Acanthocalycium

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Acanthocalycium
Acanthocalycium violaceum.jpg
Acanthocalycium spiniflorum
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Caryophyllales
Famiglia Cactaceae
Tribù Trichocereeae
Genere Acanthocalycium
Backeb.
Specie

Acanthocalycium Backeb. è un genere di piante grasse della famiglia delle Cactaceae.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Sferiche o globose, con numerose costolature, talvolta più di dieci, che presentano grosse areole spinose e lanuginose. In estate producono sull'apice della pianta un grosso fiore campanuliforme squamoso e che si sfalda facilmente, di colori accesi.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Queste cactacee sono originarie dell'Argentina, molto diffusa nella Pampa. Essendo specie molto rustiche, si adattano facilmente a qualsiasi ambiente, a patto che la temperatura minima di quest'ultimo non sia inferiore ai 5-6 °C.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il fiore dell'acanthocalycium spiniflorum

Comprende due sole specie:[1]

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Come già accennato prima, l'Acanthocalycium è una pianta molto adattabile e facile da coltivare, e ha bisogno solo di un luogo ben arieggiato e con molto sole. Molte annaffiature in estate, ogni tre-quattro giorni, più rare in autunno-inverno, ogni sette-otto giorni circa. Concimazioni abbondanti una volta al mese da maggio ad ottobre e una miscela normale di terriccio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Acanthocalycium in The Plant List. URL consultato il 21 maggio 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica