Acetato d'ammonio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acetato d'ammonio
Ammonium-acetate.JPG
Ammonium-acetate-2D.png
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare CH3COONH4
Massa molecolare (u) 77,08 g/mol
Aspetto solido incolore
Numero CAS [631-61-8]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 1,17 (20 °C)
Solubilità in acqua 1480 g/l (4 °C)
Temperatura di fusione 114 °C (387 K)
Temperatura di ebollizione °C (273 K) (decomposizione)
Indicazioni di sicurezza
Flash point 136 °C (409 K) (vaso aperto)
Simboli di rischio chimico
irritante

attenzione

Frasi H 315 - 319 - 335
Consigli P 261 - 305+351+338 [1]

L'acetato di ammonio è il sale dell'ammoniaca e dell'acido acetico. A temperatura ambiente si presenta come un solido incolore, igroscopico, dall'odore tenue di acido acetico. È solubile in acqua ed anche in alcool.

Preparazione[modifica | modifica sorgente]

Si può preparare in soluzione mescolando insieme 100 ml di ammoniaca (espressa come NH3) in soluzione al 25% con 150 ml di acido acetico al 50%. Si diluisce con acqua ad 1 litro ottenendo una soluzione al 10% circa di acetato d'ammonio[2].

Usi[modifica | modifica sorgente]

Il suo uso come additivo alimentare regolatore di acidità è autorizzato in Australia e Nuova Zelanda, dove è identificato dal numero INS 264[3] e nell'Unione Europea dove è identificato dal codice E264.

Viene usato in tintura soprattutto nell'applicazione dei coloranti della tipologia Cirene e Follone.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldirch; rev. del 28.10.2011
  2. ^ Naftolo ACNA norme per l'applicazione. Vol4 2°ed. , ACNA Milano
  3. ^ Australia New Zealand Food Standards Code Standard 1.2.4 - Labelling of ingredients. URL consultato il 27 ottobre 2011.
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia