Acidi grassi essenziali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gli acidi grassi essenziali (o EFA, dall'inglese Essential Fatty Acids) sono quegli acidi grassi che l'uomo, così anche come altri animali, deve introdurre attraverso la dieta per mantenere l'organismo in buone condizioni di salute. Questi acidi grassi sono necessari all'organismo, che non è in grado di sintetizzarli; i principali sono: l'acido linoleico, l'acido linolenico e l'acido arachidonico.

Struttura chimica[modifica | modifica wikitesto]

Gli acidi grassi sono idrocarburi a catena lineare in possesso di un gruppo carbossilico (COOH) ad una estremità. Il carbonio accanto al carbossilato è noto come α (alfa), il carbonio successivo come β (beta), e così via. Poiché gli acidi grassi biologici possono essere di diverse lunghezze, l'ultima posizione è etichettata come "ω" (omega), ultima lettera dell'alfabeto greco. Un esempio della struttura chimica di un acido grasso libero è:

Fatty acid numbering.png

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Gli acidi grassi essenziali sono classificati in:


Esempi[modifica | modifica wikitesto]

Gli acidi grassi essenziali più importanti sono l'acido alfa-linolenico (appartenente al gruppo degli omega 3) e l'acido linoleico (appartenente al gruppo degli omega 6).
Furono definiti vitamina F quando, al tempo della loro scoperta nel 1923, se ne intuì la loro importanza a livello nutrizionale. Nel 1930 essi furono classificati come acidi grassi, più che come vitamine.[1] In cosmetica questa pseudovitamina F viene definita spesso "fattore vitageno".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Burr G.O., Burr M.M., Miller E., On the nature and role of the fatty acids essential in nutrition (PDF) in J. Biol. Chem., vol. 86, nº 587, 1930. URL consultato il 19 luglio 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]