Premio Oscar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Academy Awards)
Academy Awards
ACMI 14.jpg
L'Oscar consegnato a Cate Blanchett per l'interpretazione di Katharine Hepburn nel film The Aviator del 2004
Luogo Stati Uniti d'America
Anni 1929 - oggi
Fondato da Academy of Motion Picture Arts and Sciences
Date febbraio / marzo
Genere cinema
Staff Cheryl Boone Isaacs (Presidente)
Sito ufficiale www.oscars.org
Il celebre tappeto rosso all'ingresso del Kodak Theatre.

L'Academy Award[1], comunemente conosciuto come Oscar,[2] è il premio cinematografico più importante al mondo e il più antico, giacché venne assegnato per la prima volta nel 1929, prima del Festival di Venezia, che venne assegnato per la prima volta nel 1932.

I premi vengono conferiti dall'Academy of Motion Picture Arts and Sciences, un'organizzazione professionale onoraria costituita da personalità (per lo più statunitensi) che hanno portato avanti la loro carriera nel mondo del cinema quali attori, registi, produttori e tanti altri, e che al 2007 contava oltre 6.000 membri votanti[3].

Indice

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il nome ufficiale della statuetta dorata è Academy Award of Merit, mentre vi sono varie versioni su come venne coniato il nomignolo Oscar. Secondo la più accreditata, esso originò da un'esclamazione di Margaret Herrick, impiegata all'Academy of Motion Picture Arts and Sciences, la quale, vedendo la statuetta sopra un tavolo, esclamò: «Assomiglia proprio a mio zio Oscar!»

La statuetta è placcata in oro 24 carati (ma durante gli anni della seconda guerra mondiale fu in gesso perché avevano paura che qualcuno le rubasse o le vendesse, come è stato fatto molte volte negli anni dopo)[4], è alta 35 centimetri e ha un valore commerciale di 295 dollari e inoltre i vincitori sono invitati a non venderla ma, casomai, restituirla all'Academy of Motion Picture Arts and Sciences. Di lei disse una volta la sceneggiatrice Frances Marion:

« È un simbolo perfetto dell'industria cinematografica: un uomo con un corpo forte e atletico che stringe in mano una grossa spada scintillante, e a cui è stata tagliata una bella fetta di testa, quella che contiene il cervello[5]»

Il nome Oscar è, inoltre, un marchio registrato della stessa Academy of Motion Picture Arts and Sciences.

I premi vennero consegnati per la prima volta nella Blossom Room dell'Hollywood Roosevelt Hotel di Los Angeles il 16 maggio 1929, ma i nomi dei vincitori erano già stati annunciati tre mesi prima. Per qualificarsi un film doveva uscire nella città californiana nei dodici mesi terminanti il 31 luglio dell'anno precedente. Dal 1934 la candidatura è valida se il film è uscito nell'anno solare precedente.

Dall'edizione del 1963 la categoria Premio per i migliori effetti speciali, fu divisa in due: Premio per i miglior effetti sonori e Premio per i migliori effetti speciali visivi[6] Dal 1982 la categoria Premio per il miglior trucco divenne annuale[6].

La Notte degli Oscar è una cerimonia molto elaborata, nella quale gli invitati fanno sfoggio delle creazioni dei più celebri stilisti, e viene trasmessa dalle televisioni di tutto il mondo[7].

Il procedimento con cui vengono assegnati i premi è soggetto a varie critiche. I giurati vengono spesso considerati "anziani" e, dal punto di vista estetico, "conservatori". Inoltre, viene largamente diffusa l'idea che i premi vengano assegnati per ragioni "politiche", ad esempio premiando un artista più per il suo lavoro complessivo che per la sua performance nello specifico film. Le stesse case cinematografiche investono molto denaro in campagne promozionali miranti a favorire i propri film nella conquista del premio.[senza fonte]

Categorie[modifica | modifica sorgente]

Premi speciali[modifica | modifica sorgente]

Altri premi[modifica | modifica sorgente]

L'Irving G. Thalberg Memorial Award è un busto, gli altri premi sono le classiche statuette dell'Oscar.

