Accountability (governance)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'accountability, nel campo della governance, si riferisce all'obbligo per un soggetto di rendere conto delle proprie decisioni e di essere responsabile per i risultati conseguiti.

Il concetto si è espanso oltre il suo significato di base, "essere chiamato a rendere conto delle proprie azioni"[1][2], e può essere descritto come una relazione tra più gruppi o individui in cui "A" è soggetto ad accountability verso "B" quando A:

  • è obbligato a informare B delle sue azioni e decisioni (anche passate o future);
  • può essere chiamato a giustificarle;
  • può essere sanzionato rispetto a queste decisioni"[3].

In questa forma l'accountability è diventata un tema centrale nei dibattiti sulla governance del settore pubblico, privato e delle organizzazioni non-profit.

Si applica a soggetti pubblici o a soggetti che hanno responsabilità verso una collettività. Rimanda al dovere - dei decision makers - di rendere conto delle loro scelte, azioni, politiche, e di rispondere delle conseguenze. Riconosce alla collettività il diritto di essere informata di tali decisioni, di criticarle e di avere risposte. Oltre agli aspetti di rendicontazione, l'accountability presuppone dunque anche trasparenza (i decision-makers devono rendere pubbliche le loro decisioni e motivazioni) e partecipazione (devono esistere spazi pubblici per la comunicazione, la critica, il contraddittorio).

Standard per l'Accountability[modifica | modifica sorgente]

Sono stati definiti standard per l'Accountability - in particolare nel mondo no-profit e della Responsabilità Sociale d'Impresa. Le organizzazioni possono aderirvi volontariamente.

  • INGO Accountability Charter (Carta dell'Accountability delle Organizzationi Non Governative Internazionali). Sottoscritta da un largo numero di organizzazioni non governative per "dimostrare il loro impegno per l'accountability e la trasparenza" .[4]
  • AccountAbility's AA1000 series. "Standard basati su principi, per aiutare le organizzazioni a migliorare la propria accountability, responsabilità e sostenibilità e per fornire una guida al coinvolgimento degli attori"[5].
  • Humanitarian Accountability Partnership (HAP) 2010 Standards (Standards 2010 della Partnership per l'Accountability Umanitaria). Standard di riferimento per le organizzazioni umanitarie per aiutarle a "progettare, gestire, valutare e migliorare programmi nel rispetto dell'accountability"[6]

Inoltre, alcune organizzazioni non-profit hanno definito le loro linee guida e sistemi per l'accountability:

  • Accountability, Learning and Planning System (ALPS) di ActionAid. Un "sistema di accountability, apprendimento e pianificazione che definisce i requisiti base, le linee guida e i processi per grantire accountability".[7]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mulgan, Richard (2000). "'Accountability': An Ever-Expanding Concept?". Public Administration 78 (3): 555–573. doi:10.1111/1467-9299.00218.
  2. ^ Sinclair, Amanda (1995). "The Chameleon of Accountability: Forms and Discourses". Accounting, Organizations and Society 20 (2/3): 219–237. doi:10.1016/0361-3682(93)E0003-Y.
  3. ^ Schedler, Andreas (1999). "Conceptualizing Accountability". In Andreas Schedler, Larry Diamond, Marc F. Plattner. The Self-Restraining State: Power and Accountability in New Democracies. London: Lynne Rienner Publishers. pp. 13–28. ISBN 1-55587-773-7.
  4. ^ http://www.ingoaccountabilitycharter.org/about-the-charter/
  5. ^ Webpage: http://www.accountability.org/standards/index.html
  6. ^ Webpage: http://www.hapinternational.org/projects/standard/hap-2010-standard.aspx
  7. ^ ActionAid (2005). ALPS - Accountability, Learning, and Planning System.
economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia