Abraham Ortelius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Abraham Ortelius

Abraham Ortelius (anche Ortels, Oertel, Orthellius, italianizzato in Abramo Ortelio) (Anversa, 14 aprile 1528Anversa, 28 giugno 1598) è stato un cartografo fiammingo. Ortelius fu con Mercatore il grande fondatore della cartografia fiamminga.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo avere studiato il greco, il latino e la matematica, si stabilì ad Anversa, il grande porto delle Diciassette Province, come libraio e cartografo. Viaggiò molto e pubblicò in 1564 una carta del mondo in 8 fogli che conobbe un grande successo. Il suo modo di lavorare era sensibilmente differente del suo rivale ed amico Mercatore: Ortelius redigeva le carte per mezzo dei suoi contatti professionali o amichevoli con i cartografi europei.

Venticinque anni prima dell'atlante di Mercatore, fece incidere da Franz Hogenberg la sua collezione di carte in una stessa scala (1570) che fu pubblicata sotto il titolo di Theatrum Orbis Terrarum che costituisce in effetti il primo atlante, pubblicazione che conobbe quattro ristampe nei suoi primi dieci anni dalla uscita. In totale, il Theatrum fu pubblicato in sette lingue e trentasei edizioni. Ortelius fu anche il primo a citare le sue fonti per le carte, menzionando i nomi dei cartografi all'origine dei notizie cartografiche.

Ortelius pubblicò inoltre parecchie carte storiche, alcune delle quali furono inglobate nel Theatrum. Tra 1579 e 1606 fu pubblicato il suo Parergon Theatri, contenente una riproduzione della Tavola Peutingeriana.

Nel 1570 Ortelius ottenne il monopolio per gli "atlanti", il che impedì in particolare a Gerardo di Jode, che aveva pubblicato la carta del mondo nel 1564, di pubblicare proprio atlante prima del 1578.

Egli diffuse inoltre incisioni in rame delle tavole cartografiche della Baviera di Filippo Apiano in forma di libro ex tabula Philippi Apiani.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Mappamondo d'Ortelius
  • Theatrum Orbis Terrarum (1570), Gillis Coppens van Dienst, Anversa
  • Parergon et Nomenclator Ptolemaicus (1579), stamp. Christophe Plantin, Anversa
  • Itinerarium per nonnullas Galliæ Belgicæ partes (1584), stamp. Christophe Plantin, Anversa
  • Maris Pacifici (1589)
  • Synonymia Geographica (1596)

Galleria[modifica | modifica sorgente]


Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 32104723 LCCN: n50002381