Abu Bakr Yunis Jabr

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Abū Bakr Yūnis Jābr (arabo: أبو بكر يونس جابر‎; Gialo, 1952Sirte, 20 ottobre 2011) è stato un militare libico ultimo ministro della difesa del regime di Mu'ammar Gheddafi.

Riguardo alla data di nascita di Abū Bakr Yūnis Jābr vi sono delle divergenze. Secondo l'ONU è nato nel 1952 a Gialo in Libia [1], mentre il quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung fa risalire la data della sua nascita al 1940 [2].

Abū Bakr Yunis Jābr studiò presso l'Accademia militare di Bengasi frequentando lo stesso corso di Gheddafi; successivamente entrarono nel movimento dei Liberi Ufficiali, responsabile del colpo di stato del 1º settembre 1969 che destituì Re Idris e portò al potere Gheddafi.

Abū Bakr Yūnis Jābr fu uno dei 12 ufficiali che componevano il Consiglio del Comando della Rivoluzione guidato da Gheddafi e a partire dal 1970 ha guidato l'esercito libico.

Abū Bakr Yūnis Jābr è stato ucciso da un gruppo di militanti del CNT, il 20 ottobre 2011[3].

Guerra civile libica[modifica | modifica sorgente]

Durante le proteste, venne riportata la notizia secondo cui Abu Bakr Yunis Jabr fosse stato arrestato e imprigionato per essersi rifiutato di uccidere i manifestanti.[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ un.org Security Council SC/10187/Rev.1**
  2. ^ faz.net Loyal zum Stamm, nicht zum Regime
  3. ^ http://www.asca.it/copertina-LIBIA__CNT__GHEDDAFI_UCCISO_DURANTE_LA_CATTURA%3Cbr%3E%3Ci%3EBerlusconi____Sic_transit_gloria_mundi__%3C_i%3E-5025.html.
  4. ^ jamestown.org
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie