Acetato mercurico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acetato mercurico
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare Hg(CH3COO)2
Massa molecolare (u) 318,68 g/mol
Aspetto solido incolore
Numero CAS [1600-27-7]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 3,27 (20 °C)
Solubilità in acqua 400 g/l (20 °C)
Temperatura di fusione 178 °C (451 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta pericoloso per l'ambiente tossico a lungo termine

pericolo

Frasi H 330 - 310 - 300 - 373 - 410
Consigli P 273 - 280 - 302+352 - 304+340 - 309+310 [1]

L'acetato di mercurico è il sale di mercurio (II) dell'acido acetico. A temperatura ambiente si presenta come un solido incolore dall'odore appena pungente di acido acetico. Composto fotosensibile, modestamente stabile (anche se ben conservato tende a degradarsi dando un precipitato giallo basico esviluppando forte odore di acido acetico).

Solubilità in 100ml d'acqua: (0 °C) 25g, (19 °C) 36,4g, oltre i 100g a 100 °C con parziale decomposizione. La soluzione acquosa allo 0,2 N presenta un grado di idrolisi del 30%. La diluizione o il riscaldamento portano alla precipitazione di un composto basico giallo. Solubile in acetato di etile. Indice di rifrazione 3,286.

È un composto molto tossico per l'uomo, come tutti i composti in cui il mercurio è presente come sale, anche per inalazione e contatto con la pelle.

Preparazione il laboratorio[modifica | modifica sorgente]

HgO + 2CH3COOH = Hg(CH3COO)2 + H2O

Una soluzione di 20g di HgO giallo in 30 ml di acido acetico al 50% è preparata in un bagno maria e successivamente filtrata a caldo. Il filtrato è raffreddato con ghiaccio. I cristalli formatisi sono asciugati al buckner e lavati con acetato di etile. Il prodotto è ricristallizzato con acetato di etile caldo o con acqua calda acidificata con acido acetico. I cristalli vengono infine essiccati su cloruro di calcio.

Usi[modifica | modifica sorgente]

Usato nella sintesi chimica sia in laboratorio che a livello industriale (sempre meno frequentemente) come mercurizzante ed ossidante. Usato per l'assorbimento dell'etilene.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ scheda dell'acetato di mercurio(II) su IFA-GESTIS

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • F. Wagenknecht, R. Juza, Handbook of Preparative Inorganic Chemistry Vol.1 • SECOND EDITION 1963 ACADEMIC PRESS • New York • London
  • Gmelin-Kraut, [Handbook of Inorganic Chemistry], 7th ed., V2, 826, Heidelberg, 1914, modified.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia