Achille Bassi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Achille Bassi (Rio de Janeiro, 1907Brasile, 1973) è stato un matematico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Si era laureato nel 1930 alla Scuola Normale di Pisa.

Fino al 1939 svolse attività di ricerca a Roma come assistente di Francesco Severi, poi a Torino e quindi a Bologna, dove aveva ottenuto anche un incarico d'insegnamento di Geometria.

Nel 1937-38 andò a perfezionarsi a Princeton, presso l'Institute for advanced Study. Rimase colpito dal sistema organizzativo degli studi superiori statunitensi e, al suo rientro in Italia, tenne diverse conferenze sull'argomento con l'obiettivo di divulgare questo spirito riformatore.

Invitato nel 1939 dall'Università di Rio de Janeiro come docente di Geometria, vi rimase fino alla morte, rinunziando alla carriera universitaria in Italia con una cattedra vinta poi nel 1953.

Insegnò anche all'Università di San Paolo.

Attività di ricerca[modifica | modifica sorgente]

Aveva iniziato la sua attività di ricerca nel campo della topologia combinatoria, dando contributi importanti al problema dell'esistenza delle varietà topologiche con numeri di Betti assegnati ed allo studio di alcuni modelli topologici di Poincaré.

In Brasile, poi, affrontò lo studio dei gruppi topologici non associativi e si dedicò infine allo studio delle algebre di Boole con topologia.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Achille Bassi, Un problema topologico di esistenza, Roma, R. Accademia D'Italia, 1935

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]