Acebutololo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Acebutololo
Acebutolol.svg
Nome IUPAC
3'-acetil-4'-[2-idrossi-3-(isopropilammino)propossi]butirranilide
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C18H28O4N2
Massa molecolare (u) 336.426 g/mol
Numero CAS [37517-30-9]
Codice ATC C07AB04
PubChem 1978
Dati farmacocinetici
Biodisponibilità 40%
Metabolismo epatico
Emivita 3-4 ore
Escrezione renale 30% - Biliare 60%
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante

attenzione

Frasi H 312 - 332
Consigli P 280 [1]

L' Acebutololo è un principio attivo di indicazione specifica contro l'ipertensione.

L'acebutololo, a differenza di altri farmaci simili, causa al paziente minore sensazione di freddo e meno bradicardia.

Indicazioni[modifica | modifica sorgente]

È utilizzato come medicinale in cardiologia contro l'ipertensione, l'angina pectoris, le aritmie comprese le tachicardie, flutter atriale.

La somministrazione di tale farmaco protegge ile persone che hanno avuto un episodio di infarto miocardio acuto.

Controindicazioni[modifica | modifica sorgente]

Bradicardia, shock cardiogeno. Sconsigliato in casi di gravidanza e insufficienza renale.In corso di gravidanza è incorporato in classe B che significa che il rischio è remoto ma possibile. Tutti gli altri betabloccanti sono inclusi nella categoria C (maggior rischio).Braunwald's HEART DISEASE 7ª EDIZIONE

Dosaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Ipertensione, 400 mg una volta al giorno (max 400 mg due volte al giorno)
  • Angina pectoris, 400 mg una volta al giorno, nelle forme gravi 300 mg tre volte al giorno
  • Aritmie, 0,4-1,2 g al giorno divise in più dosi (2-3)

Farmacodinamica[modifica | modifica sorgente]

I betabloccanti inibiscono i recettori beta del sistema adrenergico presenti nel cuore, riducendo in pratica il lavoro del cuore.

Effetti positivi di tale farmaco li si ritrovano nella riduzione della gittata cardiaca e la pressione arteriosa. Mentre per quanto riguarda le forme di angina pectoris migliorando la tolleranza agli sforzi ne limita la sintomatologia.

Agendo nel sistema simpatico fino a bloccarlo e sulla capacità di conduzione del cuore risulta utile anche contro le aritmie cardiache e nello scompenso cardiaco.

Nel caso specifico dell'acebutololo avendo un effetto minore sui recettori beta 2 rispetto ai normali betabloccanti non rientra nei farmaci specifici in cardiologia.

Effetti indesiderati[modifica | modifica sorgente]

Rallentando il ritmo del cuore possono quindi indurre depressione del miocardio, il muscolo del cuore.

I betabloccanti devono essere preclusi a chi ha avuto in passato episodi di scompenso cardiaco, mentre entro certi limiti possono essere somministrati a persone affette da diabete. Oggi alcuni tipi di betabloccanti a titolazioni crescenti e personalizzate vengono impiegati per la terapia dello scompenso cardiaco con effetti benefici (diminuzione della mortalità)

È sconsigliato l'uso e utilizzato solo se non vi sono altre scelte in persone con episodi passati di asma e broncospasmo.

Altri effetti indesiderati sono cefalea, dispnea, psicosi, vertigini, nausea, sonnolenza, disfunzioni sessuali, bradicardia, alopecia, xeroftalmia, affaticamento, porpora, scompenso cardiaco, ipotensione, rash, broncospasmo, irritazione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 08.10.2012, riferita al cloridrato

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • British national formulary, Guida all'uso dei farmaci 4 edizione, Lavis, agenzia italiana del farmaco, 2007.
  • Lusofarmaco, Farmabank 2006, Salerno, momento medico, 2005.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]