrato, HMB) è un metabolita dell'amminoacido essenziale leucina e viene sintetizzato nell'organismo. È stato scoperto dal Dr. Steven L. Nissen all'università dello Iowa. Nissen studiò questo metabolita come integratore alimentare. L'HMB fu trovato per la prima volta nei maiali e in piccole quantità nel pompelmo e nel pesce. Viene venduto sotto forma di compresse in sali di calcio (calcio-beta-idrossi-betametilbutirrato monoidrato).[2]

Una ricerca pubblicata sul Journal of Applied Physiology ha mostrato che l'HMB può incrementare la massa e la forza muscolare.[3] Un articolo del 2008 su Nutrition & Metabolism fa il punto sullo stato dell'arte delle ricerche fatte sull'HMB.[4]

Tre grammi di HMB al giorno aiutano a combattere il catabolismo ed aiutano il muscolo nella ricostruzione. Gli studi evidenziano un maggior beneficio nelle persone poco allenate. Inoltre, studi scientifici ben controllati hanno trovato successo oltre che nell'anabolismo anche nella perdita di grasso corporeo in uomini di 70 anni d'età.

Il corpo umano ne produce circa 0,2÷0,4 grammi al giorno.[senza fonte] Le dosi standard utilizzate negli studi sono tra 1,5 e 3,0 g giornalieri suddivisi in 2 somministrazioni,[3] solitamente al mattino (quando i livelli di cortisolo sono più alti) e prima di andare a letto ed anche prima e dopo l'allenamento.[senza fonte]

Ricerche[modifica | modifica sorgente]

La supplementazione con β-idrossi-β-metilbutirrato (HMβ) stimola l'ipertrofia del muscolo scheletrico nei ratti attraverso la via mTOR.[5] Il β-idrossi-β-metilbutirrato (HMβ) può avere un effetto positivo in condizioni di catabolismo proteico in diversi tipi di muscolo scheletrico di ratti sani o sottoposti a setticemia sperimentale.[6] L'assunzione di β-idrossi-β-metilbutirrato (HMβ) prima di un esercizio fisico pare eviti l'aumento della latticodeigrogenasi LDH.[7] Il β-idrossi-β-metilbutirrato (HMβ) attenua la depressione della sintesi delle proteine muscolari indotta da lipopolisaccaride, dal fattore di necrosi tumorale, e dall'angiotensina II; suggerendo che l'HMB può essere efficace per attenuare l'atrofia muscolare in una serie di condizioni cataboliche.[8]

La supplementazione cronica con β-idrossi-β-metilbutirrato (HMβ) incrementa l'attività dell'asse GH/IGF-I e provoca iperinsulinemia nei ratti.[9]

Il β-idrossi-β-metilbutirrato (HMβ) riduce la perdita muscolare e del peso corporeo nella cachessia neoplastica sperimentale.[10]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 11.04.2012
  2. ^ HMB at GNC
  3. ^ a b S. Nissen, R. Sharp; M. Ray; JA. Rathmacher; D. Rice; JC. Fuller; AS. Connelly; N. Abumrad, Effect of leucine metabolite beta-hydroxy-beta-methylbutyrate on muscle metabolism during resistance-exercise training. in J Appl Physiol, vol. 81, nº 5, novembre 1996, pp. 2095-104, PMID 8941534.
  4. ^ Wilson GJ, Wilson JM, Manninen AH., Effects of beta-hydroxy-beta-methylbutyrate (HMB) on exercise performance and body composition across varying levels of age, sex, and training experience: A review. in Nutrition & Metabolism, vol. 5, 2008, p. 1, DOI:10.1186/1743-7075-5-1, PMID 18173841.
  5. ^ GD. Pimentel, JC. Rosa; FS. Lira; NE. Zanchi; ER. Ropelle; LM. Oyama; CM. Oller do Nascimento; MT. de Mello; S. Tufik; RV. Santos, β-Hydroxy-β-methylbutyrate (HMβ) supplementation stimulates skeletal muscle hypertrophy in rats via the mTOR pathway. in Nutr Metab (Lond), vol. 8, nº 1, 2011, p. 11, DOI:10.1186/1743-7075-8-11, PMID 21345206.
  6. ^ M. Kovarik, T. Muthny; L. Sispera; M. Holecek, Effects of β-hydroxy-β-methylbutyrate treatment in different types of skeletal muscle of intact and septic rats. in J Physiol Biochem, vol. 66, nº 4, dicembre 2010, pp. 311-9, DOI:10.1007/s13105-010-0037-3, PMID 20725872.
  7. ^ JM. Wilson, JS. Kim; SR. Lee; JA. Rathmacher; B. Dalmau; JD. Kingsley; H. Koch; AH. Manninen; R. Saadat; LB. Panton, Acute and timing effects of beta-hydroxy-beta-methylbutyrate (HMB) on indirect markers of skeletal muscle damage. in Nutr Metab (Lond), vol. 6, 2009, p. 6, DOI:10.1186/1743-7075-6-6, PMID 19193206.
  8. ^ HL. Eley, ST. Russell; MJ. Tisdale, Attenuation of depression of muscle protein synthesis induced by lipopolysaccharide, tumor necrosis factor, and angiotensin II by beta-hydroxy-beta-methylbutyrate. in Am J Physiol Endocrinol Metab, vol. 295, nº 6, dicembre 2008, pp. E1409-16, DOI:10.1152/ajpendo.90530.2008, PMID 18854427.
  9. ^ A. Murai, T. Miyahara; S. Shiozawa; K. Sanada, [Connective tissue and aging. (2) Glycosylation of collagen and aging]. in Nippon Ronen Igakkai Zasshi, vol. 12, nº 3, maggio 1975, pp. 128-9, PMID 1237681.
  10. ^ Z. Aversa, A. Bonetto; P. Costelli; VG. Minero; F. Penna; FM. Baccino; S. Lucia; F. Rossi Fanelli; M. Muscaritoli, β-hydroxy-β-methylbutyrate (HMB) attenuates muscle and body weight loss in experimental cancer cachexia. in Int J Oncol, vol. 38, nº 3, marzo 2011, pp. 713-20, DOI:10.3892/ijo.2010.885, PMID 21184031.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]