Note sull'assegnazione dei premi speciali[modifica | modifica sorgente]

Il Premio alla memoria Irving G. Thalberg, il Premio umanitario Jean Hersholt e l'Oscar alla carriera sono stati raggruppati sotto l'etichetta di "Testimonial Awards" e affidati, per determinarne e discuterne l'assegnazione, al Collegio dei Governatori.
Lo stesso organo ha il compito di designare il vincitore del Premio Gordon E. Sawyer, tramite una votazione, con maggioranza dei 2/3, relativa al candidato proposto dal comitato scientifico e tecnico dell'Academy.

Come annunciato fin dal 24 giugno 2009 da Sid Ganis, presidente dell'Academy, a partire dall'edizione 2010 potranno essere candidati nella categoria miglior film fino a dieci lungometraggi[10].

Dettagli delle varie edizioni[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cerimonie dei premi Oscar.

Più volte ogni cerimonia, si è caratterizzata per momenti esilaranti ma anche per momenti commoventi e particolari. Come non ricordare la premiazione con l'Oscar alla carriera a Charlie Chaplin nel 1972, che improvvisa sul palco la mitica scena del ballo dei panini in La febbre dell'oro[11].
Memorabili anche il pianto di John Wayne sul palco, felice per la vittoria nel 1970[12], e la vittoria di Marlon Brando nel 1973 nella categoria Oscar al miglior attore protagonista. Brando preferì rinunciare alla statuetta: l'attore, che in quegli anni si era avvicinato alla causa degli amerindi, inviò alla cerimonia una giovane squaw indiana, che tenne in sua vece un discorso di denuncia e di protesta contro l'ambiente hollywoodiano; anni dopo si seppe che in realtà la ragazza non era una vera nativa, ma un'attrice[13].
Un altro momento importante è stata la vittoria a sorpresa di Ingrid Bergman nel 1975 nella categoria Oscar alla miglior attrice non protagonista, che salendo sul palco, ricorda la performance meravigliosa di Valentina Cortese, anche lei candidata e che a dire della Bergman meritava l'oscar[14].
Si ricorda inoltre, nell'edizione del 1992, il vigore di Jack Palance, che sul palco improvvisa un piegamento con un braccio solo[15].
Altri momenti indimenticabili: il bacio tra Adrien Brody e Halle Berry[16], la premiazione con L'oscar alla carriera a Federico Fellini, che dal palco chiede a Giulietta Masina, sua moglie, di non piangere[17] e l'annuncio della vittoria e la gioia di Roberto Benigni, vincitore dell'oscar per il miglior film straniero, che per ricevere la statuetta passa sopra le teste del pubblico[18].

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Charlton Heston è Ben-Hur nell'omonimo film vincitore di 11 premi Oscar.

La persona che ha ricevuto più Oscar e nomination in assoluto nella storia del cinema[modifica | modifica sorgente]

Walt Disney con 22 Oscar vinti per i suoi lavori, 4 Oscar alla carriera, un totale di 59 nomination. Un ulteriore record di Walt Disney è quello di aver ricevuto il maggior numero di Oscar in uno stesso anno: nella cerimonia del 1954 riuscì a vincere ben 4 premi Oscar. Al secondo posto invece John Williams con 49 nomination.

I film che hanno ricevuto più Oscar[modifica | modifica sorgente]

I film che hanno ricevuto più Oscar senza essere Miglior film dell'anno[modifica | modifica sorgente]

I film che hanno il record di nessun Oscar vinto a fronte del maggior numero di nomination[modifica | modifica sorgente]

I film che hanno ricevuto più nomination[modifica | modifica sorgente]

Katharine Houghton Hepburn, vincitrice di 4 premi Oscar

Gli attori che hanno vinto più Oscar[modifica | modifica sorgente]

Gli attori che hanno ricevuto più nomination[modifica | modifica sorgente]

Gli attori che hanno ricevuto più nomination senza mai vincere[modifica | modifica sorgente]

Gli attori che hanno ricevuto una nomination per entrambe le categorie nella stessa rassegna[modifica | modifica sorgente]

Bette Davis, la prima, nel 1962, a raggiungere il record di 10 nomination all'Oscar

Gli attori che hanno il record di nomination consecutive[modifica | modifica sorgente]

Gli attori che hanno il record di Oscar consecutivi vinti[modifica | modifica sorgente]

