Acidi biliari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gli acidi biliari sono sintetizzati nel fegato e inclusi nella bile, la quale verrà secreta nel duodeno per facilitare la digestione e l'assorbimento dei grassi e delle vitamine liposolubili.
Gli acidi biliari derivano dal colesterolo, che, dopo diverse reazioni forma l'acido colico e l'acido chenodesossicolico.
Questi possono condensare con un'ammina solforata, la taurina formando l'acido taurocolico e l'acido taurochenodesossicolico, oppure possono condensare con la glicina formando l'acido glicocolico e l'acido glicochenodesossicolico.
Gli acidi biliari e i loro sali (di sodio e potassio) oltre a permettere l'emulsione dei lipidi, hanno una azione batteriostatica, e vengono utilizzati in microbiologia come inibitori della flora batterica Gram positiva nei terreni di coltura.
Gli acidi biliari sono prodotti nel fegato dal Citocromo P450 mediante ossidazione del colesterolo.

Valori normali[modifica | modifica sorgente]

I valori normali che un adulto deve avere in un esame del sangue non devono superare le 8 unità ogni millimetro cubo di sangue.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]