Aburaage

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aburaage
L'abura-age
L'abura-age
Origini
Luogo d'origine Giappone Giappone
Diffusione Asia
Dettagli
Categoria contorno
Ingredienti principali soia
 
Atsu-age

L'aburaage (油揚げ abura-age o aburage?), è un prodotto alimentare a base di soia tipico della cucina giapponese.

Viene prodotto tagliando a fette sottili il tofu e poi lasciando friggere prima a 110-120 °C poi aumentando la temperatura arrivando a 180-200 °C. L'Abura-age viene anche utilizzato per avvolgere gli inarizushi (稲荷寿司?) o aggiunto alla zuppa di miso. Viene anche aggiunto ai piatti di udon, che vengono chiamati Kitsune-udon perché secondo alcune credenze popolari giapponesi pare che le volpi (kitsune) siano golosissime di tofu fritto in olio. Prima della seconda frittura può anche essere farcito, per esempio con del nattō. C'è anche una variante meglio nota come atsu-age (厚揚げ?) o nama-age (生揚げ?).

I giapponesi furono i primi a elaborare sacchetti di tofu; comunque si conosce poco della loro storia. Il Tofu Hyakuchin del 1782 dava una ricetta di tofu fritto in olio, ma non è chiaro se si gonfiasse come una sacca di tofu. Si sa che sacche di tofu esistono fin dal 1853, quando furono creati gli inarizushi (piccoli involucri di tofu fritto pieni di riso). Questi sacchetti di tofu si prestavano alla grande produzione in fabbrica e alla distribuzione estesa, per la loro conservazione a lunga durata, la leggerezza, e la complessità della produzione. Dal 1974 le grandi fabbriche usavano 2 tonnellate di soia al giorno per fare 116.600 sacchetti di tofu. Dal 1980 le fabbriche moderne producevano dai 300.000 ai 450.000 sacchetti al giorno utilizzando friggitrici automatiche. Attualmente in Giappone circa un terzo della soia consumata per il tofu è per il tofu fritto, e si stima che l'85% di questa sia per sacchetti di tofu.

Nella mitologia giapponese l'abura-age è il cibo preferito di Inari e Kitsune.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]