I registi che hanno vinto più Oscar[modifica | modifica sorgente]

Gli unici registi donna che hanno ricevuto una nomination per la Miglior regia[modifica | modifica sorgente]

Attori premiati in un film diretto da loro stessi[modifica | modifica sorgente]

Walt Disney durante la sua carriera ricevette ben cinquantanove nomination agli Oscar

Le persone che hanno ricevuto più nomination in assoluto[modifica | modifica sorgente]

  • Walt Disney - 59 nomination e 26 oscar vinti (compresi i 4 onorari)
  • John Williams – 49 nomination e 5 oscar vinti per le colonne sonore
  • Alfred Newman – 45 nomination e 9 oscar vinti per le colonne sonore

Interpretazioni più brevi premiate con l'Oscar[modifica | modifica sorgente]

Gli attori più giovani premiati con l'Oscar[modifica | modifica sorgente]

Gli attori più anziani premiati con l'Oscar[modifica | modifica sorgente]

Attori premiati per la loro interpretazione di personaggi realmente esistiti[modifica | modifica sorgente]

Colin Firth e Helena Bonham Carter interpretano rispettivamente Giorgio VI ed Elisabetta

Oscar postumi[modifica | modifica sorgente]

Esiste inoltre la possibilità di assegnare Premi Oscar postumi ad un attore/attrice o ad altri collaboratori ad una pellicola (registi, sceneggiatori, truccatori...) scomparsi qualche tempo prima della cerimonia di premiazione.

Attori[modifica | modifica sorgente]

Fra gli attori che hanno ottenuto tale riconoscimento:

Altri ruoli[modifica | modifica sorgente]

Candidature postume[modifica | modifica sorgente]

Tra i candidati all'Oscar dopo la loro scomparsa ricordiamo:

Avvenimenti da ricordare[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Academy Award" è un nome proprio inglese, che tradotto letteralmente significa "premio dell'accademia".
  2. ^ Il soprannome "Oscar" nasce dal nome proprio di persona maschile. Nella lingua inglese si usa "Oscar" per il singolare e "Oscars" per il plurale, nella lingua italiana invece, come avviene di norma per le parole straniere, si usa "Oscar" sia per il singolare che per il plurale
  3. ^ Academy Awards Voting Members
  4. ^ La settimana enigmistica n. 4125
  5. ^ I record del cinema. Enciclopedia dei fatti, delle curiosità e dei primati ... - Patrick Robertson - Google Libri
  6. ^ a b (EN) History of the Academy Awards, The Academy of Motion Picture Arts and Sciences. URL consultato il 12 marzo 2012.
  7. ^ 25 cose da sapere sugli Oscar, Squer.it.
  8. ^ Nella prima edizione vennero assegnati due distinti Oscar, uno per il miglior film (Academy Award for Outstanding Picture) e uno per la migliore produzione artistica (Academy Award for Unique and Artistic Picture). Dalla seconda edizione la statuetta divenne unica
  9. ^ Nella prima edizione vennero assegnati due distinti Oscar, uno per la migliore regia di una commedia (Academy Award for Comedy Direction) e uno per la migliore regia di un film drammatico (Academy Award for Dramatic Direction). Dalla seconda edizione non fu più fatta alcuna distinzione
  10. ^ YouTube - 82nd Academy Awards to Feature 10 Best Picture Nominees
  11. ^ Favorite Oscar moment - Charlie Chaplin's Honorary Award.
  12. ^ John Wayne winning Best Actor for "True Grit".
  13. ^ Marlon Brando's Oscar win for " The Godfather".
  14. ^ Ingrid Bergman Winning a Best Supporting Actress Oscar.
  15. ^ Favorite Oscar Moment - Jack Palance's one-armed push ups.
  16. ^ Favorite Oscar Moment - Adrien Brody kissing Halle Berry.
  17. ^ Federico Fellini receiving an Honorary Oscar.
  18. ^ Favorite Oscar moment - Roberto Benigni.
  19. ^ Record Oscar per Stallone, Welles e Chaplin.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gli italiani di Hollywood: il cinema italiano agli Academy Awards di Silvia Bizio – 2002
  • I record del cinema. Enciclopedia dei fatti, delle curiosità e dei primati... Di Patrick Robertson

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema